Verona – Meno incidenti stradali nel 2009 La bretella è la strada più a rischio

Un minor numero di incidenti stradali, una diminuzione dei decessi e del numero dei feriti e un aumento dei controlli stradali da parte della Polizia municipale. Questo in sintesi il bilancio dei...

14 Gennaio 2010 - 08:01

Un minor numero di incidenti stradali, una diminuzione dei decessi e del numero dei feriti e un aumento dei controlli stradali da parte della Polizia municipale. Questo in sintesi il bilancio dei rilievi della Polizia municipale relativo agli incidenti stradali a Verona nel 2009 in raffronto agli anni precedenti. I dati sono stati illustrati questa mattina dal sindaco di Verona Flavio Tosi e dal comandante della Polizia municipale Luigi Altamura.

I dati più rilevanti riguardano soprattutto il numero dei decessi, scesi da 15 a 13 tra i quali nessun pedone; una diminuzione del numero complessivo degli incidenti, passati da 2.310 del 2008 a 2.283 del 2009; in calo gli incidenti registrati nelle ore notturne, che nel 2009 sono stati 183. Le automobili restano il mezzo maggiormente coinvolto in incidenti, anche se è tra i motociclisti che si registra il più elevato numero di decessi. Nel 2009 l’incrocio più a rischio, con 10 incidenti registrati, si è dimostrato quello tra via Negrelli e via Sansovino, mentre la strada più a rischio, con 70 sinistri, è stata la Bretella T4.

“Alla luce di questi dati – ha spiegato Altamura – è già stata disposta dalla Prefettura la dislocazione di un autovelox fisso in ogni carreggiata sulla Bretella T4, che entrerà in funzione nelle prossime settimane; l’80 per cento degli incidenti registrati sulla tangenziale, infatti, è dovuto all’eccessiva velocità.” Per quel che riguarda le persone sorprese alla guida in stato di alterazione so

Fonte – larena

Commenta con la tua opinione

X