Batterie auto: sempre più efficienti con lo standard EN50342

Nuovi test e maggiore efficienza per le batterie, che abbiamo toccato con mano allo stand Exide durante l'Automechanika 2016

16 settembre 2016 - 11:31

Le batterie di ogni mezzo utilizzato, sia esso un'auto, una moto oppure un camion, sono tra gli organi fondamentali che permettono al propulsore non solo di prendere vita ma anche di funzionare. Lo sviluppo tecnologico è sempre alla costante ricerca di soluzioni, così da permettere di avere non solo delle batterie che soddisfino il carico imposto dall'aumento esponenziale di sistemi elettronici ausiliari che troviamo sulle auto, ma anche più efficienti ed ecologiche. A tal proposito nel 2016 è stata introdotta la norma EN50342, che prevede test più severi sulle batterie piombo-acido di auto e camion.

I NUOVI TEST SULLE BATTERIE Imporre una nuova normativa come standard significa mettere i produttori del componente interessato (o dei componenti interessati) nelle condizioni di adeguare la propria produzione ed il proprio settore ricerca e sviluppo alle richieste fatte dagli enti che regolamentano i diversi settori. Nel campo delle batterie piombo-acido per propulsori a combustione interna di auto e camion, durante questo 2016, è stata introdotta la normativa europea EN50342, che prevede dei test specifici sui componenti: le batterie auto adesso subiscono test di consumo acqua più severi, poiché passano dalle vecchia temperatura di prova di 40° ai 60° della nuova, così come sono sottoposte alla novità del test di scarico profondo, che simulano quelle che sono le condizioni ottenibili lasciando l'auto parcheggiata per periodi lunghi e che quindi potrebbero danneggiare le celle interne, ed infine necessitano di incrementata affidabilità per permettere una manutenzione sempre minore del componente. Il profilo dei camion è decisamente diverso, poiché in questo caso i nuovi test richiedono che la batteria resista a 15 ore di sollecitazioni in tutte le direzioni, così come a test di carico/scarico importanti che prevedono cicli di 2 ore in scarica e 5 ore massime di ricarica ed un numero di cicli incrementato del 66%.

LE ABBIAMO VISTE AD AUTOMECHANIKA Siamo stati presenti alla fiera Automechanika di Francoforte (leggi di Automechanika 2016 e del mondo dell'aftermartket), durante la quale abbiamo avuto modo di apprezzare anche la nuova produzione di batterie che riescono a rientrare nelle specifiche richieste dalla normativa EN50342. Tra i fornitori aftermarket (e non solo) più importanti attualmente sul mercato Exide ha infatti presentato la batteria per camion StrongPRO HVR, che riesce ad essere più efficiente rispetto alle precedenti. Oltre ad avere un design cambiato per riuscire a garantire una maggiore solidità è dotato della tecnologia Carbon Boost, di proprietà del brand, che oltre a garantire una ricarica veloce è capace di evitare problemi legati alla forte richiesta energetica quando il camion è fermo ed il motore è spento. A queste caratteristiche c'è anche da aggiungere la totale assenza di manutenzione richiesta: questo è un fattore da non sottovalutare, poiché in questo modo è possibile stivare il prodotto in dei luoghi non facilmente accessibili, lasciando spazio ad altre componenti più importanti e che richiedono controlli più frequenti (leggi dei test e dei consigli per la manutenzione delle batterie).

IL PROBLEMA DELLE BATTERIE AL LITIO Le batterie al litio, da quando sono state concepite per un uso anche in campo motoristico, hanno avuto sempre un mercato di nicchia, dedicato agli amanti del motorsport oppure a quelle applicazioni che vedono il peso come fattore chiave (basti pensare ad qualsiasi supercar, per le quali anche un centinaio di grammi possono risultare fondamentali, leggi della gigafactory LGChem che aprirà in Europa). In attesa di provare dei prodotti della gamma Exide direttamente, così da darvi un parere “pratico” ed un commento diretto, ci siamo fermati a riflettere sul tema in occasione del lancio della batteria al litio dedicata al mondo delle due ruote: nonostante l'industrializzazione porti ad un abbattimento dei costi per il consumatore finale questa, quella della batterie al litio, è una fascia di prodotto specialistica che ha dietro un grande sviluppo ed una notevole ricerca tecnologica, fattori che non hanno ancora permesso l'effettiva sostituzione rispetto a batterie di tipo tradizionale. Nonostante un risparmio di peso potrebbe giovare a qualsiasi mezzo, poiché ne risentirebbero anche i consumi, i costi elevati non permettono l'utilizzo su, ad esempio, auto dal profilo più cittadino che sportivo (leggi delle citycar che sono equipaggiate con batterie Exide). Aspetteremo sviluppi futuri.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Caricabatteria auto: quanti tipi e quale scegliere

Sensore MAP motore auto: cos’è e come funziona

Batteria senza manutenzione e Bassa manutenzione: cosa cambia?