Bimbi dimenticati in auto: arriva il seggiolino con sensori integrati

Chicco e Samsung presentano il primo seggiolino intelligente con sensori BebèCare per non dimenticare i bambini in auto

Bimbi dimenticati in auto: arriva il seggiolino con sensori integrati
In un'epoca storica dell'auto dove la connettività è il fattore comune di tutte le innovazioni che migliorano comfort e sicurezza dentro e fuori dall'auto, i bambini non potevano essere tagliati fuori, e non parliamo solo di corretto utilizzo di seggiolini - guarda in questo video quali sono gli errori da evitare - ma di bambini dimenticati in auto. Un problema sociale che molte aziende hanno negli ultimi anni provato ad arginare con varie soluzioni, alcune delle quali le abbiamo provate e puoi vederle qui, e che trova soluzione con la presentazione del primo seggiolino intelligente Chicco con sensori integrati BebèCare. Il sistema sviluppato in collaborazione con Samsung avverte i genitori con due diversi alert appena si allontanano dall'auto con il bimbo nel seggiolino, ma presto sarà disponibile per tutti i dispositivi Android ed Apple. Vediamo come funziona.

6 MESI FA IL PRIMO PROTOTIPO

Sono trascorsi circa 6 mesi da quando Chicco e Samsung hanno presentato il primo prototipo di sensori  integrati BebèCare ma ora il primo seggiolino che avverte il genitori se il bimbo è ancora nel seggiolino quando scende dall'auto è ufficialmente pronto per il mercato. "Per Chicco - afferma Marco Schiavon, Vice President Chicco Italia, Spagna e Portogallo - è fondamentale semplificare la vita, attraverso soluzioni che garantiscano ai genitori tutto il supporto necessario. Su un tema così importante come quello della sicurezza non potevamo che sentirci chiamati, anche moralmente, ad attivarci e la collaborazione con Samsung è frutto di questa attenzione costante rivolta alle famiglie.

COME FUNZIONANO I SENSORI CHICCO

BebèCare prevede due livelli di allarme, uno di primo livello quando lo smartphone su cui è stata scaricata l'App BebèCare si allontana dall'auto in cui è installato il seggiolino con il bambino a bordo. In questo caso l'App invia un allarme acustico e visivo che è possibile silenziare entro 40 secondi. Un secondo livello di allarme invece si attiva nel momento in cui l'allarme di primo livello non viene silenziato. Dopo 40 secondi l'App BebèCare invia un SMS a tutti i numeri di emergenza registrati nell'account famiglia dell'App con la posizione in cui si trova il bambino.

L'APP RICONOSCE FINO A 3 SEGGIOLINI INTELLIGENTI DIVERSI

Al sistema Chicco BebèCare sviluppato in collaborazione con Samsung serve solo uno smartphone con connettività Bluetooth e GPS, infatti entro novembre prossimo l'App Chicco BebèCare potrà essere scaricata gratis da tutti i sistemi Apple e Android. Quello che l'utente deve fare al primo utilizzo è scaricare l'app BebèCare sul proprio smartphone Samsung e creare un account "famiglia" con i dati richiesti e i numeri di emergenza (fino a un massimo di 5) ai quali verrà inviato un SMS in caso di allarme di secondo livello. Poi si può associare il seggiolino BebèCare al proprio account "famiglia", tramite il QRcode stampato sull'etichetta di omologazione del seggiolino. Finito! L'account "famiglia" può essere associato fino a un massimo di  3 seggiolini auto differenti con sensori BebèCare.

I MODELLI CHICCO CON SENSORI INTEGRATI

I primi due seggiolini auto con i sensori BebèCare integrati acquistabili da fine maggio 2018 sono il Chicco Oasys 0+ UP (149 euro) nella foto sopra, omologato secondo la normativa ECE R44/04 per il trasporto in auto di bambini dalla nascita fino a 13 kg, che si monta quindi con le cinture di sicurezza, e il Chicco Oasys i-Size (249 euro) omologato secondo la normativa i-Size (guarda in questo video cosa cambia con la normativa ECE R129) per il trasporto in auto di bambini con un'altezza compresa tra 40 e 78 cm (max 13 kg). A partire da novembre però Chicco ha già annunciato l'arrivo di ChiccoAroundU un seggiolino iSize con sensori BebèCare integrati omologato da 40 cm fino a 105 cm di altezza.

Pubblicato in Sistemi di sicurezza il 12 Maggio 2018 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri