Test AEB 2019: non sempre le auto frenano bene anche in inverno

L'ADAC ha messo a confronto 20 modelli nella frenata di emergenza AEB. Il sistema di sicurezza perde efficacia sull'asfalto scivoloso

12 febbraio 2019 - 17:39

La tedesca ADAC mette alla prova i sistemi di frenata automatica presenti a bordo delle ultime auto in commercio. Nei test di sicurezza svolti dalla Euro NCAP anche i dispotivi di automatic braking hanno un ruolo importante nel determinare i punteggi finali. Eppure il test Adac, pur evidenziando particolari meriti per alcune vetture, mette in luce gravi lacune e problematiche accentuate dalle rigide temperature invernali. In particolari condizioni, con fondo stradale ghiacciato o bagnato, la frenata automatica non riesce ad avere la stessa efficacia registrata nelle “condizioni standard” di prova e ne derivano incidenti. Insomma la tecnologia, che pur contribuisce sempre più alla sicurezza stradale, sconta ancora un notevole gap tecnico rispetto alle condizioni di utilizzo “reale”. Vediamo i dettagli dello studio comparativo.

FRENATA AUTOMATICA Recentementi il crash test Euro NCAP ha conosciuto un cambiamento profondo. Da qualche tempo infatti i suoi criteri di prova hanno privilegiato la protezione del consumatore con specifici test dedicati ai dispositivi di assistenza alla guida. La tedesca ADAC ha voluto svolgere un test riguardante i sistemi di frenata di emergenza. A bordo di quasi tutte le auto di recente fabbricazione sono presenti sensori e radar anteriori che evitano impatti con altre auto o pedoni. Si tratta di strumenti di grande rilievo perché la prevenzione degli incidenti è chiaramente l'opzione migliore per ridurre il numero di morti o feriti gravi sulle nostre strade. Inquest'ottica un ruolo importante è svolto dalla funzione che attiva automaticamente i freni in caso di emergenza (Leggi in Italia 13 milioni di auto non sicure). I tecnici ADAC hanno elaborato una valutazione speciale suddivisa per categorie: frenata di emergenza City Assistant: 20% del punteggio, frenata per pedone/ciclista: 50% (25% ciascuno), assistente di emergenza fuori città: 30%.

IL TEST Nell'Euro NCAP il test AEBS (Autonomous Emergency Breaking Sistema) assegna una parte dei punti nei criteri di protezione degli occupanti, la protezione dei pedoni e la sicurezza attiva. Pertanto, un cattivo rating nel test di freanta di emergenza può essere compensato da punti in altri ambiti (Leggi auto connesse e cybersecurity: gli sviluppatori lanciano l'allarme). Il test ADAC ha riguardato 20 auto indipendentemente dalla classe del veicolo. E' emerso come esistano certamente differenze significative nel livello di sicurezza anche all'interno delle auto classificate a 5 stelle. La BMW X5 si piazza in cima alla classifica con il 98% in tutti i test legati alla frenata di emergenza, seguita dalla Mercedes Classe A (93%) e dall'Audi A6 (91%). Risultati non lusinghieri, 0%, per Fiat Panda e Jeep Wrangler che offrono come standard alcun sistema di freanta di emergenza.

METODI A CONFRONTO Nel test Euro NCAP sul il sistema di frenata di emergenza in città, il veicolo di prova è guidato a velocità progressivamente crescente va da 10 a 50 km/h verso un veicolo fermo che deve essere evitato dal radar anteriore. Le prove, però, sono eseguite esclusivamente su una superficie asciutta e a temperature tra 5 °C e 40 °C .La valutazione dei modelli testati da Euro NCAP nel 2018 mostra che i requisiti del City Emergency Brake Assist sono soddisfatti di circa due terzi dei modelli a 5 stelle. Ad esempio l'Audi A6 nel test Euro NCAP può evitare completamente l'impatto fino a una velocità massima di prova di 50 km / h. per minimizzare i falsi allarmi fastidiosi, l'auto-frenata automaticamente il più tardi possibile. Questa scelta si rivela limitata in inverno e con strada molto bagnata. Nel test ADAC una Audi A6 con pneumatici invernali a velocità da 25 km/h 45 km/h con temperatura esterna ripetutamente a -1°C, l'auto si scontra con il manichino del veicolo fermo pur avendo ridotto la sua velocità.

OCCHIO AL METEO Il test ADAC dimostra che i parametri ambientali, come la temperatura esterna, l'umidità o la scivolosità, pur non facendo parte del calcolo Euro NCAP per l'assistenza alla frenata d'emergenza automatica, sono di grande importanza. ADAC ha anche fatto luce anche sul rilevamento dei pedoni da parte dei sistemi di frenata di emergenza in condizioni di scarsa luminosità. Anche questi dati hanno permesso di stilare la classifica dei 20 modelli più sicuri. Va detto che negli ultimi anni l'elevata sicurezza dei veicoli non è più esclusivamente propria delle auto di lusso, ma è anche disponibilesu molte vetture di fascia media. La sicurezza del veicolo e la protezione degli occupanti sono quindi sempre più accessibili, anche se l'indagine sui sistemi di frenatura di emergenza rivela delle lacune. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto citycar con frenata automatica d’emergenza

Test dell’Alce Tesla Model 3 2019

Auto elettriche: sotto ai 20 km/h obbligatorio un suono di 75 dB