Test Turtle Wax: pasta e cera contro i graffi della carrozzeria

Quando un lifting è eccessivo, i prodotti Turtle Wax possono cancellare le rughe dalla vostra amata auto. Li abbiamo provati.

14 maggio 2012 - 10:22

Specchiarsi nella carrozzeria dell'auto nuova è il chiodo fisso di ogni automobilista entro i primi mesi dalla prima uscita su strada, ma sportellate, manovre disattente e graffi dolosi nel tempo ridimensionano gli entusiasmi e, complice il salasso preventivato dal carrozziere, si finisce per accontentarsi dell'auto graffitata e in estremo anche tenere su la polvere pur di non crucciarsi davanti al ricordo dello splendore che fu. Dopo aver testato l'(in)utilità dei pennarelli magici per rimuovere i graffi dalla carrozzeria, la nostra attenzione si è focalizzata su alcuni prodotti più promettenti, Turtle Wax Color Magic e Color Magic plus, pasta rimuovi graffi e cera distribuiti da Lampa. I centri brico hanno pieni gli scaffali di prodotti per la cura della carrozzeria, ma l'unicità del marchio con la tartaruga la fa il colore del prodotto a scelta tra diverse tonalità per ripristinare al meglio graffi lievi o mascherare quelli più profondi senza lasciare aloni o sfumature.

RIFARE IL TRUCCO ALL'AUTO – La pasta rimuovi graffi Color Magic disponibile in 4 colori (blu, nero, rosso e argento) al prezzo di 10,30 euro in confezione da 150 grammi è proposta come la soluzione ideale per rimuovere la vernice trasferita sulla carrozzeria in seguito a sfregamenti contro le altre auto, cancellare i graffi lievi e attenuare quelli profondi. La formula con micro – particelle arricchita di pigmenti di colore sembra una premessa che fa sperare poco nei miracoli estetici, ma i dubbi li scioglieremo nel corso del test. La cera lucidante Color Magic Plus con pastello stick per mascherare i graffi più profondi è offerta in 7 colori differenti (nero, verde, blu scuro, rosso, argento, bianco, grigio scuro) al prezzo di 17,25 euro in flacone da 500 ml. La cera arricchita di colore, secondo l'Azienda, ridona brillantezza e vivacità alla carrozzeria resistendo a ben 25 lavaggi, mentre lo stick pastello (nient'altro che un comune pastello di cera in stick formato rossetto) colma le scalfiture profonde della vernice cui solo un risanamento di sana pianta in carrozzeria potrebbe porre rimedio. Come si comporteranno su vernici di uno stesso colore ma con tonalità diversa? Saranno in grado di alleviare le reali disavventure delle nostre auto nella guida di tutti i giorni?

IL TEST – Dalla sportellata dell'auto vicina al graffio vandalico, dalle unghiate sotto le maniglie degli sportelli alle sassate sparate dalle ruote anteriori sui fianchi dell'auto, durante il test dei prodotti Turtle Wax non abbiamo fatto mancare nulla alle nostre auto quanto a danneggiamenti in genere della carrozzeria, senza tralasciare nemmeno le strisce di vernice trasferite dall'auto di passaggio che non ha ponderato adeguatamente la manovra; il tutto minuziosamente sottoposto all'effetto rigenerante dei prodotti Color Magic su vernici differenti: blu metallizzato Fiat, viola metallizzato Opel e blu scuro pastello Ford.

I RISULTATI – Prima di lanciarsi nell'acquisto di un prodotto qualsiasi per la rimozione dei graffi, sarebbe opportuno valutare il danneggiamento dei diversi strati di vernice che coprono la carrozzeria. In genere, se il graffio non è avvertibile al passaggio dell'unghia, ci sono ottime possibilità di rimuoverlo con una pasta lucidante o con una pasta abrasiva extrafine come i prodotti Turtle Wax testati. Se il graffio penetra oltre lo strato superficiale trasparente, l'ideale è agire con prodotti dal potere mordente maggiore per poi lucidare l'area trattata con un ritocco permanente o lo stick pastello del kit Color Magic Plus, un rimedio efficace ma temporaneo.

  • La pasta rimuovi graffi Color Magic blu è eccellente contro tutti i graffi superficiali, specie le unghiate sotto le maniglie esterne che si formano aprendo gli sportelli o le righe lasciate salendo e scendendo dall'auto in spazi ristretti; una prova di abilità atletica che lascia il segno soprattutto indossando jeans o portachiavi appeso alla cintura. Le micro – particelle abrasive, come prospettato in apertura, non riescono a rimuovere graffi più evidenti ma non profondi e anche insistendo con le applicazioni, si può fare affidamento solo ai pigmenti di colore che attenuano la differenza cromatica tra graffio e carrozzeria (vedi fotogallery). Anche se con qualche difficoltà la vernice bianca trasferita sulla carrozzeria viola metallizzato Opel viene via ridonando brillantezza al colore originale; considerate le premesse, ci saremmo aspettati meno fatica.
  • La cera lucidante con stick Color Magic Plus blu scuro è un passaggio obbligato se si usa il pastello in cera, lucida efficacemente qualsiasi tonalità che si avvicini al colore primario blu, donando alla carrozzeria un effetto setato contro polvere e acqua che scivolano via senza aggrapparsi alla porosità della vernice. Un risultato più modesto lo ottiene lo stick compreso nel kit, poiché diversamente dalle attese appare meno evidente sulle tonalità chiare piuttosto che quelle scure. Assolve in pieno alla funzione di mascheramento di graffi e scalfiture varie ma l'astuccio di plastica tende a chiudersi durante l'uso e il risultato non dura a lungo, specie se si lava l'auto con lancia ad alta pressione o autolavaggio a rulli. Una semplice ed efficace soluzione (seppur limitata nel tempo) che può dare libero sfogo alle doti artistiche di chiunque, acquistando in cartoleria il pastello di cera nel colore che più si avvicina alla carrozzeria dell'auto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto familiari e seggiolini: solo 4 su 18 adatte a 3 bambini nel 2019

Green NCAP: Nissan Leaf e Opel Corsa primeggiano nei test

Test dell’Alce Tesla Model 3 2019