Pirelli Cyber Tyre, il pneumatico che 'informa' l'automobile

Pirelli Cyber Tyre, il pneumatico che 'informa' l'automobile Un chip annegato all'interno della carcassa permette al Pirelli Cyber Tyre di passare informazioni importanti alle centraline dell'auto

Un chip annegato all'interno della carcassa permette al Pirelli Cyber Tyre di passare informazioni importanti alle centraline dell'auto

20 Ottobre 2014 - 09:10

Non ci stancheremo mai di ripetere quanto siano importanti gli pneumatici e quanto sia fondamentale tenerli in perfetto stato di efficienza. Del resto, anche l'auto con i sistemi di sicurezza più avanzati, è a contatto con la strada solo attraverso pochi centimetri quadrati di gomma. Proprio per aumentare la sicurezza, Pirelli ha studiato un nuovo pneumatico, denominato Cyber Tyre, che è in grado di 'parlare' all'automobile, cioè di interfacciarsi con le centraline elettroniche che gestiscono i diversi dispositivi della vettura. La novità principale è la presenza di un chip all'interno delle carcassa, che fornisce informazioni sullo stato del pneumatico e sulle condizioni della strada direttamente al guidatore.

IL PNEUMATICO DIALOGA CON LA STRADA – L'elemento caratterizzante della 'gomma intelligente' è un sensore elettronico, grande circa un centimetro quadrato, completamente autoalimentato, in grado di 'leggere' direttamente le condizioni di interazione pneumatico-strada e di dialogare in tempo reale, via wireless, col computer di bordo e con tutti gli apparati elettronici della vettura, oltre che con il guidatore, attraverso una opportuna interfaccia grafica. Il sensore, infatti, sa interpretare le variazioni della tipologia di attrito, riconoscendo le diverse condizioni di marcia quali asciutto, bagnato, grado di rugosità (e quindi di grip) e temperature dell'asfalto.

ATTRITO SOTTO CONTROLLO – Ma il Pirelli Cyber Tyre è in grado anche di conoscere in tempo reale il carico verticale sulla gomma, le forze longitudinali e laterali che agiscono su di essa, l'area d'impronta e l'inclinazione della gomma, oltre che la tipologia di asfalto e le informazioni sulle condizioni d'uso dello pneumatico stesso, quali temperatura, pressione, usura, numero di giri e codice identificativo della singola copertura. In particolare, il Cyber Tyre consente al cruise control e ai sistemi di frenata assistita di reagire modulando velocità e frenata in maniera molto più precisa. Inoltre, potranno essere attivate tipologie di controllo e avviso al momento non utilizzate ma che potrebbero avere sviluppi futuri, come relative alla velocità in curva, al pericolo di aquaplaning e al limite di velocità adattivo alle diverse condizioni di marcia.

INNOVAZIONE E TECNOLOGIA – Il nuovo polo tecnologico e industriale Pirelli di Settimo Torinese sarà il primo luogo di produzione del Cyber Tyre che si avvarrà del Mirs 2,l'esclusivo processo di produzione sviluppato da Pirelli. Le fasi di evoluzione tecnica saranno due: il Cyber Tyre Lean, per il monitoraggio della pressione dei pneumatici delle vetture, sviluppato in collaborazione con Schrader e poi il Cyber Tyre. Inoltre, la ricerca e lo sviluppo di sistemi innovativi per l'industria automotive, tra cui appunto il Cyber Tyre, è al centro di un recente accordo di partnership tecnologica che Pirelli ha stretto con altri due leader italiani del settore, Brembo e Magneti Marelli.

Commenta con la tua opinione

X