Fari ingialliti: quale trattamento li rigenera meglio?

29 ottobre 2012 - 7:00

La lucidatura finale con polish pone in parziale parità i due kit. Da un lato la rapidità del platorello 3M con la spugna arancione rimuove con soddisfazione i segni di abrasione del disco P3000 Trizac, ma dall’altro l’accortezza d’idratare con acqua la spugna produce schizzi di polish durante la rotazione dell’utensile che dopo il trattamento si dovranno pulire. Se pensavate di risparmiare 30 secondi di nastratura aprendo il cofano anteriore, ne impiegherete molti altri a ripulire il motore dai residui arancioni. Il kit TurtleWax non è da meno durante la lucidatura finale e la plastica trasparente appare subito scintillante senza nascondere le cromature sottostanti della parabola riflettente. Una spugnetta con cui applicare il polish, non inclusa nel kit, solleverebbe l’utilizzatore dalla scelta di un generico “panno di cotone” consigliato dalle istruzioni. Il tocco finale distintivo è a favore di TurtleWax che consiglia di applicare la salvietta sigillante, inclusa, per proteggere i fari appena rinnovati da futuri ingiallimenti e ossidazioni. Dopo 24 ore, tempo necessario all’asciugatura della protezione, siamo tornati in officina.

UN LUMINOSO PAREGGIO – Dopo il trattamento di ripristino. Entrambi i fari, dopo il ripristino, presentano una rinnovata luminosità che fa sembrare l’auto molto più giovane di quanto sia la sua reale immatricolazione, ma il rinnovato frontale non tradisce la severità del provafari. La misurazione dell’illuminamento mostra un valore intensificato fino a 30000 lux per per entrambi i fari anabbaglianti mentre l’abbagliante sinistro sale a 74000 lux staccando il destro a 71000 lux. Nonostante le prove abbiano portato al conseguimento di un ottimo risultato, comune a entrambi i prodotti, la praticità del kit TurtleWax trova impiego nel rinnovamento di fari con un grado medio di opacizzazione e ingiallimento mentre il kit 3M riesce a ripristinare la trasparenza di fari seriamente compromessi, attenuando anche le scalfiture dei sassi lanciati dai camion in autostrada. Nei prossimi mesi metteremo a dura prova i fari ripristinati e presto vi diremo quale dei due vincerà il confronto sul tempo.

IN SINTESI
Marca e Modello: 3M Kit di Ripristino Fanali
Prezzo listino: 25,41 euro iva inclusa
Funzioni: Ripristina la trasparenza dei fari ingialliti e opacizzati
Accessori in dotazione: platorello per trapano elettrico, dischi abrasivi P500, P800, P3000, nastro per mascheratura, spugna lucidante, polish

Pro
Il ripristino è veloce e risolutivo ma bisogna prestare attenzione a non insistere più del dovuto o sarà difficile rimuovere i graffi di carteggiatura.
Il kit è completo e i dischi sufficienti anche per due trattamenti ma il polish si esaurisce dopo il primo.

Contro
L’impiego di un utensile elettrico ne circoscrive l’utilizzo all’interno del box.
Durante le operazioni si produce molto residuo polveroso e al termine l’auto si presenta parzialmente sporca per il polish proiettato dalla rotazione del platorello. Indossate abiti adatti al lavoro.

Marca e Modello: TurtleWax Kit di riparazione per fanali – Lampa
Prezzo ind.: 17,00 euro
Funzioni: Ripristina la trasparenza dei fari ingialliti e opacizzati
Accessori in dotazione: spugnette abrasive, guanto monouso, lubrificante per carteggiatura, polish, salvietta sigillante protettiva

Pro
Le spugnette abrasive richiedono meno manualità ma più tempo da dedicare al ripristino per via del limitato potere abrasivo. E’ difficile provocare danni all’auto anche per chi è inesperto.
Non richiede energia elettrica ed è utilizzabile anche da chi non ha un box attrezzato.

Contro
Limitato al rinnovamento di fari non seriamente compromessi.
Il kit non include un tampone per l’applicazione del polish e il nastro per la mascheratura della carrozzeria.

1 commento

angelo
2:12, 30 novembre 2012

interessante sono prodotti che difficilmente si trovano, i ricambisti non dannol 'attenzione che meritano, sono impegnati per i ricambi auto. cord saluti