Volkswagen inventa il “riciclatore natalizio istantaneo”

Volkswagen inventa il “riciclatore natalizio istantaneo” La fantasia degli uomini del marketing non conosce confini. Ecco come Volkswagen

La fantasia degli uomini del marketing non conosce confini. Ecco come Volkswagen, in vista del Natale, ha attirato l'attenzione sui suoi modelli BlueMotion

16 Dicembre 2010 - 05:12

Quello che appare nel titolo di questo “semaforo” non è il nome dell'ultima miracolosa invenzione ideata per risolvere definitivamente i problemi ecologici del pianeta. Si tratta semplicemente di un simpatico marchingegno natalizio con il quale Volkswagen ha voluto ricordare a Milano la buona abitudine di riciclare i materiali di scarto che rientra in quelle da adottare per mantenere uno stile di vita “sostenibile” anche per l'ambiente. Vediamo in dettaglio come ha funzionato l'iniziativa.

LA CAMPANA DEL MISTERO – Sabato 11 dicembre l'attenzione dei cittadini milanesi impegnati nello shopping natalizio in corso Como (ubicato in una delle zone della “movida” del capoluogo lombardo) è stata attirata da un grosso “bidone” di colore blu con le fattezze di una campana per la raccolta differenziata dei materiali da riciclare. Sopra, la scritta “Ricicla la plastica e la carta per un Natale senza sprechi” invitava i passanti a introdurre uno o entrambi i materiali nelle rispettive fessure della maxi-campana, cosa che non pochi hanno fatto. Si può immaginare la sopresa di chi, dopo aver aderito all'invito, ha visto spuntare da un'altra fessura una misteriosa mano che ha consegnato un regalo: un addobbo natalizio realizzato con lo stesso materiale, plastica o carta, introdotto nella campana, che è stata scherzosamente battezzata, appunto, “Riciclatore natalizio istantaneo”. La mano non era meccanica, ma in carne e ossa, e apparteneva a un operatore nascosto all'interno della campana. Dalle varie fasi dell'iniziativa, a partire dalla costruzione del “riciclatore” fino alle riprese degli stupiti passanti che introducono i rifiuti e poi ritirano l'eco-gadget, è stato ricavato un video di un minuto e mezzo.

BLU COME “BLUEMOTION” – Il riciclatore è stato realizzato interamente nel colore blu, e non certo  a caso. La tinta richiama infatti alla mente la denominazione “BlueMotion”, cioè il “marchio di fabbrica” che caratterizza i modelli Volkswagen realizzati con una dotazione di dispositivi e accorgimenti utili a diminuire i consumi di carburante e le emissioni inquinanti. Think Blue, secondo le parole della casa di Wolfsburg, è anche “espressione dei valori di marca e soprattutto attitudine ad uno stile di vita sostenibile”.

Commenta con la tua opinione

X