Volkswagen prova il TAP, Pilota Automatico Temporaneo

Secondo la casa tedesca, il dispositivo è una via di mezzo tra un assistente stradale e l'auto completamente automatica del futuro. Intanto, il TAP potrebbe contribuire a diminuire gli incidenti

30 giugno 2011 - 13:51

Sono numerosi i costruttori che si stanno cimentando nell'impresa di progettare, realizzare e rendere fruibile l'auto che si guida da sé, un  compito non facile che periodicamente registra qualche progresso. Tra gli ultimi sistemi del genere in corso di sperimentazione c'è il Volkswagen TAP (Temporary Auto Pilot), che secondo la casa rappresenta l'anello di congiunzione, cioé una tappa intermedia, tra i sistemi di assistenza alla guida già in vendita o di prossimo arrivo e la futura auto completamente automatica.

FINO A 130 KM/H – Il TAP è stato svelato durante la presentazione dei progetti che fanno parte dell'iniziativa europea denominata HAVEit (Highly Automated Vehicle for intelligent transport) tenutasi recentemente nella città svedese di Bords. Sotto la supervisione del conducente, il TAP può guidare in autonomia la vettura fino a una velocità di 130 km/h. Durante la presentazione il direttore esecutivo delle attività di ricerca Volkswagen, Jürgen Leohold, ha descritto così il dipositivo: «Con il TAP abbiamo messo a punto un sistema che rappresenta una pietra miliare verso la “guida senza incidenti”. Il TAP mantiene la distanza di sicurezza tra il veicolo sul quale è montato e quello che lo precede, guida la vettura alla velocità preimpostata dal conducente, la riduce se è necessario, mantiene l'auto in posizione centrale rispetto alla corsia, rispetta le regole del traffico e i limiti di velocità e automatizza anche il funzionamento del sistema stop&start nel traffico convulso».

INTERAGISCE CON IL CRUISE CONTROL – Il TAP richiede la presenza di un cruise control con il quale è interfacciato e rileva la posizione dell'auto rispetto alla strada e quella delle altre vetture che la circondano mediante una rete di sensori e di telecamere. Esattamente come un cruise control, può essere disattivato dalla pressione di un pulsante collocato in modo da essere raggiunto con una manovra semplice, rapida e intuitiva. Le modalità di funzionamento e la descrizione del dispositivo che ne ha fatto Lehold lasciano intendere che, nella visione Volkswagen, lo scopo primario per il quale il TAP è stato progettato non è quello di regalare comodità e relax al conducente, ma è un sistema che intende offrire un concreto contributo alla sicurezza stradale aiutando il guidatore a evitare errori e a gestire le emergenze.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete