Revisione auto, spesi 503 milioni di euro nel primo semestre 2018

Aumenta il numero di revisioni auto nella prima metà del 2018, sono andati ai controlli oltre 7,5 milioni di veicoli

9 ottobre 2018 - 12:10

La contrazione dell'attività di riparazione delle officine nel mese di agosto 2018 è sicuramente meno indicativa della salute del settore delle officine di riparazione e revisione, che nel primo semestre 2018 e prima della pausa estiva hanno registrato un incremento stabile di revisioni auto. Sono aumentate dello 0,4% le attività dei Centri di revisione della prima metà del 2018 rispetto ai numero del 1 settembre 2017, ma è cresciuta parallelamente anche la spesa per mettere in regola le auto prima della revisione. Ecco tutti i dati sull'attività delle officine raccolte nel report dell'Osservatorio Autopromotec.

OLTRE 7,5 MILIONI DI REVISIONI IN 6 MESI La cifra che gli italiani hanno speso nel primo semestre del 2018 per far revisionare le loro auto presso le officine autorizzate private è 1,46 miliardi di euro, in crescita dell'1,1% rispetto ai primi sei mesi del 2017, quando la spesa ammontava a 1,44 milioni di euro. I dati elaborati dell'Osservatorio Autopromotec dicono che gli italiani spendono di più sia per le revisioni che per le operazioni di pre-revisione, cioè quegli interventi eseguiti in officina per mettere in regola le auto. Rispetto alla spesa che comprende i costi vivi di revisione degli autoveicoli (inclusi di IVA e diritti di Motorizzazione), la somma che gli italiani hanno speso per le prerevisioni ammonta a oltre 961 milioni di euro. Anche questa quota in crescita dell'1,5% rispetto al 2017, quando si contavano poco meno di 950 milioni di euro.

AUTO PIU' VECCHIE RICHIEDONO PIU' MANUTENZIONE Il motivo di questo trend di crescita è dovuto, secondo l'Osservatorio della nota rassegna internazionale sulla manutenzione e l'aftermarket, a un aumento del numero di veicoli rispetto all'anno precedente. Nel caso delle prerevisioni, oltre che per il maggior numero di autoveicoli sottoposti ai controlli, la spesa è aumentata anche in relazione all'incremento dei costi delle operazioni di manutenzione e riparazione che risulta dagli indici Istat (+1,16%). Ed è chiaro che anche l'età media del parco circolante in aumento influenzi non poco il ricorso a lavori di riparazione per superare i controlli.

QUANDO VA FATTA LA REVISIONE E' opportuno ricordare che la revisione obbligatoria per auto, moto, veicoli non superiori a 3,5 tonnellate nuovi va eseguita presso i Centri Prova Autoveicoli o le officine autorizzate dalla Motorizzazione dopo i primi 4 anni e poi ogni 2 anni. Mentre è annuale per i rimorchi superiori a 3,5 tonnellate, i veicoli adibiti al trasporto di persone con più di 9 posti (come ad esempio gli autobus), quelli adibiti al noleggio con conducente, i taxi, le ambulanze e i veicoli atipici (come ad esempio le auto d'epoca). Per avere tutto sotto controllo ed evitare i 10 errori più diffusi con la revisione auto, può essere di aiuto verificare la validità dell'ultima revisione inserendo la targa sul Portale dell'Automobilista.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dacia Duster con spia ESP e Servosterzo accese: cosa fare

Perdita Liquido Radiatore: come trovarla e le cause più frequenti

Tergicristalli auto: come rimetterli in sesto e prepararli all’inverno