Test CoPilot Live Premium: il nuovo navigatore offline per smartphone

Il navigatore GPS CoPilot Live si orienta solo con i satelliti ma per usarlo appieno internet non può mancare

18 marzo 2013 - 7:00

Il navigatore CoPilot Live Premium memorizza le mappe stradali su smartphone o tablet e non richiede altra connessione oltre quella GPS. E' versatile e personalizzabile ma per usare le funzioni aggiuntive è indispensabile la connessione a internet.

INTERNET NON SERVE, MA – Acquistare uno smartphone senza sottoscrivere un piano tariffario che includa anche la connessione a internet potrebbe equivalere ad acquistare un'auto con la metà dei sedili. Quando la rete 3G non offre una copertura ottimale, le applicazioni (quasi tutte) che sfruttano la connessione dati diventano inutilizzabili e a quel punto entrano in gioco le applicazioni “offline”. Il nuovo navigatore satellitare per Android e iOS, CoPilot Live Premium è tra le poche applicazioni che hanno bisogno solo dei satelliti e della batteria (il caricatore da auto è indispensabile). E' disponibile sui marketplace anche in versione gratuita ma per le indicazioni vocali  e le mappe 3D bisogna acquistare l'applicazione estesa a 24,99 euro (mappa italiana).

VUOLE I SUOI SPAZI – Abbiamo testato CoPilot Live Premium su Samsung Galaxy Ace e iPhone 4 apprezzandone la fluidità dell'applicazione e la semplicità d'uso, ma il peso dei dati da installare richiede molto spazio sia sul telefono che sulla sd. Fatto salvo il dispositivo Apple, su uno smartphone Android di fascia media potrebbe essere necessario cancellare giochi e altre applicazioni per lasciare posto ai 22,28 Mb richiesti dal navigatore offline. L'installazione delle mappe NAVTEQ, invece, non desta preoccupazioni, basta avere una memoria SD con almeno 200 Mb liberi per caricare tutte le strade e i POI d'Italia. Se si ha voglia di girare l'Europa, la memoria occupata sale a 2 Gb, anche suddivisi tra la cartografia Ovest ed Est. Uno dei punti di forza di CoPilot Live Premium è che una volta acquistata la licenza, la stessa può essere trasferita su un altro smartphone o tablet dello stesso utente registrato. La gestione delle mappe di tutto il mondo è vincolata alla memoria di archiviazione e al costo (44,99 euro Europa, 37,99 euro Europa dell'Ovest).

PIU' DI UN SEMPLICE NAVIGATORE – L'indipendenza dalla connessione dati non è sempre vantaggiosa, poiché il navigatore di ALK Technologies integra tante utili funzioni (condivisione posizione su Facebook e Twitter, Active Traffic, Meteo, PhotoNav, Prezzi Carburane e Wikipedia) che hanno bisogno del traffico dati per funzionare. Inoltre alcune di queste particolarmente interessanti sono a pagamento, come Active Traffic gratuito per il primo anno (poi 8,99 euro ogni 12 mesi) e Prezzi Carburante, che aiuta a trovare il distributore vicino più conveniente (7,98 euro ogni 12 mesi). A parte i costi opzionali, con le innumerevoli personalizzazioni offerte, dai temi dello sfondo agli allarmi per autovelox e limiti di velocità,  passando per la guida vocale e la visualizzazione delle mappe, CoPilot Live Premium si propone completo e versatile. Non nasconde però qualcosa da migliorare, prima di parlarne ecco nel dettaglio cosa ci ha convinto.

