Nokian: nuovo centro tecnologico da 16 miliardi per i test delle gomme

Non solo pneumatici invernali: Nokian apre un polo tecnologico anche per i test delle gomme estive con una pista ovale da 300 km/h

23 settembre 2016 - 13:27

Nonostante Nokian sia il costruttore di pneumatici con sede più a nord di tutti gli altri, fattore che propenderebbe quindi ad una specializzazione nei confronti delle gomme invernali, adatte ai climi del luogo e non solo, è in procinto di aprire un centro di ricerca e sviluppo nella più calda Spagna. Qui non solo verranno testati i futuri pneumatici invernali ma anche quelli estivi.

ESPANSIONE DI KNOW HOW L'esperienza di Nokian nella produzione di pneumatici invernali è derivata dalla capacità dell'azienda di sviluppare e mettere a punto soluzioni che hanno permesso la produzione di prodotti validi (leggi della gomma Nokian con chiodi a scomparsa). Il fatto stesso che la sede sia in una zona nella quale le condizioni climatiche siano favorevoli a tali sviluppi ha favorito l'acquisizione di quel know how fondamentale, ottenuto anche attraverso i test su strada e non solo grazie a test fatti esclusivamente in laboratorio. Il Costruttore ha però deciso di espandere la sua capacità anche verso le gomme estive, dando vita ad un nuovo polo tecnologico.

UN POLO TECNOLOGICO COMPLETO In Spagna, più a sud di Madrid e con un'estensione di circa 300 ettari, a Santa Cruz de la Zarza, sorgerà il nuovo Centro Tecnologico di Nokian. L'idea del brand di pneumatici è quella di espandere il proprio know how anche verso i pneumatici estivi, cercando di fornire soluzioni interessanti così come fatto con gli omologhi invernali. L'inizio dei lavori per la costruzione di questo polo cominceranno nel 2017 ed hanno richiesto un investimento di 16 milioni di euro circa, ma sarà completo e potranno essere testate anche gomme in condizioni di altissima velocità: Antti-Jussi Tähtinen, vice presidente marketing e comunicazione di Nokian Tyres, ha spiegato che “questo circuito ovale con curve inclinate permetterà di testare gli pneumatici estivi e invernali con valutazioni ad alta velocità, arrivando fino a 300 km/h. C'è richiesta di pneumatici testati ad alte velocità specialmente nell'Europa centrale e nel Nord America, le due aree dove stiamo cercando di crescere”.

IL POLO DI TEST INVERNALE Il nuovo Centro Tecnologico spagnolo fa da contraltare allo storico polo di test di Nokian, ad Ivalo, definito “White Hell”: qui, oltre il Circolo Polare Artico, per metà anno vengono testati i pneumatici invernali anche in condizioni di utilizzo stradale, per riuscire ad ottimizzarli al meglio ed offrire un prodotto valido (leggi come scegliere i pneumatici invernali o termici più adatti).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Batteria auto scarica: 4 consigli per prepararla all’inverno

Osram al 4×4 Fest 2019: le novità a LED per SUV e fuoristrada

Auto di cortesia gratis: la promozione Renault sul tagliando auto