Volkswagen Golf GTD, il diesel diventa sportivo

La settima generazione della Golf GTD è in vendita, Volkswagen la propone a partire da 31.500 ?

6 giugno 2013 - 17:34

La Golf GTD è stata una delle prime auto ad associare il motore diesel con il concetto di alte prestazioni. Era il 1984 ed era da poco arrivata sul mercato la seconda generazione di quella che negli anni a venire sarebbe diventata una leggenda su quattro ruote. La prima Golf GTD aveva un 1.6 litri da 70 CV e soli 133 Nm di coppia a 2.600 giri, un valore che oggi superano anche i turbodiesel da poco più di un litro di cilindrata, ma che allora, abbinato alla leggerezza del corpo vettura, permetteva di avere un'auto economica, pronta a macinare chilometri senza sosta, ma senza rinunciare a una certa brillantezza di guida. Oggi, la settima generazione di Golf GTD vuole rimanere il riferimento assoluto tra le compatte diesel sportive.

IL 2.0 TDI PIU' POTENTE – Il motore è l'ultima evoluzione del 2.0 TDI del Gruppo Volkswagen. In questa versione eroga 184 CV, ma non è un'esclusiva della Golf GTD, visto che si trova anche sotto il cofano della Audi A3 e della Seat Leon. È attualmente il 2 litri diesel, con una sola turbina, più potente disponibile sul mercato, anche se condivide il primato con le unità a 4 cilindri BMW. Già omologato Euro 6, è forte di 380 Nm di coppia, erogati a 1.750 giri/min, mentre la potenza massima è disponibile tra i 3.500 e i 4.000 giri/min. È accoppiato al cambio manuale a 6 marce, mentre in opzione è possibile avere il doppia frizione DSG. Per la Golf GTD Volkswagen dichiara un peso 1.377 kg, dato che include il peso del conducente e il serbatoio riempito al 90%.

LOOK SPORTIVO MA SENZA ESAGERARE – Come tutte le Golf più sportive, anche la GTD non ha una caratterizzazione estetica eccessiva; il kit aerodinamico dedicato aggiunge aggressività senza togliere eleganza. Prevede paraurti specifici e prese d'aria maggiorate. I cerchi in lega sono da 18 pollici con pneumatici 225/40, mentre l'assetto è stato irrigidito e ribassato di 15 mm. La Golf GTD, inoltre, può vantare alcune tinte in esclusiva come il Tornado Red, il Black and Pure White. All'interno troviamo l'ormai storico (come la prima Golf GTI) rivestimento in tessuto Tartan, il volante sportivo e i loghi GTD in diversi punti dell'abitacolo. L'allestimento comprende anche il doppio scarico posteriore, i fari oscurati, il climatizzatore automatico, i sensori di parcheggio e l'impianto audio con schermo touch da 5,8 pollici.

TUTTO SOTTO CONTROLLO – Garantire una guida appagante ma in tutta sicurezza, è questa la missione della Golf GTD, che può contare su diversi sistemi di assistenza e per la dinamica di marcia: ESC con funzione Sport e ABS con assistenza in frenata, differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS+, attention assist, frenata anti collisione multipla e indicatore di pressione degli pneumatici. Le prestazioni della Golf GTD sono al top, Volkswagen dichiara uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi a fronte di un consumo medio di 4,2 l/100 km per la versione con cambio manuale e di 4,7 l/100 km con il cambio DSG. I prezzi partono da 31.500 € per la prima e da 33.400 € per la seconda.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

App parcheggio auto per trovare posto e pagare: la guida completa

Auto usate: +9% degli scambi tra privati da inizio 2022

Gomme invernali 215/55 R17: la classifica di Auto Bild