10 consigli pratici per far rinascere l'auto in primavera

Dopo un lungo inverno, tra neve, ghiaccio, acqua e freddo, tornano le belle giornate. Ecco i nostri consigli per far rinascere la vostra auto

9 aprile 2018 - 13:24

Finalmente la primavera bussa alla porta, con le sue lunghe e soleggiate giornate. Con il clima favorevole si starà sempre di più fuori casa e perché no, potrebbe essere la giusta occasione per rimettere a lucido la vostra auto dopo le “fatiche” del periodo invernale. La neve, il ghiaccio, la pioggia, tutte condizioni che avranno certamente portato a una minore cura e attenzione ai dettagli per alcune auto. Ma con poche semplici mosse si può far tornare a nuova vita la propria auto, magari in vista di una bella gita o scampagnata fuori dalle città – e non solo, magari in vista di una possibile vendita, qui la nostra guida. Ecco i nostri pratici consigli.

LAVAGGIO E CARROZZERIA, COSA FARE Primo passo necessario, e a dire il vero anche il più intuitivo, è quello di recarsi al proprio autolavaggio di fiducia. Attualmente sono disponibili diverse tipologie di autolavaggio, dagli automatici, a quelli a mano ai self service. Insieme a tutte le accortezze del caso, come inserire il freno di stazionamento, chiudere i finestrini e gli specchietti, insieme alla rimozione dell'antenna, la scelta che vi consigliamo è principalmente, ove possibile, il lavaggio a mano. Questo perché spesso, le spazzole utilizzate dai lavaggi automatici, rischiano di graffiare, anche se in minima parte, la carrozzeria, lasciando fastidiosi graffietti e imperfezioni. Ma ancor prima dei rimedi per la carrozzeria, si può perfezionare la pulizia. Zone come gli scarichi, le portiere, o semplicemente residui di insetti e resina, possono essere rimossi grazie all'utilizzo di speciali spugne, facilmente reperibili su internet, che possono aiutarvi nel rimuovere il maggior numero possibile di imperfezioni. Anche per i danni minori, resi particolarmente visibili dopo una pulizia così approfondita, esistono dei rapidi ed economici rimedi. Paste abrasive, special pennarelli, sono la scelta migliore, a patto che si trovi la giusta pasta e il giusto colore, altrimenti si rischierebbe di rendere ancora più macroscopico il danno. Vi sconsigliamo l'uso di lucidatrici, che se utilizzate troppo spesso, rischierebbero di creare danni alla carrozzeria.

GOMME, CROMATURE, SPAZZOLE E PARABREZZA, TUTTI I RIMEDI Restiamo fuori dalla nostra auto, perché una volta terminata la pulizia della carrozzeria, manca il perfezionamento di altri dettagli, come ad esempio le parti in gomma utilizzate per sigillare l'abitacolo e le cromature. Le guarnizioni delle porte richiedono una particolare attenzione, e sono necessari particolari prodotti per essere trattate nel modo migliore, in modo da mantenerle in ottime condizioni. Stesso discorso per le cromature, che con il tempo potrebbero opacizzarsi e rovinarsi. Speciali paste per la lucidatura sono il prodotto migliore per far tornare all'antico splendore tutti i dettagli cromati presenti non solo sulla carrozzeria, ma anche dentro l'abitacolo. Ultimo elemento da controllare sono le spazzole dei tergicristalli. Il freddo e le intemperie dell'inverno potrebbero aver causato dei danni alla gomma, con un effetto diretto sulla visibilità e quindi sulla sicurezza. Controllate quindi se le spazzole, una volta azionate, lasciano strisce, oppure sono strappate. Inutile dirvi che, in caso di danni, vi consigliamo caldamente una pronta sostituzione. Strettamente correlato al fattore visibilità, controllare il livello dei liquidi per il tergicristallo è una pratica da effettuare, magari aggiungendo altri prodotti in grado di pulire nel miglior modo possibile la parte esterna del parabrezza. Esistono prodotti con anticalcare integrato, perfetti anche per mantenere nel tempo puliti gli ugelli esterni.

CURA DEI DETTAGLI ANCHE DENTRO L'ABITACOLO Passando nell'abitacolo, anche qui abbiamo qualche consiglio da darvi per farlo tornare a splendere dopo il periodo invernale. In primis badate bene alla pulizia del parabrezza – scopri cosa significano i simboli e le marcature. Durante l'inverno, si potrebbe accumulare della sporcizia, a causa dei sistemi di riscaldamento accesi, per questo, una volta tirata via l'auto dal garage per le scampagnate primaverili, conviene cercare di rendere il parabrezza il più pulito possibile. Sul mercato sono disponibili diversi prodotti perfetti per mantenerlo lucido e perfettamente trasparente, sia salviette che detergenti. La pulizia degli interni passa anche per sedili e tappetini, che durante l'inverno potrebbero aver raccolto tantissima sporcizia, magari a causa della neve, della pioggia e del fango. Anche per gli interni esistono diversi prodotti, sia per chi ha sedili in pelle sia per chi li ha in tessuto, ma solo dopo aver aspirato tutta la sporcizia presente. Gli ultimi interventi riguardano principalmente la manutenzione e la sicurezza. Controllare i livelli dei liquidi – pratica che vi consigliamo a prescindere dalle pulizie di primavera – è una pratica necessaria –  qui il nostro focus. Olio, liquido refrigerante, sono indispensabili per mantenere nella miglior condizione possibile le parti meccaniche. Insieme a questo controllate la pressione degli pneumatici, che sia se troppo alta, sia se troppo bassa, potrebbe portare a conseguenze più gravi, e non solo economicamente parlando – dopo aver letto i nostri consigli per riportare la propria auto al meglio dopo l'inverno, qui quelli per proteggerla dall'estate.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sensore MAF: cos’è e come funziona

Ammortizzatori auto: come funzionano e quando vanno sostituiti?

Tagliando auto: cosa comprende e quanto costa