Salone di Tokyo 2017: Mitsubishi presenta le luci salva-pedoni

Al prossimo e imminente Salone di Tokyo Mitsubishi presenterà un nuovo dispositivo di sicurezza pensato per evitare incidenti tra auto e pedoni

Salone di Tokyo 2017: Mitsubishi presenta le luci salva-pedoni
L'evoluzione tecnologica ha giocato un ruolo determinante per l'innalzamento del livello di sicurezza sulle strade di tutto il globo, per le principali Case costruttrici è comunque ancora aperta la sfida per giungere alla ormai celebre Vision Zero, un futuro a zero vittime e zero incidenti stradali. Al Salone di Tokyo, in programma dal 27 ottobre al 5 novembre, Mitsubishi presenterà un nuovo dispositivo di sicurezza pensato per evitare gli incidenti tra auto, pedoni e ciclisti nelle ore serali. Al buio infatti il rischio che un pedone venga investito da un veicolo aumenta considerevolmente, secondo il costruttore nipponico il 60% di questi sinistri avviene proprio nelle ore notturne.

SEGNALETICA PROIETTATA SULL'ASFALTO, NON È UNA NOVITA' ASSOLUTA

L'idea alla base del nuovo dispositivo di sicurezza che Mitsubishi proporrà in occasione della 45esima edizione del Salone di Tokyo non è una novità assoluta; il costruttore ha pensato di proiettare sull'asfalto delle indicazioni luminose riguardo gli imminenti movimenti e manovre della vettura. Un sistema analogo lo ha proposto Mercedes con i fari digitali (Leggi qui come funzionano le Digital Light di Mercedes) e persino i ciclisti possono dotare la propria bici di luci che tracciano una corsia luminosa sull'asfalto per essere più visibili. La novità introdotta dal costruttore giapponese nasce con il proposito di salvaguardare i pedoni e i ciclisti, gli utenti della strada più deboli, cercando di ridurre gli incidenti tra vetture e questi soggetti in condizioni di scarsa luminosità.

INDICAZIONI VISIVE PER RETROMARCIA E APERTURA DELLE PORTIERE

Secondo quanto dichiarato dal costruttore asiatico con l'avvento della guida autonoma il rischio che esseri umani e veicoli vengano pericolosamente in contatto, specie per distrazione dei primi, è destinato a crescere. Il sistema ideato da Mitsubishi come abbiamo detto sfrutta dei proiettori LED per tracciare segnali ben visibili sull'asfalto; quando il veicolo si accinge a effettuare una manovra in retromarcia viene proiettata una grande freccia che indica la direzione che seguirà l'auto. Quando invece si sta per aprire una portiera, situazione di alto pericolo tanto per i ciclisti che per i centauri, un vistoso segnale, simile al simbolo della connessione Wi-Fi, viene proiettato sull'asfalto al di sotto della portiera interessata (Sei sicuro di conoscere tutte le differenze tra le varie tipologie di fari? Leggi qui).

TECNOLOGIA DA AFFINARE E RENDERE PIU' EFFICACE

Questa tecnologia, semplice ma promettente, sarà dimostrata a Tokyo e sarà installata a bordo del futuristico concept Mitsubishi Emirai, prototipo a trazione full electric e dotato di alcune funzionalità di guida autonoma, presentato durante l'edizione 2015 della kermesse del Sol Levante. La Casa costruttrice, che ricordiamo essere passata sotto il controllo dell'alleanza Nissan Renault (Leggi quali sono i piani strategici dell'Alleanza dopo l'annessione di Mitsubishi), informa che sta lavorando per rendere ancor più funzionale ed efficace il sistema di proiezioni per prevenire il più possibile gli incidenti in condizioni di luminosità scarsa, come nelle ore serali e notturne.

Pubblicato in Sistemi di sicurezza il 11 Ottobre 2017 | Autore: Gabriele Amodeo


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri