Vicenza – Guidatori più disciplinati Meno incidenti e meno morti

Vicenza – Guidatori più disciplinati Meno incidenti e meno morti Gli incidenti stradali in provincia di Vicenza sono in calo. Lo dimostrano i dati dell'Istat

Gli incidenti stradali in provincia di Vicenza sono in calo. Lo dimostrano i dati dell'Istat, che ha elaborato i numeri inviati dal Centro di monitoraggio degli incidenti stradali nel Vicentino ...

23 Agosto 2010 - 06:08

LE STATISTICHE. I dati dell'Istat analizzano la situazione nel Vicentino nel triennio 2007-2009

La palma dei comuni più sicuri spetta a Tonezza, Velo d'Astico Calvene, Grancona e Gallio con un solo schianto in un anno

Gli incidenti stradali in provincia di Vicenza sono in calo. Lo dimostrano i dati dell'Istat, che ha elaborato i numeri inviati dal Centro di monitoraggio degli incidenti stradali nel Vicentino per il triennio 2007-2009. Calano i morti, mentre i feriti restano stabili; aumenta invece il numero degli scontri rilevati dalle polizie locali, come sollecitato sia a livello centrale che dalla prefettura, perchè in questo modo le pattuglie dei carabinieri e della polizia stradale sono più libere di controllare il territorio e prevenire gli episodi criminosi. Il sistema dei consorzi, in questo senso, pare funzionare bene; nel Thienese la stragrande maggioranza dei rilievi è opera dei vigili, la cui presenza è strutturata da anni.
Le persone decedute nel corso del 2009 sono state 51, contro le 76 del 2008 e le 86 dell'anno ancora precedente. Un terzo delle vittime ha perso la vita nel territorio comunale di Vicenza città, mentre gli altri decessi sono disseminati in diversi Comuni.
Dati significativi emergono proprio dalle tabelle sui Comuni in cui sono avvenuti gli incidenti. La palma del migliore, cioè del più sicuro, se la dividono Salcedo, Tonezza, Velo d'Astico, Calvene, Grancona e Gallio, dove nel corso del 2009 è stato registrato un solo incidente, con un solo ferito.
Passando a Comuni più grandi, attraversati da strade che sono maggiormente trafficate, stupiscono i solo otto incidenti avvenuti a Longare, tagliato dalla provinciale 247 Riviera berica, ma con un decesso. A Lugo, invece, in tre schianti in un anno (rilevati dalle forze dell'ordine) ci sono stati due morti. Nel capoluogo ci sono stati, in 12 mesi, addirittura 534 scontri, con 727 feriti. Tanti incidenti anche ad Arzignano (93, 137 feriti) e Montecchio Maggiore (90, 124 in ospedale), ma in entrambi i comuni con nessun decesso.

Numerosi gli urti in tutta la vallata dell'Agno, Recoaro escluso, a testimonianza della mole di traffico della provinciale 246, e soprattutto nel Bassanese, dove storicamente gli incidenti sono numerosi e gravi (in particolare lungo la Valsugana): a Bassano 198 urti, con due morti e 268 feriti; nella piccola S. Nazario 15 incidenti, con un morto e 26 feriti; a Rosà 54 urti (due morti, 77 in ospedale); a Romano 40 schianti (due decessi, 65 feriti) e via discorrendo.
Sull'Altopiano di Asiago, invece, e nel Basso Vicentino le strade sono più sicure, ma questo dipende soprattutto dalla ridotta mole di traffico rispetto invece alle strade che sono maggiormente trafficate

fonte – ilgiornaledivicenza.it

Commenta con la tua opinione

X