Viaggi estivi in auto: occhio a cosa si mangia

Chi mangia troppo e male prima di viaggiare rischia di mettersi al volante appesantito, ed è più a rischio incidente

Viaggi estivi in auto: occhio a cosa si mangia
Non esiste solo la benzina dell'auto, c'è anche quella del guidatore, e si chiama cibo. Che va distribuito sapientemente prima e durante il viaggio, sia quello dell'esodo sia quello del controesodo. Impossibile dare un unico e semplice consiglio adatto a qualsiasi guidatore (e passeggero) che si appresta a stare in macchina, per ore, sotto il solleone di questi giorni. Gli esperti però sono concordi nel suggerire alcune semplici regole, per spostamenti più confortevoli e, di riflesso, per la sicurezza stradale: un conducente in forma è ovviamente meno a rischio incidente di chi si mette al volante appesantito.

NO ALLE ABBUFFATE SERALI

Un errore ricorrente è rimpinzarsi di calorie la sera prima del viaggio, per farsi trovare preparati l'indomani mattina, quando si sale a bordo. In realtà, il giorno prima non bisogna strafare, e al contrario è opportuno mangiare leggero, per favorire una sana dormita: una facile digestione la notte prima del viaggio è alla base di un sonno tranquillo, che ci consentirà poi di guidare senza essere stanchi. È la chiave per tenere alla larga il pericolosissimo colpo di sonno in auto. Fare tre pasti al giorno a intervalli regolari consente inoltre di mantenere costanti livelli di energia: è sbagliato sia saltare la colazione sia, peggio ancora, guidare a digiuno, perché ci si può sentire spossati quando meno lo si aspetta; attenzione, il calo di zuccheri assale a sorpresa. Vanno bene carboidrati presenti nel comune zucchero, in confetture di marmellata, miele, pane, fette biscottate, biscotti, fiocchi di mais, così come ottima è la frutta, che è leggera, digeribile, ricca di vitamine e sali minerali. Una raccomandazione che vale soprattutto per quegli automobilisti che non hanno più 20 anni e che non possono stressare il proprio organismo.

VARI PASTI

In generale, ricordate che i cibi grassi si digeriscono più lentamente, e quindi sarebbe opportuno stare alla larga da fritti e piatti elaborati. Cibi del genere si trovano in qualsiasi autogrill, ma questo non autorizza a credere che rappresentino la dieta ideale dell'automobilista. È anche fondamentale il giusto apporto di liquidi per l'organismo; quindi sì all'acqua fresca, anche in viaggio. Più in dettaglio, per il pranzo e la cena prediligete un piatto leggero, come pasta o riso con condimento al pomodoro o alle verdure. Oppure carne o pesce alla griglia, a vapore o lessati, con il contorno di verdure. Optate per i panini? Purché siano semplici, senza troppe salse. E per spezzare la fame di metà mattina e metà pomeriggio, gli esperti suggeriscono spuntini a base di frutta fresca, oppure cracker, grissini e fette biscottate. E in ogni caso, ci sono 10 consigli che il ministero della Salute fornisce in via generale:
   1.    bevi ogni giorno acqua in abbondanza
;
   2.    a tavola varia le tue scelte
;
   3.    fai sempre una sana prima colazione ed evita di saltare i pasti
;
   4.    consuma almeno 2 porzioni di frutta e 2 porzioni di verdura ogni giorno
;
   5.    in una dieta equilibrata i cereali (pane, pasta, riso etc.) devono essere consumati quotidianamente
;
   6.    mangia pesce almeno 2 volte alla settimana (fresco o surgelato)
;
   7.    ricordati che i legumi forniscono proteine di buona qualità e fibre
;
   8.    limita il consumo di grassi, soprattutto quelli di origine animale, privilegiando l'olio extravergine di oliva
;
   9.    non eccedere nel consumo di sale
;
   10.    limita il consumo di dolci e di bevande caloriche nel corso della giornata.

Pubblicato in Attualità il 31 Luglio 2012 | Autore: Redazione


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri