Magneti Marelli, il futuro sulla guida autonoma con una stratup francese

Dopo i Lidar, Magneti Marelli compra StartMeUp, l'azienda esperta in software che gestiscono i sensi delle auto a guida autonoma

21 agosto 2018 - 12:56

Il futuro dell'auto è elettrico e autonomo, lo sta dimostrando Magneti Marelli nelle sue recenti operazioni e ce lo hanno confermato i principali protagonisti dell'aftermarket in occasione degli Stati Generali Autopromotec 2018 e se ne parlerà ancora di più ad Automechanika 2018 (Francoforte), dal prossimo 11 settembre dove saremo per raccontarvi le prossime novità (qui puoi leggere come sta cambiando la manutenzione in un'intervista esclusiva al direttore di Automechanika). Dopo i Lidar allo stato solido, Magneti Marelli ha acquistato la startup francese StartMeUp, e con il 100% delle sue azioni ha portato a casa un knowhow imponente nei software sensoriali per le auto robot a guida autonoma.

DA FORNITORE DI COMPONENTI A PRODUTTORE DI TECNOLOGIE L'accordo concluso tra Magneti Marelli e StratMeUp sarà finalizzato solo alla fine dell'anno, ma non è certo un segreto che Magneti Marelli voglia mettere le mani sulla tecnologia di guida autonoma quanto prima. E StartMeUp ha dalla sua l'esperienza nella tecnologia utilizzata per elaborare i segnali dei sensori, rilevare e riconoscere gli oggetti attorno al veicolo, consentendo la creazione di ambienti 3D e il tracciamento del movimento degli oggetti. Le mappe 3D infatti sono assieme ai sensori la strada evolutiva delle auto a guida autonoma che sta percorrendo  anche TomTom, leggi qui come cambieranno le mappe nelle auto robot.

LE BASI PER UNA DIVISIONE HITECH StartMeUp segue quella più recente di LeddarTech, di cui abbiamo parlato qui. “L'acquisizione di SmartMeUp, assieme all'investimento in LeddarTech per i LiDAR a stato solido e al suo consolidato know-how nel campo dell'illuminazione e dell'elettronica automotive, rafforza ulteriormente il ruolo di Magneti Marelli nello sviluppo delle soluzioni per la guida autonoma, con un focus specifico sui componenti dell'architettura relativi alla sensoristica e alla percezione” dice Pietro Gorlier, CEO di Magneti Marelli.

Il fondatore di StartMeUp, Loic Lecerf.

IL FUTURO INDIVIDUALE DI MAGNETI MARELLI Una nuova Magneti Marelli da circa 6 miliardi di euro (tanto l'hanno valutata gli analisti) che continua a ramificarsi per recuperare terreno rispetto ai competitor come Bosch, Continental, ZF, TRW ed altri protagonisti che affiancano i Costruttori di automobili come fornitori OEM. Non sappiamo ancora i dettagli dell'ultima acquisizione di Magneti Marelli, ma entro la fine dell'anno oltre a formalizzare l'acquisto di StartMeUp, è schedulato anche lo spin off della controllata di FCA che molto probabilmente avrà sede in Olanda e sarà quotata alla borsa di Milano.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Come funziona il motore a ciclo Diesel

Infortunio autista privo di adeguata formazione

Sensore Kitas: cos’è e come funziona

Tamburi freno: quando devono essere sostituiti?