[Volkswagen Golf Highline] Luca Anelli

[Volkswagen Golf Highline] Luca Anelli

Mi rivolgo alla Vostra spettabile Redazione per sottoporVi il caso dell'apertura degli AirBags avvenuti sulla mia Golf Highline 1.4TSI del 2011. In data 02 Ottobre, in colonna nell'uscita dalla tangenziale di Milano, partendo da fermo, ho stupidamente tamponato leggermete l'auto che mi precedeva. L'urto ha causato l'apertura dell'AirBags volante, passeggero (in auto ero SOLO), protezione […]

16 Novembre 2012 - 05:11

Mi rivolgo alla Vostra spettabile Redazione per sottoporVi il caso dell'apertura degli AirBags avvenuti sulla mia Golf Highline 1.4TSI del 2011.

In data 02 Ottobre, in colonna nell'uscita dalla tangenziale di Milano, partendo da fermo, ho stupidamente tamponato leggermete l'auto che mi precedeva. L'urto ha causato l'apertura dell'AirBags volante, passeggero (in auto ero SOLO), protezione gambe. Inoltre l'apertura degli airbags ha provocato la rottura del parabrezza ed ha fatto anche saltare il pretensionatore di entrambe le cinture di sicurezza anteriori. Ribadiscco che ero solo in auto. Data la bassissima velocità non ho toccato con la faccia l'airbag volante, e per fortuna in quanto porto gli occhiali. La cosa sconcertante è stato alla vista del danno sul paraurti, praticamente quasi un piccolo graffio nulla di più ! (allego le foto), danni al paraurti 300€, danni interni per gli airbags e danni collaterali quasi 8000€!! L'auto è stata portata in due officine autorizzate VW: la prima fa parte del concessionario in cui l'auto è stata acquistata (grosso rivenditore a nord di Milano) e sono rimasto scioccato da quanto detto dal responsabile della stessa, e cioè che non potevano fare nulla in quanto, una volta scoppiati gli airbags, non è possibile eseguire alcun controllo. Ho a questo punto telefonota al servizio clienti VWItalia che mi ha segnalato che l'officina ha sbagliato a mandarmi via dicendo che non è possibile fare nulla in quanto hanno perfettamente i mezzi per poter eseguire una prima diagnosi e poi eventualmente aprire una pratica a VWItalia. A quel punto ho preferito portare l'auto da altra officina autorizzata sperando di trovare più “serietà”. Per fortuna così è stato ,e dopo un primo controllo, ho chiesto l'apertura di una prartica a VW Italia per il controllo delle centraline in quanto l'apertura degli airbags mi è parsa completamente ingiustificata. Non solo tutti i meccanici che hanno visionato l'auto sono rimasti basiti, ma ad un primo controllo pare NON vi sia alcun tipo di danno all'infuori dell'ammaccatura del paraurti, cosa che rende ancora più ingiustificabile quanto accaduto!

Chiedo anche un Vostro parere sull'accaduto e se tutto quanto da me fatto è stato corretto o se avrei potuto fare altro e, soprattutto, cosa potrei fare se non venisse riconosciuta l'apertura anomala degli airbags.

Cordiali saluti

Luca Anelli

 

Risponde Bruno Pellegrini, l'esperto di SicurAUTO.it

Il caso sottopostoci dal Sig. Anelli si può senz'altro inquadrare nella tipologia anomala delle attivazioni airbag. La Golf del lettore, partendo da fermo durante una coda, tampona lievemente il veicolo che la precede. Verosimilmente, la velocità della vettura al momento dell'impatto, sarà stata assai modesta, stimabile inferiore ai 15 km/h, a giudicare dai lievissimi danni subiti dal paraurti anteriore e dal fatto che il volto del guidatore non è entrato nemmeno in contatto con il cuscino dell'airbag, visto lo scarso valore di decelerazione subito dal corpo. Con siffatta tipologia di urto, le sole cinture di sicurezza sono più che adeguate a proteggere gi occupanti.
Vale la pena ricordare che la velocità minima di impatto necessaria per l'attivazione degli airbag è prevista in 25-30 Km/h, con urto frontale entro un cono di 30° a dx. e 30° a sx. rispetto all'asse longitudinale del veicolo.
Nel caso specifico, il danno conseguente alla inutile attivazione degli airbag frontali, risulta aggravato dalla rottura del parabrezza a causa dell'urto contro lo stesso dello sportellino airbag lato passeggero e dalla attivazione di quest'ultimo, forse del tipo non disattivabile in caso di assenza del passeggero. Ci troviamo di fronte ad un evidente caso di non necessaria e indesiderata attivazione degli airbag a fronte di un urto modestissimo, probabilmente a causa di una taratura del sistema su un valore di soglia di attivazione troppo bassa. Casi analoghi sono stati segnalati dagli utenti a mezzo stampa o web, sulle Fiat 500. Purtroppo le Case costruttrici spesso non dichiarano i valori di taratura airbag adottati sui propri modelli. In mancanza di tali dati, in fase di eventuale perizia tecnica stabilita da un giudice, si adotta il criterio causa-effetto, si acquisiscono i valori medi di decelerazione ritenuti a rischio e si confrontano con quelli in esame. Allo stato dell'arte, i casi di attivazione airbag non necessaria, costituiscono una reale criticità non ancora risolta. Manca tuttavia da parte delle Case, ben consapevoli di tale problematica, una diffusa sensibilità ad agire a favore della clientela prima che lo decida il giudice di turno.
Nel caso specifico, la post-diagnosi di primo livello consistente nella verifica di eventuali “codici guasti” in memoria, può non essere sufficiente per quanto esposto in precedenza: l'assenza di codici guasto non esclude possibili limiti o carenze progettuali – costruttive del sistema airbag.
La strada fin'ora seguita dal Sig. Anelli è quella corretta. Tramite l'officina autorizzata VW interpellata si dovrà richiedere una verifica tecnica a cura del fabbricante, visto che si tratta di sistemi di sicurezza. In base all'esito di tali verifiche, il proprietario del veicolo avrà facoltà, se necessario, di procedere legalmente e chiedere una Consulenza Tecnica d'Ufficio (CTU).

Commenta con la tua opinione

X