Batteria auto scarica: 5 consigli per allungarne la durata

Le cause di una batteria scarica sono molte, ma con pochi e semplici consigli si può allungare la durata della batteria auto ed evitare di cambiarla

16 ottobre 2019 - 15:15

La batteria auto scarica è il guasto più frequente in inverno che costringe ad avviare il motore con i cavetti batteria di emergenza nei casi più fortunati. Quando invece la non vuole più ricaricarsi non resta altro da fare che smontare la batteria e montarne una nuova. Dopo aver visto perché una batteria si scarica, vogliamo rispondere ai lettori che si chiedono se c’è un modo per allungare la durata della batteria. Se siete già edotti sui consigli classici che riguardano il consumo di energia, non perdetevi i 5 consigli meno diffusi per evitare la batteria auto scarica o rotta.

1.LA DURATA DELLA BATTERIA DIPENDE DALLA TECNOLOGIA

Le auto moderne con Start&Stop non hanno solo sistemi antinquinamento più evoluti, ma anche un sofisticato sistema di controllo della salute della batteria. Il sensore intelligente IBS è indispensabile con batterie più resistenti fatte per garantire una maggiore durata. Ci riferiamo alle batterie EFB e AGM che hanno rimpiazzato quelle al piombo sulle auto più recenti. Queste batterie sono fatte per resistere a condizioni di lavoro più gravose e si possono tranquillamente installare anche su auto meno recenti. Va da sé che la capacità e la tensione della batteria più performante devono essere compatibili con quella tradizionale.

2.LA PRIMA CARICA ALLUNGA LA DURATA DELLA BATTERIA

Forse non tutti lo sanno, ma anche a saperlo chi rimane in panne per la batteria scarica ha l’unica priorità di ripartire quanto prima. Il secondo consiglio per allungare la vita della batteria, soprattutto se si guida l’auto per brevi tratti è non avere fretta di montarla. Dopo aver comprato la batteria è sempre meglio caricarla a un caricabatterie in garage o a casa per riportarla al 100% del suo stato. Non c’è da stupirsi altrimenti che anche una batteria nuova dopo un po’ dovrà essere soccorsa con i cavetti come nel video qui sotto.

3.LA COPERTA CHE ALLUNGA LA DURATA DELLA BATTERIA

Montare una batteria più performante e quindi con una maggiore durata è una modifica che spesso fa a pugni con lo spazio risicato disponibile nel vano della batteria originale. La soluzione che va per la maggiore è semplice: rimuovere i rivestimenti e i box che sarebbero troppo stretti per la batteria maggiorata. E’ l’errore da non fare per non accorciare la durata della batteria. Solo protetta dal calore del motore e dagli sbalzi termici invernali la batteria avrà una maggiore durata.

4.UNA BATTERIA STABILE DURA PIU’ A LUNGO

Non ha a che vedere sicuramente con la carica, ma le vibrazioni danneggiano le batterie più di quanto si possa immaginare. E’ vero che le batterie più moderne hanno elementi in piombo-calcio più resistenti, ma se la batteria non è ben ferma, non dura a lungo. E’ il rischio più frequente quando si monta per la prima volta una batteria, quello di non stringere correttamente le staffe di fissaggio. Ma succede anche quando montare una batteria maggiorata non permette di agganciare correttamente le cinghie su misura della batteria originale. Meglio farli aiutare in officina trovando un sistema alternativo di fissaggio che tenga la batteria ferma per farla durare di più.

5.LA RICARICA DELLA BATTERIA NE ALLUNGA LA DURATA

Ricaricare la batteria ogni volta che l’auto è ferma in garage sarà un’abitudine quotidiana con le auto elettriche. Lo stesso dovrebbe essere anche per le auto tradizionali quando restano ferme in garage per giorni e guidate per brevi tragitti in cui la batteria non riesce a ricaricarsi da sola. Acquistare un buon caricabatteria adatto alle caratteristiche della batteria e dell’auto aiuterà sicuramente a prevenire una scarica improvvisa allungando la durata della batteria.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali obbligatorie: le ordinanze neve 2019 – 2020

Guida sotto la pioggia: 5 errori da non fare con l’allerta meteo

riparazione-e-manutenzione-dei veicoli

Prenotare il tagliando auto online: solo il 22% delle officine sono preparate