Test batterie auto 2013: ecco le migliori

Il TCS mette alla prova 6 batterie tradizionali e 6 batterie per auto con Start&Stop

26 novembre 2012 - 7:00

Il Touring Club Svizzero ha analizzato le batterie per avviamento dei principali Produttori ponendo particolare attenzione a quelle per auto equipaggiate con sistema Start&Stop. La diffusione del sistema che aiuta a contenere il consumo di carburante e l'inquinamento nelle soste ai semafori richiede particolare attenzione quando si sostituisce la batteria con una nuova poiché una svista potrebbe costare noiosi malfunzionamenti e costose riparazioni.

UNA PER OGNI AUTO – Guai a confondere una batterie AGM con una ECM e il motivo per cui la svista può costare cara ce lo spiega qui il Responsabile Sviluppo Prodotto Exide. I tecnici del TCS hanno analizzato i parametri di funzionamento delle batterie Banner, Bosch, Varta, Exide Premium e Patrouille (prodotta da Banner) sia per le auto tradizionali cosiddette “a liquido” sia per le auto con sistema antinquinamento Start&Stop, capaci di maggiori correnti di spunto, stressando queste ultime nella maniera più consona alla funzione per cui sono state progettate: resistere a infiniti avviamenti nel traffico. Tra le due tecnologie costruttive, quella tradizionale a liquido mostra nei test una resistenza inferiore al calore sprigionato dal motore pur garantendo la giusta alimentazione anche negli avviamenti a freddo. Mentre le batterie EFB/AGM (Enhanced Flooded Batteries/Absorbent Glass Mat) per applicazioni micro-ibride su veicoli dotati di recupero di energia in frenata oltre a Start&Stop sono più resistenti in tutte le condizioni.

PROMOSSE MA CARE – Con capacità nominali da 70 a 72 Ah e correnti di spunto all'avviamento fino a 760 A, le 12 batterie sono state valutate in condizioni di prova unificate verificando la corrispondenza dei parametri dichiarati dai Produttori con quelli misurati nei test. Tra le batterie tradizionali a liquido, la Banner Power Bull acquisisce il punteggio maggiore per Capacità, Corrente di avviamento a freddo e Longevità, superando con il voto più alto anche gli esami tecnici con la valutazione finale “ottimo”. Stesso voto finale anche per la Bosch Silver S4 che ha dalla sua anche un prezzo leggermente inferiore (209.3 contro 250.8 euro). Tra le batterie specifiche per le auto più ecologiche, il pareggio è dovuto alla compensazione dei voti parziali migliori spalmati tra i diversi prodotti esaminati: tutte promosse con la valutazione di “molto consigliato” e in questo caso il costo di acquisto della Banner Running Bull EFB di 319.7 euro può spuntarla sul prezzo della Exide Micro-Hybrid ECM (382.8 euro).

LA PROVA DEL SEMAFORO – Chi ha acquistato un'auto nuova da qualche mese sa che se l'auto si spegne agli stop non vuol dire che è guasta ma è semplicemente il dispositivo antinquinamento che mette in stand-by il motore arrestandolo per poi riavviarlo quando si preme la frizione (o si toglie il piede dal freno, quando il cambio è automatico) e si è pronti a ripartire. L'efficienza della batteria nei continui avviamenti dev'essere costante nel tempo per garantire il funzionamento ottimale dei sistemi elettronici attivi quando il motore si spegne, ma soprattutto nella successiva fase di avviamento. Per testare la resistenza delle batterie per auto alle soste da semaforo, sono state simulate migliaia di fermate con annessi arresti e riavviamenti del motore. Nel test di resistenza del TCS è stato simulato un tempo d'attesa di 59 secondi a un semaforo rosso o in colonna. Dopo l'avviamento, è seguito un periodo di marcia ininterrotto di 60 secondi, accompagnato da un nuovo intervallo d'attesa di 59 secondi, i tutto ripetuto 40 mila volte. Le batterie EFB e AGM hanno superato bene questa prova mentre sulle auto con Start&Stop automatico, la durata di vita di una batteria “a liquido” tradizionale è limitata.

CONSIGLI PER L'INVERNO – Una batteria d'avviamento per auto mantiene la sua efficienza mediamente per 5 anni, tuttavia, particolari condizioni d'uso potrebbero abbreviarne la vita sensibilmente. Se la batteria è posizionata nel vano motore è opportuno riposizionare sempre le custodie che la proteggono dal calore del motore, se invece la stessa è posizionata sotto al sedile o nel bagagliaio, l'ideale è installarne una con tecnologia AGM che evita la fuoriuscita di liquido elettrolita. Soprattutto in inverno, quando sbrinalunotto, ventilazione, fari e tergicristalli lavorano insieme, è meglio disattivare tutti i dispositivi durante l'avviamento del motore e guidare almeno per mezz'ora se l'auto è utilizzata per rari e brevi spostamenti o si dovrà ricorrere con più frequenza a una ricarica rigenerante dell'accumulatore.

1 commento

giovanni
19:44, 29 agosto 2017

molto interessante, ho acquistato quella “tradizionale” che meglio ha superato tutti i test, ovvero la power bull

POTRESTI ESSERTI PERSO

Quanta CO2 emette la produzione di un’auto elettrica?

Batterie auto con Start&Stop: Piombo, AGM e EFB, cosa cambia?

Upgrade e Garanzia batterie auto: 1 anno o 2?