Mazda presenta il nuovo 1.5 SkyActiv-D

Mazda presenta il nuovo 1.5 SkyActiv-D Mazda ha diramato le prime caratteristiche tecniche del nuovo 1.5 turbodiesel

Mazda ha diramato le prime caratteristiche tecniche del nuovo 1.5 turbodiesel, che debutterà sulla prossima Mazda2

11 Giugno 2014 - 12:06

Il suo arrivo era nell'aria già da tempo, perché nel mercato europeo avere un diesel medio piccolo in gamma è praticamente obbligatorio, tanto che ormai non è raro vedere propulsori da 1.5 o 1.6 litri di cilindrata anche sotto i cofani di grandi berline o station wagon. Quindi, dopo avere annunciato il suo arrivo allo scorso Salone di Ginevra, oggi Mazda ha diramato le prime specifiche tecniche del nuovo 1.5 turbodiesel SkyActiv-D. Questo nuovo propulsore debutterà sulla prossima generazione della Mazda2, attesa in Giappone entro la fine dell'anno e sarà anche accoppiato alla trasmissione automatica SkyActiv-Drive. Inutile dire che successivamente verrà montato anche sulla Mazda3, attualmente il modello della Casa giapponese che sta riscuotendo i migliori successi.

DUE CILINDRATE PER IL MERCATO EUROPEO – Infatti, nel panorama attuale del mercato europeo, per una compatta di segmento C, come è la Mazda3, è fondamentale differenziale l'offerta sulle motorizzazioni diesel. Dando un rapido sguardo a quello che offrono le concorrenti. emerge la disponibilità, nella quasi totalità dei casi, di due motorizzazioni diesel, la più piccola con una cilindrata compresa tra gli 1.5 e gli 1.7 litri, la seconda con una cubatura che varia tra gli 1.9 e i 2.2 litri. E proprio di 2.2 litri è il solo propulsore diesel attualmente presente nella produzione Mazda, quello SkyActiv-D con doppia turbina sequenziale che abbiamo già avuto modo di provare sia sulla Mazda6 che sulla CX-5.

L'APPROCCIO SKYACTIV – Il nuovo 1.5 turbodiesel SkyActiv-D è stato progettato secondo la stessa filosofia tecnica del più grande 2.2 litri SkyActiv-D, quindi basso rapporto di compressione (14:8 a 1) e processo di combustione curato maniacalmente, tanto che l'omologazione Euro 6 viene raggiunta senza l'utilizzo di sistemi aggiuntivi per il trattamento delle emissioni Nox. Le prestazioni dichiarate finora parlano di 105 CV a 4.000 giri e 250 Nm di coppia massima, che rimangono costanti tra i 1.500 e i 2.500 giri. Per saperne di più sui consumi, invece, bisognerà aspettare la prima installazione su un'autovettura, ma le premesse per fare bene, considerando il sistema start/stop i-Stop e della frenata rigenerativa i-Eloop, tanto che Mazda dichiara che la nuova Mazda2 in Giappone sarà l'auto più parsimoniosa della sua categoria, escludendo i modelli ibridi.

LA TECNICA – L'approccio SkyActiv prevede la cura maniacale della composizione della miscela aria-carburante, che deve essere magra, ma anche la riduzione degli attriti interni e l'incremento dell'isolamento termico. Nel dettaglio, ci sono nuovi iniettori a solenoide e pistoni con il cielo ovale che riducono i contatti del gas combusto con le pareti del cilindro, un nuovo sistema di doppia EGR per le basse e le alte pressioni, il circuito di raffreddamento a portata variabile e una turbina a geometria variabile.

Commenta con la tua opinione

X