Vacanze di Pasqua in carpooling: un modo giovane ed economico per spostarsi durante l'esodo pasquale

Per questa Pasqua gli italiani possono sperimentare un viaggio tramite carpooling, cioè la condivisione dell'auto per effettuare lo stesso tragitto. Attraverso il sito www.postoinauto.it...

31 marzo 2010 - 19:27

Per questa Pasqua gli italiani possono sperimentare un viaggio tramite carpooling, cioè la condivisione dell'auto per effettuare lo stesso tragitto. Attraverso il sito www.postoinauto.it, il primo portale italiano di carpooling indipendente, chi dispone di posti liberi in auto può metterli a disposizione di altre persone, in cambio di un contributo per le spese di viaggio. I vantaggi sono numerosi: risparmio sulle spese di viaggio, riduzione del traffico, utilizzo più sostenibile dell'auto e rispetto dell'ambiente, ma anche la possibilità di fare amicizia.

Sul sito Postoinauto.it vengono messi a disposizione i posti auto liberi per andare al lavoro, per tornare a casa nel fine settimana, o per andare in vacanza. E così per il periodo pasquale si possono trovare viaggi del tipo Perugia-Praga a 38 euro, Bologna-Berlino a 50 euro, Bologna-Pescara a 1 euro, Taranto-Roma a 25 euro.

“In altri paesi europei decine di migliaia di persone utilizzano il carpooling per andare in vacanza – spiega Olivier Bremer, co-fondatore di Postoinauto.it -. Con Postoinauto.it è diventato possibile anche in Italia condividere l'auto per le vacanze, in sicurezza e divertendosi”. Proprio la sicurezza è uno dei cardini del servizio di Postoinauto.it, che ha introdotto alcuni meccanismi unici nel suo genere, non solo in Italia. “Un sofisticato sistema di feedback, per valutare la puntualità, lo stile di guida e il rispetto del codice della strada da parte dell'autista, ma anche la registrazione obbligatoria, l'indicazione del numero di targa, la segretezza dei dati personali, e in ultimo il viaggio rosa dedicato alle donne, introdotto in occasione della festa dell'8 marzo appena trascorsa: questi esempi mostrano che la sicurezza è per noi al primo posto – prosegue Bremer -, e grazie al dialogo costante con i nostri utenti sappiamo che non basta importare il carpooling dall'estero, ma occorre adottare delle soluzioni su misura per l'utente italiano, che normalmente è scettico di fronte all'idea di viaggiare in auto con degli sconosciuti”.

Per facilitare l'esperienza del carpooling, soprattutto per chi non l'ha mai praticata, Postoinauto.it lancia per le vacanze pasquali cinque “regole d'oro”. Seguendo questi semplici consigli sarà possibile condividere l'auto senza problemi, per un viaggio innovativo, low cost ed eco-sostenibile.

1.      Tempestività. Offri o cerca il tuo passaggio con diversi giorni di anticipo, per poterti organizzare al meglio e concordare nel dettaglio ora di partenza, punto di ritrovo e di arrivo, eventuali tappe intermedie.

2.      Flessibilità. Non sempre è possibile trovare dei compagni di viaggio che vogliano effettuare lo stesso identico viaggio, lo stesso giorno alla stessa ora. La disponibilità a fare compromessi è importante – in cambio risparmi e viaggi in compagnia!

3.      Chiarezza. Sii preciso nei tuoi annunci sul percorso che effettui, descrivi dettagliatamente i luoghi di partenza e di arrivo, specifica se accetti fumatori e quanti bagagli puoi caricare. Così si evitano malintesi!

4.      Privacy. Non pubblicare i tuoi dati personali (email o cellulare). A differenza di altri siti di carpooling, Postoinauto.it nasconde tutti i tuoi dati, visualizzandoli solo ai tuoi co-viaggiatori confermati.

5.      Divertimento. Il carpooling è una modalità di trasporto giovane, che richiede un iniziale approccio aperto ma che grazie all'incontro “casuale” di persone spesso molto diverse tra loro può trasformarsi in un'esperienza assolutamente divertente!

1 commento

Giancarlo
18:39, 14 luglio 2010

Salve,
per completezza segnalo anche il sito http://www.passaggio.it

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP