Il turbo si fa in 4: così BMW prova a tagliare i consumi

Aumentano i turbo, fino a 4, così come la coppia e la potenza, ma i consumi fanno dietrofront. Il nuovo 3 litri 6 cilindri BMW promette molto

4 maggio 2016 - 10:55

La sovralimentazione con turbocompressore è quasi la regola nei motori di oggi: al prezzo di una certa complicazione meccanica il turbo permette infatti di donare la verve di una cilindrata più alta. Il concetto si applica anche alle unità più grandi, come i pregiati turbodiesel BMW da 3 litri a 6 cilindri, che arrivano ad avere ben 4 turbocharger!

PER UN TURBO IN PIÙ La soluzione a 6 cilindri in linea è particolarmente raffinata perché consente di avere un imbiellaggio equilibrato per le forze d'inerzia del primo e secondo ordine senza bisogno di contralberi di equilibratura. Qualche effetto collaterale è ovviamente presente: il motore ha uno sviluppo longitudinale importante e gli alberi (della distribuzione e motore) sono parimenti piuttosto allungati e richiedono un elevato numero di supporti, cosa che aumenta gli attriti. Per motivi di efficienza e complicazioni costruttive lo schema a 8 cilindri a “V” diesel è stato abbandonato, qualche anno addietro, sia da BMW sia da Mercedes ma rimane in qualche modello Audi. Per dare ad un 6 cilindri la verve di un V8 la strada non può che essere la sovralimentazione ma la soluzione impone uno studio accurato perché motori di questo tipo devono avere un funzionamento impeccabile, visto il prestigio delle automobili che li usano. È per questo che BMW ha aggiunto un ulteriore turbocompressore ai suoi già apprezzati 3 litri/6 cilindri,che ora respirano attraverso 4 unità!

PRESTAZIONI RAZIONALI Nel corso dell'Engine Symposium, che si è tenuto a Vienna, BMW ha infatti svelato un ulteriore step evolutivo del suo 3 litri, che aumenta ancora le sue già elevatissime prestazioni: la potenza specifica arriva infatti a circa 131 CV/litro e la coppia massima, disponibile tra 2.000 e 3.000 giri, è tale che dovrà a volte essere limitata perché eccede le capacità del cambio automatico a 8 rapporti XF 8HP. Esso sarà installato all'inizio sulla 750D xDrive e permetterà alla grossa berlina accelerazioni insospettabili vista la sua massa. Anche se molti dettagli devono essere ancora svelati, BMW equipaggerà con il nuovo motore altre auto della serie M Performance, come le versioni M50d della X5 e X6, così come le prossime generazioni della Serie 5. Gli obiettivi che la casa bavarese si era posta sono semplici: (semplice non è sinonimo di facile): più potenza, una risposta più pronta ai comandi dell'acceleratore, attitudine a girare “in alto” e la creazione di un motore che combatta ad armi pari contro i V8.

2 È MEGLIO DI 1  Questo nuovo 3 litri è basato sul layout modulare dei motori BMW e ha un disegno estremo che ha portato all'adozione di 4 turbocompressori: 2 funzionano ad alta pressione e 2 a bassa pressione. Il principale cambiamento, rispetto al precedente 3 litri, è stata la sostituzione del grande turbocompressore a bassa pressione con due turbocompressori più piccoli, cosa che non solo migliora la prontezza ma è più economica (il turbo grande era praticamente fuori serie), costa di meno e non è più pesante. La minore inerzia delle due giranti più piccole promette così una risposta immediata (il turbo elettrico sarà montato da Audi dal 2017) ed un miglioramento nel consumo di carburante pari a circa il 5%. L'inerzia è la bestia nera dei turbocompressori perché la portata dell'aria immessa nel motore varia con il quadrato della velocità di rotazione, con una relazione del tipo: massima portata a 100.000 giri/min, metà della portata a 80.000 giri. Appare quindi importante che la turbina (leggi come Techrules pensi di ricaricare le batterie con le turbine) – e anche il compressore ad essa collegata – abbia una bassa inerzia e la cosa si ottiene principalmente diminuendo il loro diametro, cosa che però limita la massima portata dell'aria. Il cerchio si quadra mettendo in parallelo due turbo più piccoli: l'inerzia per ognuno di essi è bassa ma la portata è rilevante. È chiaro come questi componenti debbano essere molto affidabili, perché averne ben 4 moltiplica le possibilità di failures (leggi di turbocompressori senza garanzia). 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Blocco diesel Euro 4 nel 2021: il calendario delle regioni

Come funziona il motore a ciclo Diesel

Infortunio autista privo di adeguata formazione

Sensore Kitas: cos’è e come funziona