Test OBD FastLink: la periferica di diagnosi per auto universale

1 luglio 2012 - 12:10

L’analisi dei parametri di funzionamento del motore, come ci ha spiegato il capofficina e titolare della Mobil1 Raffaele Maiorino, ha una sua validità quando si ha una buona base teorica o si ha accesso ai “parametri obiettivo” prefissati dalla centralina e rispetto ai quali si può capire se esiste un gap e di quale entità nel funzionamento di un sensore qualsiasi rispetto al valore ottimale. La premessa si comprende meglio quando tentiamo l’approccio di analisi sulle auto impegnate nel test: un valore di pressione, temperatura, volume o tempo rischia di ridursi a un dato numerico di difficile interpretazione per l’automobilista medio poiché il software di diagnosi dell’OBD FastLink non prevede la selezione di alcun obiettivo o riferimento tra i circa 40 parametri a disposizione (massimo 8 monitorabili simultaneamente).

VA MEGLIO CON IL GRUPPO FCA – Che sia una Fiat Punto(188) 1.3 multijet, una Fiat Panda(169)1.3 multijet, una Toyota Yaris(P9) 1.4 D4D, un’Alfa Mito 1.3 multijet o una BMW(e61) 530D per l’OBD FastLink non fa alcuna differenza, anzi, pare che l’esclusività dell’auto sia inversamente proporzionale alla sua compatibilità. Ne è prova la difficoltà che abbiamo incontrato nel leggere i parametri di funzionamento del motore delle auto, che nei casi migliori come Punto, Panda e Mito non va oltre i 13 selezionabili sul totale a disposizione (in gallery i dettagli) mentre su BMW e Toyota l’attendibilità cala drasticamente.

RISULTATI POCO ATTENDIBILI CON LE STRANIERE – Secondo l’OBD FastLink la 530D ha nel serbatoio il 699% del carburante (ma non è un’autocisterna) oltre al quale non restituisce alcun valore che sembri almeno in parte indicativo, nemmeno la temperatura del motore o dell’aria ambientale e dubitare della presenza del sensore specifico non è per niente plausibile su un’auto da oltre 60 mila euro. La Yaris è l’auto che ha movimentato il test più di tutte, con la temperatura motore misurata a 255 °C, senza la quale il proprietario si sarebbe sicuramente risparmiato un bel colpo quando, assistendo alla ricerca dei guasti, l’OBD FastLink ha prodotto una serie di 7 codici di errore DTC variabili a ogni connessione, errori non confermati né dal quadro strumenti dell’auto, né dal Texa Axone Direct e, per scrupolo, nemmeno dalla rete di assistenza Toyota Motor Italia; della serie tutto è bene quel che finisce bene ma paventare un guasto alla pompa del carburante, al turbo e agli iniettori in una sola volta è come un fulmine a ciel sereno, ma nella stagione delle piogge.

IN SINTESI

Marca e modello: OBD FastLink

Tipologia: periferica EOBD per la diagnosi universale del motore e la ricerca di codici guasto DTC

Applicazioni: veicoli e camper a 12 e 24 V

Accessori: cavo di collegamento USB e software inclusi

Prezzo: 139 euro + s.s.

Pro

  • Un accessorio utile a quanti siano in grado di masticare i fondamenti della meccanica applicata al funzionamento dei motori e della diagnostica dei sistemi di bordo dei veicoli, ma ricordate di applicarlo a un’auto che gli piaccia (Versione firmware 7.0);
  • prezzo: è di circa un ventesimo rispetto agli strumenti di diagnosi professionale ma il vantaggio dell’acquisto decade se proporzionato all’applicazione degli stessi che non si limitano a controllare la centralina del motore e lo fanno con un livello di dettaglio maggiore (codici di serie, abilitazione nodi, codifica chiavi, ecc.);
  • assistenza post vendita: la disponibilità del titolare dell’Azienda a fornire informazioni e supporto ai clienti sull’installazione della periferica è esemplare, peccato che il manuale non includa anche un corso accelerato sul significato dei parametri monitorabili;
  • aggiornamenti gratuiti: confidiamo negli aggiornamenti affinché la periferica sia allineata presto alle prestazioni ottenibili con un software di diagnosi gratuito come FiatEcuScan, limitato però alle sole auto Fiat, Lancia e Alfa Romeo ma con dettagli e attendibilità da strumenti di ben più alto livello (vedi codici di serie centraline e iniettori, parametri obiettivo e scansione integrale delle principali centraline).

Contro

  • Cavo USB corto: si è costretti a lavorare in prossimità del sedile guida o del volante; senza un cavo più lungo (facilmente reperibile) scordatevi di utilizzare una postazione computer fissa o di sedere al lato passeggero con il portatile durante una diagnosi su strada;
  • compatibilità e fruibilità: se si è fortunati con il modello di auto il dispositivo restituisce alcuni dei codici guasto più conosciuti ma una volta trovato il guasto presunto preparatevi alla domanda “e ora come si ripara?!”. Inoltre non è detto che al codice riguardante il debimetro, ad esempio, corrisponda la sua sostituzione poiché un errore di “flusso aria anomalo” potrebbe essere causato, per citare alcune cause possibili, anche da una crepa lungo il circuito di aspirazione, dal filtro aria motore intasato o dalla geometria del turbo bloccata in posizione di massima apertura.


6 commenti

peppe
23:42, 23 novembre 2012

Salve, volevo avere alcune informazioni su diagnosi auto. Grazie anticipatamente

Redazione
13:58, 24 novembre 2012

Sig. Esposito ,
la invitiamo a formulare la sua richiesta sul nostro forum, nella sezione Tecnica, Meccanica e Fai da Te, affinchè possa essere visionata dai nostri esperti consulenti.

cordiali saluti,
Redazione di SicurAUTO

altin
23:31, 27 novembre 2013

Salve vorrei sapere qualcosa di piu x favore… non so quant'è recente questo apparecchio…. funziona con le auto dopo il 2005? Volwsvagen, audi, mini one, ect?

gudo
12:58, 27 settembre 2015

valevo sapere come fere la diagnostica auto gradis

luigi
12:13, 26 settembre 2016

vorrei acquistare un interfaccia controllo diagnosi auto per comgraziepiuter che vada bene per l'auto dr5