Havoline Texaco ProDS: focus sui nuovi lubrificanti long life

La tradizione Texaco nei nuovi olii Havoline ProDS: basso attrito, long life e riduzione dei depositi. Percorrenze su, consumi giù

31 maggio 2017 - 16:42

Le elettriche dovrebbero richiedere poca manutenzione, dato che il loro motore non ha parti in moto alterno e le sue condizioni di lavoro non presentano le alte temperature e le aggressioni chimiche dei motori endotermici. Dato che esso unisce una coppia elefantina a 0 giri con la possibilità di raggiungere regimi vertiginosi, anche la trasmissione può essere semplificata, bastando spesso una riduzione con rapporto fisso. Questo dovrebbe essere il futuro ma il presente è un circolante praticamente tutto tradizionale, con motori a scoppio bisognosi di una lubrificazione resistente alle alte temperature (leggi come cambiare e rabboccare l'olio motore) e adatta a organi meccanici che lavorano anche per strisciamento. Oggi però occorrono olii che soddisfino anche esigenze di efficienza energetica ed per questo che Havoline ha presentato la nuova gamma ProDS.

PIÙ KM, MENO CARBURANTE Il marchio Texaco Havoline è quello con il quale Chevron Lubricants commercializza lubrificanti per autotrazione. La sua gamma si è recentemente arricchita della serie ProDS, declinata in 4 versioni accomunate dalla base sintetica e da prestazioni pensate per i veicoli più moderni.

La linea ProDS, secondo quanto dichiarato dal produttore, “è stata realizzata con additivi appositamente studiati per proteggere adeguatamente i veicoli di ultima generazione equipaggiati con motori a bassi consumi ed emissioni, tra cui i motori ibridi”, aumentando inoltre le percorrenze prima del cambio dell'olio. La tecnologia Deposit Shields dei ProDS prevede particelle che vengono attratte dal metallo e livellano le micro asperità delle superfici dei componenti interni, riducendo depositi, attriti e usura.

ABBASSO LA VISCOSITÀ L'Havoline ProDS V SAE 5W-30 soddisfa la specifica VW 504/507 ed è raccomandato anche per le auto BMW, Porsche, Mercedes-Benz e Chrysler. La sua formulazione tiene conto delle esigenze delle auto più moderne, benzina e diesel, dato che preserva i sistemi di scarico e, grazie alla formulazione Low SAPS (basso contenuto di ceneri solfatate, fosforo e zolfo, ne avevamo parlato a proposito delle nuove etichette ACEA per l'olio motore), protegge i catalizzatori e i filtri antiparticolato molto più efficacemente rispetto agli oli non Low SAPS. Il ProDS V promette anche una rapida circolazione dell'olio negli avviamenti a freddo grazie alla buona fluidità alle basse temperature (ne ha parlato l'Esperto a proposito dell'auto che non ha fatto i tagliandi), un ridotto accumulo di depositi e morchia, per il risparmio di carburante e la salute del motore, e una formulazione mirata alla longevità grazie alla bassa volatilità. Le specifiche soddisfatte sono le Mercedes Benz MB 229.51 e 31, Porsche C30, VW 504 e 507, ACEA C3 e C2, BMW Longlife 04 e Chrysler MS-11106.

Ancor più estremo, nel campo della viscosità, è l'Havoline ProDS F SAE 5W-20, adatto ai recenti motori Ford Ecoboost turbobenzina a iniezione diretta, alle Jaguar Land Rover che usano olio ST-JLR 03.5004 e per le giapponesi che richiedono olio ILSAC GF-5, API SN/CF o ACEA A1/B1. È un olio Low SAPS che, oltre alle doti del ProDS V, riduce ulteriormente l'attrito interno del motore e migliora quindi l'efficienza senza compromettere l'affidabilità e la durata del motore.

LUNGA VITA AI DISPOSITIVI! L'Havoline ProDS M SAE 5W-30 è adatto per i benzina e diesel e soddisfa le norme Mercedes Benz MB 229.52, 51 e 31, GM Dexos 2, ACEA C3 e C2 BMW Longlife 04, la cui omologazione è in corso. Anche in questo caso troviamo una formulazione protettiva verso i filtri antiparticolato (DPF), i catalizzatori a 3 vie (TWC) e in generale verso tutto il motore. Il ProDS P SAE 0W-30 è specificamente formulato per i motori diesel (e comunque adatto anche ai motori a benzina) Euro 6 BlueHDi di Peugeot e Citroën con riduzione degli NOx tramite SCR (leggi come funziona il sistema SCR di riduzione degli Nox) e che richiedono la nuova specifica PSA B71 2312; l'olio è conforme alla specifica ACEA C2 con viscosità 0W-30.

Un cenno, infine, all'additivo Techron, sempre di Texaco: messo sotto il microscopio dall'ente indipendente Emission Analitics si è dimostrato in grado di migliorare significativamente potenza, consumi ed emissioni di diverse auto, benzina e diesel. Questi valori sono stati misurati sia sul banco a rulli (per la potenza) sia su strada con un PEMS, quei dispositivi portatili che dovrebbero fare chiarezza sulle reali emissioni delle automobili.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto diesel Euro 6: inquinano fino a 1000 volte di più

Ammortizzatori auto: gli errori da evitare per farli durare più a lungo

Auto senza chiavi Keyless: cosa fare in situazioni d’emergenza