Lavaggio auto senz’acqua: lo abbiamo provato per voi

Lavaggio auto senza'acqua: tutti ne parlano, molti lo temono. SicurAUTO l'ha provato per voi in un test esclusivo. Ecco i risultati.

12 settembre 2011 - 9:00

Il lavaggio dell’auto per l’automobilista è un appuntamento settimanale immancabile per la cura della propria quattro ruote, tenendo pulito e in ordine il mezzo che quotidianamente lo conduce ovunque. All’atto pratico c’è chi, secchio e spugna alla mano, decide di fare da se nel giardino di casa e chi invece, per mancanza di tempo e spazio necessari, è costretto ad affidarsi all’autolavaggio. Se è vero che il sogno di molti è provare almeno una volta il sexy car wash (eventi organizzati che spesso animano gli autoraduni) e guardare la propria auto lavata a ritmo di musica da attraenti ragazze in abiti succinti, la sola idea di rimuovere lo sporco dalla carrozzeria senza usare acqua, con un lavaggio cosiddetto “a secco”, è un incubo a occhi aperti.

NON VEDO, NON CREDO – Anche l’automobilista meno attento al “car detailing” si spaventerebbe all’idea di rimuovere la polvere dalla carrozzeria con un semplice spolverino, figuriamoci poi come reagirebbe il felice proprietario di un’elegante berlina di colore nero a un cartello inneggiante il servizio di car care esposto nel parcheggio di un centro commerciale: probabilmente, la fuga sarebbe spontanea. E’ la ferrea volontà a restare legati alle care e vecchie tradizioni con secchio, acqua e spugna o il reale (ma infondato, non avendo mai provato) timore di rigare la carrozzeria che ci farebbe desistere dall’incoraggiare la diffusione di questa tecnica innovativa di lavaggio? Senza attendere che l’auto dell’amico o del collega di turno sia usata come cavia da esperimenti, vediamo insieme come funziona il lavaggio senz’acqua.

NON PROPRIO A SECCO – Uno slogan meno terrificante (“lavaggio senz’acqua”) di quello fino ad oggi concepito per una lavanderia express (a secco), spiega più di mille parole il principio che ha rivoluzionato il concetto di auto pulita: fare a meno dell’acqua. Una soluzione a base di cere naturali e saponi ecologici in acqua deionizzata, nebulizzata sulla carrozzeria e rimossa con dei comuni panni in microfibra, lava e lucida l’auto assicurandole nuovo splendore e proteggendola a lungo dalla polvere con un sottile film antistatico. I vantaggi di lavare l’auto lì dove il secchio è bandito, in tempi record e senza inquinare (apparentemente nessun liquido sarebbe riversato nell’ambiente), con risultati allettanti e senza compromessi, sembrano aver già mandato in pensione il più tradizionale e laborioso metodo di pulizia. In fondo, perché faticare per ore in giardino con acqua e sapone se in un battibaleno il risultato sarebbe anche migliore?

5 commenti

Marco
12:28, 14 settembre 2011

Sto cercando informazioni sul lavaggio a secco perché si sta avvicinando l'inverno, e se spesso lavo l'auto da solo con la brutta stagione diventa un po' difficile farlo con secchio e spugna.
La mia compagna mi ha già fornito panni multiuso di Arix a volontà (dice che non graffiano e lei si trova benissimo) ma per il sapone ecologico? Avete consigli?

alberto
16:57, 26 febbraio 2014

Vorrei avere delucidazioni e prezzo per il sistema di lavaggio a secco

Ali
20:36, 6 giugno 2015

volevo sapere la spesa totale di macchinai e documentacione che serve per aviare lativita
grazie e dove li poso comprare

Careclean
19:28, 15 febbraio 2017

Noi già operiamo sulla provincia di Varese,clienti soddisfatti e sempre in aumento! In più offriamo ulteriori servizi professionali per auto
indirizzo e-mail rimosso dalla Redazione

Rosario
12:42, 11 marzo 2017

vorrei sapere se le acque dell lavaggio a vapore è considerato come acque reflue di tipo industriale perchè un mio cliente vorrebbe aprire un lavaggio a secco è ha problemi di scarico in fognatura.Grazie