Il diesel può consumare il 13% in meno: la ricerca per migliorare i trasporti

13 aziende hanno messo a punto tecnologie per ridurre i consumi di diesel, dal motore, agli pneumatici all'aerodinamica dei nuovi mezzi pesanti

30 ottobre 2018 - 19:51

Renault lavora con una serie di partners alla riduzione dei costi di gestione dei camion. Il progetto si chiama Optifuel Lab 3 e sta conducendo lo sviluppo di un mezzo con rimorchio capace di consumare il 13% di carburante in meno rispetto ad uno standard. Il risultato è reso possibile da una serie di adattamenti che sono stati operati su singole componenti. Pensiamo agli pneumatici. La resistenza al rotolamento degli pneumatici destinati all'uso su strada è responsabile del 25% del consumo di carburante. Insomma il lavoro di ricerca su singoli elementi conduce ad un risultato di insieme più che soddisfacente. Vediamo da vicino come sta procedendo Renault.

OPTIFUEL LAB L'obiettivo dell'Optifuel Lab 3 è quello di ottenere una riduzione del consumo di carburante del 13% rispetto ad un camion Renault T di serie. Del resto non poteva essere diversamente in un momento storico in cui il traffico veicolare è al centro degli sforzi per ridurre l'inquinamento (Leggi blocchi al traffico in Germania). L'ambizioso progetto si avvale di tecnologie sviluppate dal consorzio di ricerca formato da una serie di aziende selezionate. Optifuel Lab è il frutto del progetto FALCON (Flexible & Aerodynamic Truck for Low Consumption) selezionato da BPI France nell'ambito della chiamata a progetto indetta del Fondo Unico Interministeriale francese. Gli sviluppi tecnologici apportati al mezzo di serie dimostrano l'importanza delle singole componenti. Gli pneumatici con bassa resistenza al rotolamento, le funzioni predittive di assistenza alla guida e di gestione energetica ed il miglioramento del sistema di trasmissione hanno fatto la differenza.

LE SINGOLE COMPONENTI FANNO LA DIFFERENZA I tecnici hanno lavorato ad miglioramento dell'aerodinamica del rimorchio per ottenere un deciso risparmio dei consumi. Nel dettaglio il rimorchio, sviluppato da FRUEHAUF in collaborazione con Styl'Monde è detto «adattativo» e dovrebbe assumere automaticamente una forma ottimizzata sfruttando lo spazio libero di carico grazie ad un sistema integrato di sensori. Lo studio prevede una revisione anche dell'aerodinamica della motrice mediante l'utilizzo di videocamere al posto retrovisori e l'adozione di un nuovo design dei montanti della cabina. Sono previste, inoltre, una serie di appendici aereodinamiche specifiche. Quanto agli pneumatici è stato condotto un lavoro specifico con Michelin. La resistenza al rotolamento degli pneumatici destinati all'uso intenso su strada è responsabile del 25% del consumo di carburante. Per questo Michelin svilupperà degli pneumatici in grado di offrire una bassa resistenza al rotolamento dotati di specifici sensori (Leggi gli pnematici aereodinamici fanno la differenza). Renault ed i suoi partner intendono raggiungere una riduzione del consumo di carburante del 13% sul percorso stradale. Optifuel Lab 3 realizzerà le prime prove su strada nel 2019 e la caratterizzazione del risparmio dei consumi nel 2020.

ASSISTENZA ALLA GUIDA INTELLIGENTE Lungo il percorso i dati ricavati dai sensori a bordo del camion saranno utilizzati per offrire al conducente un sistema di assistenza alla guida, efficiente ed ergonomico. L'obiettivo è un sistema predittivo che indichi al driver che tipo di stile di guida adottare al volante. Inoltra il controllo dell'alternatore sarà migliorato per ottimizzare l'equilibrio tra la produzione di energia elettrica e il consumo di carburante del motore termico. Optifuel Lab è anche al lavoro per operare una riduzione del peso a migliorare l'avviamento a freddo. Specifica attenzione viene dedicata alla batteria di avviamento, per accrescerne la capacità ed il tempo di vita.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frizione che slitta dopo cambio olio: cause e soluzione

Valvola termostatica auto: come funziona

garanzia meccanico

Manutenzione auto: dopo l’estate frena l’attività delle officine