Un nuovo osservatorio per la sicurezza stradale

Mettere in rete le buone pratiche finalizzate alle sicurezza stradale e realizzate dagli enti locali. Istituire una banca dati nazionale per il monitoraggio e le ricerche. Promuovere campagne ...

19 febbraio 2010 - 7:33

Mettere in rete le buone pratiche finalizzate alle sicurezza stradale e realizzate dagli enti locali. Istituire una banca dati nazionale per il monitoraggio e le ricerche. Promuovere campagne di sensibilizzazione sul rispetto della legalità rivolte a tutti i cittadini, a partire dai giovani.

Sono questi i principali obiettivi del protocollo che istituisce l'Osservatorio nazionale delle Autonomie locali per la sicurezza stradale. Il documento, che sarà in vigore per due anni, è stato sottoscritto oggi, nella sede dall'Anci a Roma, dal presidente dell'Associazione nazionale dei Comuni italiani, Sergio Chiamparino, e dal presidente dell'Unione delle Province d'Italia (Upi), Giuseppe Castiglione. Nell'occasione sono stati presentati inoltre i dati di una ricerca della Fondazione Cittalia sul comportamento degli automobilisti alla guida.

“Il trend degli incidenti stradali, sia a livello europeo che a livello nazionale, fa registrare una significativa riduzione dei sinistri”, afferma Chiamparino. “L'Italia, rispetto all'obiettivo di ridurre del 50% i decessi entro il 2010, è a -33%. Per questo motivo – prosegue – c'è bisogno adesso di un deciso cambio di marcia, per arrivare a ridurre sensibilmente il numero degli incidenti. E in questo i Comuni vogliono essere protagonisti: l'Osservatorio sarà uno strumento fondamentale per mettere in rete tutti i sistemi di monitoraggio territoriali, insieme con il programma nazionale sulla sicurezza stradale del Ministero delle Infrastrutture.

Uno strumento ancora più essenziale, anche in vista dei nuovi obiettivi europei per il periodo 2011-2020. Partiremo innanzitutto mettendo a sistema la buone pratiche già sperimentate sui territori. Quindi avvieremo una capillare campagna per il rispetto della legalità: il rispetto delle regole, quando si parla di sicurezza stradale, è sinonimo di prevenzione”.

fonte – borgomeo.blogautore.repubblica.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto usate: gli italiani preferiscono ancora le diesel

Pneumatici nuovi: emettono idrocarburi per 3.000 km

Incidenti stradali in Europa: 6 mila bambini, le vittime in 10 anni