Test GripGo: il supporto auto per smartphone che soffre il freddo

Affidereste il vostro smartphone nuovo a un supporto adesivo per auto? Noi ci abbiamo provato ed ecco come è andata a finire

14 aprile 2014 - 7:00

Quando si sale in auto, a meno di avere una pochette al seguito, il cellulare è sempre d'intralcio in tasca o tra le mani e ancora prima di girare la chiave finisce nel porta bicchieri. Sapete che esistono dei supporti universali per smartphone che non hanno bisogno di regolazioni? Basta avvicinare il cellulare, di qualsiasi forma e dimensione, per riporlo in un punto sicuro e allontanare i rischi di distrazione. Abbiamo provato il supporto adesivo per smartphone  GripGo venduto sul web, che fin dalle prime battute del test ha alternato qualità, incertezze e limiti. In altre parole è costante come un gigante che cammina sui tacchi a spillo. Sarà riuscito a tenere su lo smartphone senza romperlo? Scopritelo nel nostro test.

IL CELLULARE SI ATTACCA AD OCCHI CHIUSI – Il supporto universale per smartphone GripGo nasconde nel nome (attacca e parti) la praticità d'uso di una superficie ultra adesiva: afferra il cellulare in un istante come i supporti magnetici universali Tetrax, che abbiamo testato qualche tempo fa. Al pari dei supporti magnetici, che attiravano tutto ciò che fosse metallico, il supporto adesivo GripGo raccoglie tutto ciò che può appiccicarsi sulla staffa UltraGrip di colore verde. Ma la polvere, che in auto abbonda come la farina in un panificio, è solo l'ultima preoccupazione per chi sta per mettere alla prova il GripGo per la prima volta, soprattutto durante la stagione invernale. Cosa c'entra lo capiremo più avanti, intanto scopriamo cosa vi arriva a casa per circa 7 euro acquistando il supporto GripGo sul noto sito di ecommerce amazon. All'interno dello scatolo, insieme al supporto GripGo preassemblato c'è anche un dischetto di plastica che servirebbe a fissare la ventosa sulla plancia. A una prima analisi i materiali appaiono piuttosto resistenti e di discreta qualità ma solo la prova di sollevamento pesi può dirci se lo smartphone è in buone mani.

LA VENTOSA VA INCORAGGIATA – Il supporto universale GripGo è sostenuto al parabrezza da una ventosa a vuoto, di quelle che tirando giù una levetta fanno una maggiore presa sul parabrezza. Ma ogni volta che abbiamo provato ad attaccarla è venuto giù tutto il supporto. Dopo qualche tentativo si capisce che solo premendo la ventosa contro il vetro con forza si ottiene una discreta tenuta: un punto di demerito quindi per il comfort. La semplicità costruttiva non tradisce carenze di tipo pratico. Il sostegno lungo circa 15 centimetri, che si raccorda con un giunto a sfera tilt swivel alla basetta adesiva UltraGrip, ci ha permesso di trovare velocemente una collocazione comoda e sicura ai nostri device.

IN ESTATE LA SCELTA E' TRA IL GRIPGO O IL CLIMA ACCESO- Peccato che poi l'efficacia del supporto sia messa in gioco appena si accende l'aria condizionata. Tra le indicazioni del produttore, visibili solo una volta aperta la confezione, è riportato: “nella stagione fredda riscaldate il veicolo prima di usare il supporto GripGo” . Per dare una spiegazione a questa frase dirigiamo l'aria condizionata alla temperatura più bassa sul parabrezza e dopo qualche decina di minuti: pluf! Il nostro smartphone è steso sui tappetini. Quando in auto fa freddo, infatti, la superficie UltraGrip tende a indurirsi e a perdere le sue proprietà adesive: molto deludente. Se invece in estate preferite il vento caldo tra i capelli e in inverno siete disposti ad aspettare che il riscaldamento si svegli prima di andare in ufficio, allora sarete soddisfatti del supporto adesivo GripGo. C'è ancora qualcosa con cui bisogna fare i conti a prescindere da tutto: il peso e la finitura posteriore del dispositivo (vedi gallery). Se la cover posteriore è ruvida (goffrata) la base UltraGrip offre una superficie adesiva ridotta rispetto agli smartphone con una forma regolare e liscia. In tal caso con una custodia di gomma si riesce a mettere tutti d'accordo.

TROPPE CONDIZIONI – L'emozione di tenere uno smartphone nuovo di zecca appeso a un pezzo di gomma adesiva non capita tutti i giorni ma ad ogni modo è poco gradevole. Soprattutto se, guidando in centro, gli altri automobilisti vi vedono stringere i denti su ogni dosso rallentatore. Il rischio di distrarsi durante la guida non viene tanto dal pericolo di ritrovare il cellulare sui tappetini (salvo precedenti considerazioni), quanto dal timore che ciò accada. La forza adesiva del sostegno UltraGrip, infatti, non è risultata costante durante il test poiché la polvere e le fibre passano in fretta dal retro del cellulare al tappetino adesivo (vedi gallery). Abbiamo verificato che, come consiglia il produttore, un lavaggio veloce e frequente sotto l'acqua riporta il supporto GripGo alle sue originali caratteristiche. Ma questo comporta un impegno ulteriore che annulla il vantaggio di assicurare velocemente con una mano lo smartphone al supporto adesivo. In definitiva è meglio puntare ai supporti magnetici Tetrax, più compatti e versatili ma soprattutto più sicuri durante la guida anche con l'aria condizionata accesa. Come sempre vi ricordiamo di fare un uso attento e limitato del cellulare durante la guida poiché, oltre alla multa, un sms al volante può costarvi la vita.

IN SINTESI

Marca e Modello: GripGo

Prezzo: da 7 a 10 euro (s.s.escluse)

Caratteristiche: Supporto adesivo universale per smartphone

PRO

  • Il prezzo è senza ombra di dubbio la carta vincente del supporto per auto GripGo. I soli materiali di discreta qualità però non assicurano solidità nel sostegno di smartphone costosi e più fragili dei cellulari di qualche anno fa.

CONTRO

  • Se lo smartphone non è piano e liscio, la superficie adesiva UltraGrip obbliga ad usare una custodia. Inoltre, quando la temperatura dell'abitacolo è bassa (in inverno o in estate con il condizionatore acceso), indurisce e non sostiene adeguatamente il dispositivo. La ventosa si è dimostrata piuttosto debole se non premuta con forza contro il parabrezza.

1 commento

Stefano
11:41, 15 aprile 2014

Ciao,
vi consiglio di provare i supporti della Clingo, di cui questo supporto da voi recensito è una misera (e scadente, a quanto leggo) imitazione.

Uso un supporto Clingo da più di un anno con estrema soddisfazione, e non accusa alcun tipo di problema né con temperature estremamente fredde (-5 °C al mattino con l'auto che dorme fuori) o estremamente calde (auto nera parcheggiata una giornata sotto al sole), oltre ad essere molto curato e in generale molto funzionale.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto familiari e seggiolini: solo 4 su 18 adatte a 3 bambini nel 2019

Volvo 2020 vendute come cellulari: fino a 100 GB gratis il primo anno

http://add-a-cdchanger.co.uk/wp-content/uploads/sites/294/2018/04/A_row_of_modern.jpg

La Top25 di marche e modelli più venduti in Europa nel 1^ semestre 2019