Volkswagen: in Germania, stipendio +4,3% per i dipendenti

Volkswagen ha deciso: in Germania, lo stipendio dei dipendenti sale del 4,3%

4 giugno 2012 - 7:00

Accordo fra il Gruppo Volkswagen e il sindacato tedesco IG Metall: aumenti contrattuali del 4,3% per i circa 100.000 dipendenti in Germania.

DA GIUGNO – Hanno di che godere i dipendenti VW in terra teutonica: dal 1° giugno la busta paga è più pesante del 4,3%, un accordo valido per 13 mesi che prevede anche l'assunzione fino a 3.000 dipendenti con contratti interinali. L'intesa ricalca l'accordo concluso da IG Metall con la controparte circa due settimane fa per il settore metalmeccanico, riguardante 3,6 milioni di lavoratori metalmeccanici tedeschi, inclusi quelli di Daimler e BMW.

IL MASSIMO – Stando a Horst Neumann, responsabile del personale per il Gruppo di Wolfsburg, “siamo arrivati al massimo di quanto permesso dalla forte concorrenza internazionale nell'industria dell'auto”, mentre Martin Rosik, delegato sindacale per il colosso tedesco, ha spiegato che, “per la competitività di Volkswagen in Germania, è decisivo che l'aumento dei salari sia orientato alla performance economica del settore”.

UNA GERMANIA DA INVIDIARE – Dopo la notizia dell'aumento per i dipendenti VW in Germania, il pensiero va soprattutto agli operai del settore automotive che tremano per la situazione piena di zone grigie di Termini Imerese, l'ex stabilimento Fiat che pareva dovesse essere rilanciato dalla molisana DR. In generale, un po' tutti i dipendenti delle aziende italiane, di qualsiasi settore, guardano con inevitabile invidia e ammirazione a quanto accade in Germania. Non per niente, restando nel settore auto, una trentina di aziende piemontesi della componentistica ha appena incontrato i rappresentanti del Gruppo Volkswagen per presentare la propria produzione e recepire le esigenze del colosso teutonico: lì dove una volta il committente era Fiat, l'auspicio delle aziende piemontesi è che si abbiano nuovi sbocchi con VW.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toyota Aygo X Cross: sistemi di assistenza lenti nel test dell’alce

Kia Polonia: cartello su auto nuove, l’accusa dell’Antitrust

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021