Tablet pc in auto: i supporti per un fissaggio rapido e sicuro

Installare un tablet pc in auto, SicurAUTO vi svela i supporti universali e quelli dedicati

27 febbraio 2012 - 8:00

Quando il lavoro costringe per molte ore al volante, l'uso di uno smartphone è quantomeno indispensabile per gestire le telefonate (sempre via Bluetooth) e controllare o rispondere alle e-mail (nelle pause al semaforo), ma la comodità di un display più grande non ha prezzo per i professionisti più esigenti che ricorrono al tablet pc in auto. Ai posti anteriori o posteriori (in caso di intrattenimento multimediale per i passeggeri), i tablet sono sostenuti da supporti universali o dedicati ai Marchi più diffusi: “a ventosa” per plancia e parabrezza o “a gancio” per i poggiatesta dei sedili, i sistemi di fissaggio sono molto simili tra loro e a differenziarli oltre al prezzo è la possibilità di spostarli da un'auto all'altra senza costi aggiuntivi.

AVANTI PER LAVORO – Nel raggio di azione del guidatore il tablet può essere installato al parabrezza, alla plancia o alla seduta del passeggero con semplici procedure, ma una corretta installazione deve lasciare libero controllo del volante senza ostacolare la visuale di guida ne trasformare in un proiettile il tablet scagliato dall'apertura dell'airbag contro i passeggeri. A rigor di logica, installare un iPad o un Galaxy Tab da circa 10″ nell'abitacolo rastremato di una Fiat 500 sembrerebbe un'impresa impossibile a meno di ricorrere al funzionale ma ingombrante RAM-MOUNT RAM-B 316-1 TAB3U che al prezzo di 85 euro tiene il tablet solidale al sedile del passeggero con un braccio snodabile che si estende fino al guidatore; comodo per chi guida, meno per chi siede a fianco. In un abitacolo spazioso con una plancia spiovente si ha un'ampia scelta tra le possibili configurazioni di montaggio, contando sulla linea Brodit che offre a disposizione degli utenti un configuratore on line con cui costruire virtualmente il supporto completo, specifico per il singolo modello di auto e dispositivo portatile. La modularità dei componenti Brodit permette di combinare i supporti da plancia (ProClip) e da poggiatesta specifici per ogni auto con le maschere di supporto (Holder) che si agganciano al tablet, facilitando un montaggio e uno smontaggio rapidi con un risultato estetico ottimale e non invasivo (prezzo di circa 80 euro riferito all'installazione dell'iPad2 alle bocchette di ventilazione su una Fiat Punto Evo, con sistema di sgancio rapido Clip Mounting Mini e Holder con connettore integrato per l'alimentazione). Molto più conveniente e senza compromettere l'accessibilità ai comandi della plancia, gli holder a ventosa orientabili di Puro sono universali per tutte le auto e condividono le maschere dedicate ai singoli dispositivi con il braccio di sostegno da parabrezza o da poggiatesta (da 24,99 euro per il Galaxy Tab sul sito del distributore italiano).

DIETRO PER SVAGO – Per intrattenere i passeggeri posteriori, i supporti dei poggiatesta anteriori fungono da elemento di sostegno su cui agganciare o appendere la “tavoletta elettronica” (quando usiamo questi supporti, ricordiamoci di dare sempre la priorità alla giusta regolazione del poggiatesta: almeno 2-3 cm sopra la nuca). Restando in casa Brodit, ci si può orientare sui supporti specifici per modello di auto da avvitare al poggiatesta; un sistema che assicura il pc saldamente al sedile ma che non può essere utilizzato su due differenti auto: limitato per il suo costo (80 euro per l'iPad2 installato ai poggiatesta di una Volkswagen Golf IV). Molto più versatile è la soluzione proposta da Puro con il supporto di aggancio da poggiatesta universale. Al prezzo di 29,99 euro è possibile, infatti, installare un Samsung Galaxy Tab (o iPad per 39,99 euro) su qualsiasi poggiatesta con staffe distanti fino a 16,5 cm; la soluzione più economica e versatile. Senza alcun dubbio il sistema di aggancio più elegante di tutti è proposto da Griffin al prezzo di 34,90 euro per iPad2 su MacShop.it. Un tascone imbottito in similpelle aderisce al dispositivo come una cover di materiale rigido, lasciando scoperti i tasti funzione e il touch screen, mentre una cinghia regolabile con velcro imbraca dall'interno il Cinema Seat 2 e lo assicura ai pioli del poggiatesta di tutte le auto; un prodotto versatile che fa pagare l'esclusività e la ricercatezza delle finiture.

SICUREZZA DA NON SOTTOVALUTARE – Avanti o dietro come per tutti i dispositivi d'infotainment che si applicano nel raggio d'azione del guidatore o sulla visuale di guida, anche i supporti per tablet, o per cellulari tipo il Galaxy S3 Autohalterung, non devono essere installati puntando alla sola facilità con cui raggiungere il dispositivo e utilizzarlo (sempre e comunque ad auto ferma). In particolare per quelli posteriori ad aggancio rigido è importante ricordare di allacciare le cinture di sicurezza (abitudine difficile da seguire in Italia) poiché un eventuale urto in frenata contro i sedili anteriori potrebbe essere tutt'altro che piacevole o divertente. Come già accennato prima, l'installazione di qualsiasi tablet deve essere lontana dalle classiche zone di fuoriuscita degli airbag frontali o laterali.

1 commento

iSara80
17:51, 28 febbraio 2012

Troppo comodo quello da poggiatesta… Io ho preferito acquistare questo:
http://www.elettroutlet.it/598-ipad-ipad2/334-supporto-universale-da-poggiatesta-per-ipad-e-tablet.html

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto familiari e seggiolini: solo 4 su 18 adatte a 3 bambini nel 2019

Green NCAP: Nissan Leaf e Opel Corsa primeggiano nei test

Test dell’Alce Tesla Model 3 2019