Il liquido di raffreddamento e il significato delle sigle G11, G12 e G13

I liquidi di raffreddamento universali che si possono mescolare: il significato delle sigle G11, G12 e G13, i colori e come distinguerli per il rabbocco del radiatore

13 agosto 2020 - 16:50

Il colore del liquido di raffreddamento è il principale indizio per capire se un prodotto è adatto o meno per fare il rabbocco del liquido nel radiatore. Non di rado però i manuali d’istruzioni delle auto o i flaconi dell’ “antigelo”  (sarebbe più corretto chiamarlo liquido di raffreddamento) riportano sigle e indicazioni poco conosciute. Stiamo parlando delle sigle G11, G12 e G13 del liquido di raffreddamento. Ecco cosa significano esattamente e quali prodotti si possono mescolare tra loro.

QUALE LIQUIDO PER RABBOCCARE IL RADIATORE

Per sapere quale antigelo usare per il rabbocco della vaschetta radiatore, la regola principe è leggere le indicazioni riportate sul manuale di istruzioni dell’auto. Il problema può nascere però quando, per accordi commerciali, il Costruttore consiglia un prodotto specifico (marca e nome sulla confezione) piuttosto che rivelare le caratteristiche (cosa che invece fortunatamente avviene ancora con le specifiche dell’olio motore). Ecco perché poi dal colore del liquido di raffreddamento nella vaschetta si cerca un prodotto compatibile: quindi rosso con rosso, viola con viola, giallo con giallo, e così via. Un problema meno facile da aggirare invece può capitare quando ci si trova all’estero o si acquista del liquido refrigerante online. In tutte queste situazioni può essere utile conoscere il significato delle sigle G11, G12 e G13 per non sbagliare.

LE SIGLE G11, G12 E G13 DEL LIQUIDO DI RAFFREDDAMENTO

Ogni auto vuole il suo liquido di raffreddamento giusto e non è tanto un mito se lo conferma anche uno dei maggiori produttori di lubrificanti e fluidi per l’automotive. E poiché in Italia le sigle G11, G12 e G13 non sono così diffuse come all’estero, è importante distinguerle per non mescolare antigelo che non sono sostituibili. Ecco le principali differenze:

La sigla G11 del liquido di raffreddamento si riferisce in genere all’antigelo di colore blu, ormai in disuso e ampiamente utilizzato sui motori fino agli anni ’90. E’ tipicamente adatto ai sistemi di raffreddamento con saldature in lega di rame/piombo;

La sigla G12, G12+ e G12++ rappresenta, da fine anni ’90 l’evoluzione del liquido di raffreddamento (a base di glicole etilenico, come il G11, ma senza silicati e fosfati e con una maggiore durata. Si riconosce in genere per il colore rosso (G12) o rosa acceso (G12+ e G12++);

La sigla G13 del liquido di raffreddamento è lo standard più recente dal 2008 tra i prodotti antigelo a base di glicerina al posto del glicole etilenico. E’ riconoscibile dal colore lilla o viola nei moderni sistemi di raffreddamento. Pur essendo generalmente retrocompatibile con altri standard (G12 e G11), in caso di radiatori molto vecchi concepiti per liquidi di raffreddamento organici OTA, è preferibile non utilizzare il liquido G13. Clicca sull’immagine per vederla a tutta larghezza.

COLORI E SIGLE DEL LIQUIDO DI RAFFREDDAMENTO UNIVERSALE O COMPATIBILE

Quali sono i colori dei liquidi di raffreddamento e quindi le sigle che si possono mescolare per fare un rabbocco? Vediamolo nel dettaglio con l’aiuto della tabella qui sopra, ma ricordando alcuni consigli degli esperti:

– in caso di manutenzione al radiatore è sempre consigliabile lavare il circuito e riempirlo con un solo tipo di refrigerante;

– anche se liquidi di sigle G11, G12 e G13 risultano compatibili con altri diversi secondo la tabella, gli additivi di protezione dalla corrosione, cavitazione, ruggine, anti-schiuma, ecc. potrebbero ridurre il loro effetto.

Fatta questa premessa è facile dedurre che il liquido G11 si può sempre aggiungere in un’auto con liquido G11. Risulta meno compatibile a G12+, G12++ e G13, senza ridurre l’effetto anticorrosione.  Il liquido di raffreddamento con la sigla G12 è compatibile esclusivamente con la sigla G12, ma si può usare in emergenza anche con le sigle successive. Il liquido radiatore universale e più versatile ha la sigla G13: si può infatti mescolare con qualsiasi altro tipo di antigelo (nelle opportune diluizioni se concentrato o tal quale se già diluito). L’unica eccezione da ricordare è che il liquido radiatore G12 (rosso) non si può rabboccare in un’auto con liquido radiatore G11 (blu/verde) e viceversa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sensore MAF: cos’è e come funziona

Ammortizzatori auto: come funzionano e quando vanno sostituiti?

Tagliando auto: cosa comprende e quanto costa