Viabilità Italia, esodo di Pasqua: piano sicurezza

Ecco il piano sicurezza di Viabilità Italia in vista dell'esodo pasquale

18 aprile 2014 - 12:00

Con la recessione, sarà anche vero che ci sono meno auto in circolazione e che i sinistri sono in calo, ma non si deve abbassare la guardia. Un italiano su tre sarà in viaggio per raggiungere le abitazioni di parenti che si trovano in città e regioni diverse da quelle della propria residenza. È il quadro che viene disegnato da unaindagine Coldiretti/Ixè sul comportamento degli italiani per le prossime ricorrenze. Con la crisi – sottolinea la Coldiretti – si rafforzano i legami familiari che caratterizzano la società italiana e si colgono maggiormente le opportunità di trascorrere il tempo libero assieme con un ritorno nei luoghi di origine. La domenica di Pasqua e il lunedì di Pasquetta sono alle porte e, a seguire, arrivano i ponti di primavera del 25 aprile e 1° maggio. Giornate di intenso traffico. Il 27 aprile, poi, a Roma sono attesi milioni di pellegrini per la celebrazione della canonizzazione dei Beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Si prevede quindi un significativo incremento dei flussi di traffico, per il quale è pronto uno specifico piano di esodo pasquale. Viabilità Italia, il Centro di coordinamento nazionale della viabilità, seguirà le evoluzioni del traffico monitorando la mobilità sulla rete nazionale.

VIA I CANTIERI – Per assicurare la fluidità della circolazione, mantenendo la massima attenzione alla sicurezza, l'Anas e le società autostradali hanno rimosso i cantieri di lavoro temporanei. Per quelli permanenti, è disponibile uno schema riepilogativo sul sito web della Polizia di Stato, alla pagina di Viabilità Italia. A chi si mette in viaggio è consigliato, prima di partire, di controllare l'efficienza del veicolo, sistemare bene i bagagli (non sovraccaricando l'auto) e individuare una corretta posizione per il trasporto degli animali. Inoltre, per chi sta alla guida è meglio evitare pasti abbondanti e alcol (proibito per i neopatentati, col limite di mezzo grammo ogni litro di sangue per gli altri), ed essere sufficientemente riposati.

MAGGIORE VIGILANZA – Polizia Stradale e Arma dei Carabinieri hanno pianificato un incremento delle pattuglie, anche motomontate, nelle giornate maggiormente “a rischio”, nonché il potenziamento dell'attività di vigilanza delle più importanti autostrade e strade extraurbane principali avvalendosi della collaborazione dei propri Reparti Volo. L'intensificazione dell'attività di controllo lungo gli itinerari di interesse turistico avverrà con particolare riguardo, anche nelle ore notturne, al rispetto delle condizioni psicofisiche con l'utilizzo sistematico di etilometri e precursori, per una efficace azione di contrasto della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, nonché per il rispetto dei limiti di velocità, particolarmente in prossimità delle aree di cantiere, delle regole sul sorpasso e dell'uso corretto delle corsie di emergenza. Saranno intensificati anche i controlli ai veicoli commerciali e ai veicoli per il trasporto collettivo di persone, in funzione di tutela della sicurezza stradale. Particolare riguardo sarà posto al contrasto della microcriminalità nelle aree di servizio e di parcheggio autostradali, ove spesso vengono consumati reati in danno dei viaggiatori.

QUALE TECNOLOGIA – Il monitoraggio del traffico e la comunicazione all'utenza sarà assicurata con l'impiego della rete di oltre 5.300 telecamere e di 2.600 Pannelli a Messaggio Variabile. Sarà garantita la piena operatività delle 500 stazioni di pedaggio, con circa 1.700 porte automatiche e 2.300 impianti Telepass. Notizie sempre aggiornate sono disponibili tramite il C.C.I.S.S. (numero gratuito 1518, sito web www.cciss.it e mobile.cciss.it, applicazione iCCISS per iPHONE), le trasmissioni di Isoradio ed i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio-Rai; l'evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http:// www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all'applicazione “VAI Anas Plus”, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 “Pronto Anas” per informazioni sull'intera rete Anas.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto senza assicurazione cosa si rischia

Codice della Strada: la mini riforma slitta al 2020

Black Friday 2019: le offerte FCA durano fino al 2 dicembre

Auto usate certificate: brumbrum apre la prima fabbrica della qualità