NON LO FERMA NESSUNO – L'interfaccia di navigazione è molto semplice, pulita e trasmettere le informazioni indispensabili con il classico colpo d'occhio durante la guida. La barra di visualizzazione inferiore raffigura al centro le istruzioni correnti e ai lati si è liberi di scegliere cosa visualizzare, tra distanza residua, velocità, tempo residuo all'arrivo, altitudine e direzione. Sulla mappa (3D o 2D) si può attivare la visualizzazione dei limiti di velocità con allarme sonoro, peccato che l'allarme sia a volte molesto per i passeggeri (si può solo disattivare il volume ma non regolare). La scelta dell'itinerario è agevolata da 3 tragitti alternativi che si possono modificare trascinando l'itinerario con la funzione Drag&Drop per integrare, ad esempio, una deviazione. La pianificazione del percorso varia se si è in auto, moto, bici, a piedi o in camper (utile ad evitare svolte strette o sottopassi, come segnalato anche da un test del TCS). In genere si ha sempre la scelta di evitare i pedaggi, preferire un tratto veloce a uno più breve, piuttosto che una strada secondaria a quella principale. Avviata la navigazione, CoPilot Live Premium è ineccepibile alle rotatorie, su strade extraurbane e autostrade, con i segnali di superamento dei limiti di velocità, presenza di autovelox fissi e indicatore di corsia avanzato (agevola l'attraversamento di incroci complessi). Prima di raggiungere l'autostrada però, bisogna inserire la destinazione, quindi facciamo un passo indietro per capire cosa non ci ha convinto del navigatore offline.

MA IN CITTA' NON S'IMPEGNA MOLTO – La scelta della destinazione non è così immediata da consentire la pianificazione di una gita lampo, poiché i nomi delle strade spesso sono errati (Via Vertice invece di Vetice o Via Gucci invece di Cucci). Se si è fortunati con la strada, bisogna affidarsi al proprio fiuto nella ricerca del numero civico, che il navigatore CoPilot a volte non conosce. Basta “saltare” la selezione e partire alla volta di un incrocio qualsiasi (con ottime probabilità di raggiungerlo) e sperare di non dover scegliere tra il proprio orientamento e quello GPS. Anche a decine di chilometri di distanza tra le strade in cui ci ha guidato CoPilot Live Premium, i sensi unici sono di rado ignorati e a salvarci dalla guida contromano sono stati solo i divieti d'accesso. In compenso però il ricalcolo del percorso è sempre istantaneo e segue le stesse preferenze scelte dal conducente. Ad andatura cittadina le indicazioni non sono efficaci e veloci come in autostrada: per capire quando svoltare ci si distrae di continuo. Quando la svolta si trova a meno di 500 metri, la guida vocale smette di dare riferimenti metrici e inizia un susseguirsi di messaggi “Appena avanti svoltare a ..” e solo il display mostra tra quanti metri bisogna azionare la freccia. Tra tutti gli aspetti da migliorare è forse quello più scomodo per chi è al volante e confidiamo che gli aggiornamenti (frequenti e scaricabili direttamente dall'App), sappiano presto porre rimedio alle lacune che minano un potenziale alto ma da sfruttare meglio.

IN SINTESI

Marca e Modello: CoPilot Live Premium Italia

Prezzo listino: 24,99 euro (Marketplace Android e Apple)

Funzioni: Navigatore satellitare GPS per smartphone e tablet offline

Peso: 22,28 Mb + 195 Mb su SD (Android); 354 Mb (Apple)

Funzioni accessorie: Collegamento ai Social Network, Active Traffic, Meteo, PhotoNav (trova destinazione da una foto), Prezzi Carburane, Wikipedia (fornisce informazioni sulle località) e Trova auto.

Pro: Non richiede la connessione dati per le funzioni di navigazione di base, aiuta a rispettare i limiti di velocità, ha funzioni aggiuntive utili (con internet) ed è molto affidabile in autostrada.

Contro: Impostare la destinazione non è sempre semplice, per la cartografia non aggiornata e alcune strade inesistenti. L'accuratezza delle indicazioni vocali andrebbe migliorata nella navigazione urbana poiché in città è troppo vaga l'indicazione “Appena avanti svoltare a..” e guardare il display per capire quando girare è un rischio che si corre di continuo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quale telo copri parabrezza antighiaccio comprare: il test di AutoZeitung

Lampade da lavoro a LED: le migliori secondo Autobild

Test Accessori Auto Invernali: quali sono i meno utili?