Cosa rischio con freni di scarsa qualità?

18 febbraio 2019 - 19:30

Cosa si prova a premere il pedale freno mentre l’auto non accenna a rallentare? Probabilmente la stessa sensazione di chi si è appena lanciato col bunjee jumping e non ricorda di aver legato l’elastico. Una situazione rischiosa spesso provocata da scarsa manutenzione (scopri qui quanto durano dischi e pastiglie freno), ma come ci spiega Konstantin Vikulov, Responsabile della qualità pastiglie freno di TRW, i guasti più frequenti a dischi e pastiglie sono provocati anche da ricambi di scarsa qualità o falsi che possono sembrare identici agli originali ma non superano i test di qualità in laboratorio che TRW effettua dopo averli comprati direttamente sul mercato. Cosa rischio con pastiglie economiche? Perché i dischi si rompono o diventano di colore blu? Scoprilo nel video sotto in cui capiremo come riconoscere i ricambi freno falsi.

L’APP CHE SCOVA I RICAMBI FALSI – Il rischio di acquistare ricambi falsi corre soprattutto sul web, ma non è escluso che oltre al consumatore finale possa cascarci anche un autoriparatore professionista. Ecco perché TRW ha ideato l’App Part Finder , che offre anche la possibilità di verificare in modo immediato se si tratta di un falso e quindi il ricambio può rivelarsi un pericolo per la sicurezza di guida. Infatti, grazie all’integrazione della funzionalità anticontraffazione TecIdentify, si può scansire la matrice bidimensionale sulle confezioni dei ricambi TRW e verificarne l’autenticità in qualsiasi momento. Uno strumento molto utile che aiuta ad evitare i ricambi contraffatti e insicuri.

SE I FRENI SI SCALDANO TROPPO – Scoprendo come funzionano i freni con l’aiuto di  Konstantin Vikulov di TRW abbiamo imparato che una temperatura troppo alta è il fattore scatenante di diversi guasti. Ecco allora i problemi più frequenti legati alla temperatura dei freni che si presentano quando una pastiglia non “digerisce” il calore provocato dall’attrito contro il disco, che può anche spaccarsi quando il materiale di cui è fatto non resiste a ripetuti cicli termici.

  • Le pastiglie carbonizzate presentano una superficie bruciata dal continuo sfregamento contro il disco o un uso aggressivo dei freni. La frenata sembra meno efficace ma il fenomeno può regredire se non si surriscaldano ulteriormente i freni. Se invece la carbonizzazione è molto estesa la sostituzione delle pastiglie è inevitabile.
  • Le pastiglie vetrificate mostrano una superficie lucida anziché opaca. La vetrificazione, come per la carbonizzazione, può essere risolta effettuando delle frenate moderate fino al recupero della forza frenante originaria. E’ quasi sempre provocata da un rodaggio sbagliato in fase di assestamento (frenate esasperate) che nei casi più gravi può generare rumori fastidiosi e danneggiare anche il disco; scopri come TRW evita questo problema con il trattamento Cotec sulla superficie delle pastiglie nuove.
  • Le macchie blu radiali in corrispondenza dei canali di ventilazione dei dischi sono imputabili a un uso gravoso dei freni o a uno stile di guida aggressivo. L’unico rimedio efficace è sostituire i dischi e sfruttare meglio il freno-motore per non danneggiare anche i nuovi dischi.
  • Quando il montaggio del disco non è perfettamente concentrico al mozzo e ruota inclinato rispetto alla pinza, lo sfregamento prolungato delle pastiglie forma delle macchie bluastredi surriscaldamento localizzato. I freni fanno rumore e vibrano finché il meccanico non risolve l’eccentricità dei dischi, sostituendoli se troppo danneggiati.

I dischi freno più performanti e costosi servono a ben poco seil liquido freni è stagionato. Quando deve essere cambiato l’oliodei freni? Scopri tutte le curiosità sulla manutenzione dei freni e quanto costa cambiare le pastiglie freno alle auto più diffuse.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Come funzionano i freni?

Ricerca e sviluppo delle pastiglie freno

Come vengono prodotte le pastiglie freno?