Ricambi auto: su eBay crescono gli affari per l'automobilista

Oltre 26 milioni di euro il giro d'affari generato dai ricambi per auto su eBay, sul famoso sito tanti automobilisti comprano soddisfatti. E il mercato cresce a due cifre.

4 luglio 2011 - 16:00

In Italia la vendita di ricambi auto su e-Bay realizzata annualmente dai venditori professionali (Power Sellers) ha raggiunto un giro d'affari di oltre 26 milioni di euro. Gli autoricambi rappresentano ormai la quarta categoria in assoluto del più importante sito di e-commerce italiano. Su un totale di 5.000 Power Sellers, sono ormai quasi 400 i professionisti dei ricambi le cui vendite rappresentano il 7 per cento delle vendite professionali, il cui totale sfiora i 370 milioni di euro.

MERCATO GIOVANE – Non male se si considera che tutto è cominciato solo alcuni anni fa. Ma il dato che più di tutti prova il successo della vendita ricambi on-line è la media mensile di prodotto che supera i 6 mila euro mensili, allineata ormai a quella delle altre categorie. Non è pertanto difficile prevedere che quanto prima, l'inevitabile aumento degli autoricambisti professionali on-line, porterà al sorpasso sulla media nazionale. Barbara Bailini, Seller Communication Manager di e-Bay sostiene che il successo è legato “all'affidabilità dei venditori professionali di e-Bay. Dallo scorso mese di maggio abbiamo reso più rigidi e restrittivi i criteri di accesso per ottenere la qualifica perché il mercato cresce in misura esponenziale e abbiamo il dovere di garantire agli acquirenti del sito la scelta dei prodotti, i prezzi concorrenziali e la sicurezza degli articoli acquistati”.

CLIENTE TIPO – Ma chi sono i compratori di ricambi per auto su e-Bay? Secondo Giuseppe Romano, 40 anni, uno dei primi ricambisti (Tutto per Auto) a prendere seriamente in considerazione lo sviluppo delle vendite on-line, l'80 per cento sono privati alla ricerca di un modo per risparmiare sugli alti costi della riparazione auto. Tra di essi il 40 per cento sono appassionati del fai da te, il 20 percento acquista invece ricambi con alle spalle un amico meccanico che provvederà al montaggio, un altro 20 per cento acquista invece ricambi nella speranza di trovare chi glielo monterà. Infine il rimanente 20 per cento è costituito da acquirenti di vario genere. “Quando siamo partiti nel 2005 eravamo con mio padre in cinque – racconta Romano – oggi siamo 19 in totale di cui cinque al customer service e 4 alla logistica. Le nostre vendite crescono in maniera esponenziale con volumi a due cifre e devo confessare che il mio maggiore problema è la ricerca delle fonti di approvvigionamento e il potenziamento della logistica”.

QUALITA' GARANTITA – Tutti i prodotti venduti sono originali o comunque di fonte qualificata (salvo i soliti furbetti) perché solo in questo modo, a detta di Romano, si acquisisce la fiducia del cliente e si accresce il passaparola. Quanto ai guadagni non sono eccezionali, ma l'incremento di volume di affari compensa almeno in parte lo svantaggio. In compenso le scorte sono contenute, ma i costi della logistica sono più alti. “L'aspetto da migliorare è il rapporto con i fornitori, che non sempre comprendono i nostri problemi e sono disponibili a collaborare per risolverli” ma secondo Romano “col tempo e l'aumento dell'ammontare degli acquisti, anche gli scettici del momento fra loro cambieranno atteggiamento. Stiamo lavorando all'internazionalizzazione della nostra attività attraverso alleanze con colleghi esteri”. Il massimo orgoglio del nostro intervistato è di aver venduto a un acquirente di Tokyo un pezzo di ricambio della mitica Autobianchi 112.

ANCHE ACCESSORI – Diversa invece la storia del cagliaritano Alessandro Cocco, molto più concentrato sull'accessoristica e sul ricambio di semplice montaggio indirizzato agli appassionati del “fai da te”, anche se le vendite di pastiglie freno e di ammortizzatori prendono sempre più piede. “E' iniziato tutto per caso. Volevo vendere oggetti personali che occupavano spazio nel solaio di casa. Dopo aver preso confidenza col sito ho pensato di mettere in vendita anche qualche ricambio del negozio di mio padre” racconta Cocco. Inizialmente papà Cocco era scettico perché reputava l'iniziativa tempo sprecato. Ma alla fine ha prevalso la carica entusiastica del giovane Cocco e dopo cinque anni l'attività oggi procede per il meglio. Qualche volta contrastare con convinzione e pazienza il parere dei genitori può rivelarsi scelta vincente! Attualmente Alessandro Cocco si occupa a tempo pieno della gestione di “Autoricambi Tuning”, il suo negozio virtuale. All'attività si dedicano anche la sorella Francesca e un altro collaboratore. Parallelamente continua l'attività del negozio di Cagliari, aperto al pubblico che funge anche da supporto al sito. Ad Autoricambi Tuning arrivano mediamente 30 ordini giornalieri on-line in prevalenza dal territorio nazionale, ma non mancano alcuni clienti esteri. La clientela prevalentemente è maschile, ma la presenza nella gamma prodotti anche di oggetti profumati come i peluche, i gadget Hello Kitty e tanti altri, stanno progressivamente aumentando le vendite al gentil sesso. Alessandro Cocco è convinto che il successo nella vendita su piattaforme come e-Bay dipende dal rispetto delle regole e dei diritti dei consumatori sul recesso e sulla garanzia.

di Nicola Giardino

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dacia Duster con spia ESP e Servosterzo accese: cosa fare

Perdita Liquido Radiatore: come trovarla e le cause più frequenti

Garanzia auto usate Codice del Consumo

Garanzia auto usate: cosa prevede il Codice del Consumo