VDO Contisys: ora legge anche i dati del TPMS

Presentato il nuovo tester della gamma VDO Contisys con funzionalità TPMS

3 luglio 2012 - 7:00

Continental, tra i più importanti fornitori mondiali di pneumatici per l'industria automobilistica e di apparecchiature per il settore automotive, si appresta a lanciare sul mercato un nuovo tester per la diagnostica veicolare. In particolare, questo apparecchio riuscirà a leggere i dati trasmessi via radio dal TPMS (Tire Pressure Monitoring System), il sistema di monitoraggio della pressione delle gomme.

IL “NEONATO” – Con il nuovo tester VDO Contisys Check TPMS, Continental arricchisce e perfeziona la sua gamma di strumenti per la diagnostica veicolare VDO Contisys. Oltre alle principali funzioni di FastCheck EOBD, freni, Direct-Shfit Gearbox (DSG), codifica iniettori Common Rail (CR) e reset degli indicatori di servizio, il dispositivo potrà ricevere via radio dal TPMS importanti informazioni circa le coppie di serraggio e i codici delle parti di ricambio, oltre a fornire un vademecum per la sostituzione dei sensori delle ruote.

PRIMO IMPATTO – Il VDO Contisys Check TPMS è dotato di un modulo in radio frequenza. Grazie a questo tipo di trasmissione senza fili, è possibile leggere i dati dei sensori TPMS quali il valore della pressione, la temperatura e la tensione della batteria, e persino, all'occorrenza, salvare i dati tramite un dispositivo wireless. Inoltre, il dispositivo messo a punto da Continental permette di utilizzare le funzioni di servizio per la diagnostica di eventuali errori nella centralina di bordo utilizzando l'interfaccia OBD (On Board Diagnostic).

COME FUNZIONA – Il funzionamento del VDO Contisys Check TPMS sembra semplice ed intuitivo. Una volta acceso l'apparecchio, all'utente basterà selezionare dal menu principale prima “TPMS FastCheck” e poi “Sensor Test”. Ora non resterà che inserire marca e modello del veicolo da analizzare. A questo punto l'utente può scegliere tra le seguenti funzioni: “Leggi i dati del sensore”, “Informazioni Sensore” e “Dati memorizzati”. La funzione “Informazioni del Sensore” restituisce anche informazioni sul corretto serraggio per la valvola e la ghiera, i codici dei kit di manutenzione e del sensore stesso.

FUNZIONE EXTRA – I sistemi di monitoraggio della pressione degli pneumatici TPMS sono alimentati da una batteria incorporata progettata per durare 5-7 anni. Qualora la batteria si dovesse scaricare, il sensore deve essere sostituito. Purtroppo, però, generalmente lo stato di carica della batteria non può essere verificato attraverso l'interfaccia OBD. Tuttavia con Contisys, l'officina, durante la sostituzione degli pneumatici, può verificare e informare i clienti sul livello di carica delle batterie dei sensori, evitando in questo modo malfunzionamenti e successive costose riparazioni. E' necessario sottolineare che in caso di intervento di riparazione su uno o più pneumatici a seguito di una foratura o di un piccolo incidente, il sistema dovrà essere resettato per evitare false segnalazioni del tester sulla pressione di gonfiaggio.

REPERIBILITA' – Il VDO Contisys si presenta in due modelli: uno base (il quale può essere dotato successivamente del modulo TPMS) e uno completo corredato di software addizionale e modulo TPMS, contenente una batteria ricaricabile in grado di assicurare fino a 2 ore di funzionamento autonomo senza utilizzare l'alimentazione elettrica del veicolo in esame. E' disponibile presso i ricambisti in una confezione che comprende: il dispositivo, una pratica valigetta per il trasporto, un cavo EOBD, un cavo USB, un'unità di alimentazione a 220 V, un CD con tutta la documentazione e la guida rapida. Prezzo non ancora disponibile.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Test gomme invernali 2022 – 2023

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?