Aspirapolvere per auto: testati 4 modelli per solidi e liquidi

Gli aspirapolvere per auto non garantiscono la stessa pulizia di quelli domestici ma aiutano a tenere l'abitacolo in ordine. 4 modelli nei nostri test

13 marzo 2012 - 7:00

La stagione delle profonde pulizie è alle porte ma poiché lo sporco non sta all’auto come le gomme invernali alla neve, un aspirapolvere che non si limiti solo a quello può rendersi utile a pulire la sabbia di ritorno dal mare come i coriandoli a carnevale, i trucioli della legna per il camino quanto l’acqua gocciolata dagli ombrelli sui tappetini. Abbiamo testato quattro dei modelli più diffusi in commercio con funzioni e dotazioni molto differenti.

DUE CONTRO DUE – Tutti i prodotti da noi testati (tranne il PowerVac a batteria ricaricabile) funzionano con corrente a 12 V dell’accendisigari, ma a suddividere in differenti categorie i modelli di aspirapolvere testati è la capacità di aspirare soli solidi per il Black&Decker Dustbuster Flexi auto e il Lampa Tornado o solidi e liquidi per il Lampa Spirox e il Waeco PowerVac 100.

 

BLACK&DECKER DUSTBUSTER FLEXI AUTO – il più compatto di tutti, sembra primeggiare tra gli altri in un’iniziale ma approfondita analisi. Non è solo l’eccentrico colore arancione a persuadere gli occhi ma l’attenzione ai particolari estetici e funzionali che convincono. Tutto resta al suo posto quando il Dustbuster è a riposo, in funzione o durante la pulizia del filtro: una custodia di nylon impermeabile racchiude l’apparecchio con gli accessori, l’avvolgicavo con clip evita che il filo si srotoli e il tubo di aspirazione incredibilmente flessibile ed elastico durante l’uso, si ripone intorno al corpo-motore agganciandosi al manico superiore quando non serve. Lo sportellino trasparente che richiama l’oblò della lavatrice domestica per forma e meccanismo di chiusura fa in modo che durante la pulizia del filtro sia il solo insieme al prefiltro a separarsi dall’apparecchio semplificando le operazioni. Gli accessori in dotazione, una lancia e una spazzola basculante, sono i soli a restare separati dal gruppo, ma viste le dimensioni (e una capacità del contenitore modesta) del Dustbuster non poteva essere altrimenti.

LAMPA TORNADO – la sua forma affusolata si addice più a un missile che a un aspirapolvere tant’è che la sua estetica non fa impazzire di certo; il pulsante di accensione e la clip metallica del porta filtro, in particolare, seguono uno stile vintage. Fa dell’essenzialità la sua carta vincente mostrando le informazioni sintetizzate sullo scatolo esterno piuttosto che su un manuale, ma comprendere l’esatto utilizzo degli accessori non è difficile: un beccuccio da applicare alla presa di ventilazione del motore trasforma il Tornado in un soffiatore per gonfiare materassini e piccoli canotti, mentre una lancia dritta, una spazzola scomponibile e una prolunga s’innestano all’apparecchio con semplice pressione per pulire l’auto. Non sembra brillare per ingombri quanto per peso, pur essendo il più leggero di tutti (1100 grammi con gli accessori) le sue dimensioni offrono un volume e una forma del serbatoio che prospetta frequenti pulizie del filtro per non limitare le prestazioni dell’apparecchio. Lo smontaggio del filtro per la sua pulizia è molto semplice e una membrana di gomma all’ingresso del serbatoio occlude il foro quando il Tornado è spento trattenendo lo sporco aspirato all’interno.


LAMPA SPIROX – è un piccolo bidone aspiratutto con una capacità dichiarata di 3,8 litri di cui circa due per il contenimento dei liquidi. E’ il più accessoriato con una lancia piatta, una spazzola scomponibile per tessuti e moquette, due bocchette per gonfiare, una tracolla regolabile e una prolunga snodabile (ma rigida) da 91 cm e tutto è ordinatamente riposto nel serbatoio quando l’aspiratore-soffiatore non serve. Le plastiche di buona qualità impiegate per l’apparecchio (meno per gli accessori) sembrano resistenti ma i sistemi di chiusura del serbatoio non trasmettono la stessa robustezza del blocco motore. La funzione aspira liquidi manca di una guarnizione di tenuta del serbatoio in caso di ribaltamento accidentale dello Spirox (che come vedremo non è improbabile) affidando la chiusura semiermetica all’accoppiamento tra le parti di plastica. I pulsanti per l’accensione e la regolazione della potenza con led di funzionamento, tra il foro aspiratore V e quello soffiatore B, sono troppo piccoli ma più contemporanei rispetto al fratello minore. All’estremo opposto del pannello di controllo uno sportellino cela il cavo di alimentazione da 5 metri, uno standard che assicura autonomia di funzionamento in ogni angolo dell’auto.

WAECO POWERVAC 100 – aspira solidi e liquidi come lo Spirox con una capacità di 3,8 litri ma senza alcun cavo di collegamento e questo lo rende versatile in auto, camper o in casa. La carica della batteria da 12 V e 2,6 Ah avviene in circa 10-12 ore collegando l’apparecchio alla presa accendisigari o alla rete domestica e l’autonomia dichiarata di 20 minuti (27 nel nostro test senza avvertire sensibili decadimenti nell’aspirazione) non ne fanno un fulmine pronto all’uso. Anche se l’autonomia può sembrare ridotta, basta pensare che gli altri concorrenti “a filo” non gioverebbero di certo alla batteria dell’auto oltre 30 minuti di funzionamento con motore rigorosamente spento e quadro acceso (come raccomanda B&D, per evitare malfunzionamenti al Dustbuster). Il corpo di plastica lucida è resistente agli urti ma vulnerabile ai graffi; il serbatoio è semitrasparente lasciando intravedere il contenuto aspirato, in particolare quello liquido che non deve mai superare il livello massimo indicato. Il funzionamento a batteria è comodo ma penalizza il PowerVac sul peso che supera i 2 kg costringendo all’uso della tracolla nelle pulizie prolungate. Un solo pulsante di accensione e spegnimento e un led di stato della batteria che comunica solo quando è carica ma non quando è da caricare. Ricaricando l’apparecchio a bordo la carica completa avviene solo se la batteria dell’auto è in ottime condizioni e regredisce proporzionalmente con la tensione per non lasciare in panne il veicolo al successivo avviamento. Gli accessori in dotazione sono la lancia, la bocchetta di aspirazione con spazzola alloggiata sul fondo esterno dell’aspirapolvere e una prolunga flessibile di circa 1 metro che si blocca con pulsante al corpo del motore.

1 commento

undertherain
14:03, 23 ottobre 2017

Domanda: ma tra il modello Dustbuster Flexi litio 18V PD1820L ed il modello Flexi litio 18V PD1820LF sono ESATTAMENTE IDENTICI se non che il secondo è dotato anche di accessorio scopa?
Potenza, caratteristiche, dimensioni serbatoio, dimensione e durata batteria, tutto identico?
Grazie… 😉