Una Hyundai i30 rompe lo sterzo durante il test dell'alce

Durante il test dell'alce fatto da una rivista svedese una Hyundai i30 è finita fuori pista per lo sterzo rotto

26 maggio 2014 - 16:56

Che sia un caso isolato o un difetto congenito è ancora presto per dirlo ma la notizia della Hyundai i30 che ha fallito il test dell'alce ha già fatto il giro del mondo. In realtà il problema non è provocato dall'ESC o dalla mancata stabilità del veicolo ma da un'avaria allo sterzo. Per vederci chiaro abbiamo subito contattato Hyundai Europa che vuole analizzare l'auto usata dalla rivista svedese Teknikens Värld prima di rilasciare dichiarazioni approfondite sull'accaduto. Intanto proviamo a capire cosa è andato storto nel video del test dell'alce con la Hyundai i30.

HYUNDAI VUOLE VEDERE L'AUTO DA VICINO – Il video è piuttosto eloquente: il giornalista della rivista svedese Teknikens Värld simula l'evitamento di un ostacolo improvviso sterzando a sinistra ma, appena prova a riportare l'auto in traiettoria sterzando bruscamente a destra, il volante non risponde ai comandi, si accende la spia di avaria del volante e la Hyndai i30 va dritta nella via di fuga. Cosa sia successo all'auto coreana è coperto ancora da un velo di mistero, visto che Hyundai ha saputo per caso del fallimento del test svolto solo lo scorso sabato. Considerata la gravità dell'accaduto (potrebbe trattarsi di una partita difettosa di piantoni dello sterzo), abbiamo chiesto a Hyundai Europa un chiarimento. Allo stato attuale dei fatti è presto per lanciarsi in allarmismi inutili e imputare l'esito del test al mancato funzionamento del controllo di stabilità, anche perché il problema sembra circoscritto al Flex Steer system della i30 (vedi il nostro test drive), la tecnologia che varia la risposta e la precisione dello sterzo in base alle preferenze di guida.

LA RISPOSTA DI HYUNDAI – “Hyundai Europa non è a conoscenza di alcuna anomalia del genere sulle 350 mila i30 vendute in Europa”. Ovviamente, prima di allarmare inutilmente i clienti, la Casa auto vuole capire in quali condizioni si è svolto il test svedese. Hyundai non sa ancora se l'auto che ha fallito il test fa parte del parco auto riservato alla stampa per i test drive o è un'auto che la redazione svedese si è procurata autonomamente. La priorità ora è esaminare l'auto e capire in quali condizioni si trovava al momento del test, ma soprattutto in quali casi il sistema Flex Steer si disattiva. Quello che emerge dalle dichiarazioni della rivista Teknikens Värld è che il mancato funzionamento del volante elettronico si verifica quando l'impostazione di guida è su Sport e con le ruote 225/45 R17 e pneumatici Hankook Ventus Prime 2. In questa configurazione l'auto avrebbe manifestato lo stesso problema in 4 differenti prove consecutive, mentre con ruote da 16 pollici 205/55 R16 e stessi pneumatici pare che il problema non si verifica.

Aggiornamento del 27 maggio: Hyundai Europa comunica che: “un altro esemplare simile di i30 ha effettuato lo stesso test dell'alce, test che ha superato senza problemi per quattro volte”.

LA RIVISTA SVEDESE COLPISCE ANCORA – Non è la prima volta che il test dell'alce svolto dalla rivista svedese mette in discussione la sicurezza delle auto permettendo alle Case costruttrici di correre ai ripari. In molti ricorderanno infatti l'eclatante caso della Mercedes Classe A del 1997 che capottava senza ESC, poi equipaggiata di serie del controllo di stabilità. Invece il più recente test dell'alce svolto da Teknikens Värld sulla Jeep Grand Cherokee a rischio capottamento è stato prima smentito dalla Casa americana che ha chiesto una controprova e poi ha modificato il software della centralina dell'ESC. Inizialmente gli ingegneri Chrysler-Jeep attribuivano al sovraccarico la sbandata del grosso SUV americano, ma i successivi test con l'auto più leggera hanno poi rivelato problemi altrettanto gravi nello stallonamento di una gomma che non si è più verificato nel test dell'alce con la centralina dell'ESC aggiornata. Ci auguriamo non tardi ad arrivare un commento chiarificatore da Hyundai Europa, che rassicuri i clienti di tutte le i30. Intanto non è escluso che l'episodio della Hyundai i30 possa essere una cartina al tornasole di un problema reale che può verificarsi nella guida di tutti i giorni. Staremo a vedere..

1 commento

Fabrizio
15:50, 27 maggio 2014

Sulla sicurezza non si può risparmiare!

Meglio un accessorio in meno che compromettere la sicurezza delle persone…

eseguire attenti controlli sulla qualità e sottoporre i mezzi a collaudi che vanno, oltre l'uso normale, ha un costo rilevante ma io pretendo questo da una casa automobilistica.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bonus rottamazione auto per TPL: slitta il decreto

4 errori da non fare con bambini fino a 12 anni e cinture di sicurezza

Guida in stato di ebbrezza auto confiscata

Etilometro non revisionato: l’onere della prova spetta all’accusa