Questo sito contribuisce alla audience de

Uber a metano: auto più pulite per gli NCC in Brasile

Uber trasformerà le auto a gas metano, la novità in accordo con il costruttore Landi per abbattere le emissioni a Rio

Uber a metano: auto più pulite per gli NCC in Brasile
Quello dell'inquinamento è un serio problema che interessa tutte le principali città del mondo. In Brasile Uber decide di puntare sulle auto alimentate a gas. La scelta è caduta su uno dei tra i maggiori costruttori esistenti di impianti a GPL e gas aftermarket e OEM. Insieme i due player mirano ad abbattere le emissioni inquinanti promettendo minori costi di esercizio e tariffe più competitive per gli utenti del servizio. L'accordo prevede la conversione delle auto di proprietà degli autisti partner Uber in tutto il Brasile da gas a metano con una specifica offerta dedicata. In tutto il paese sudamericano i sistemi di alimentazione promettono un taglio allo smog e una alternativa green a tutti coloro che scelgono la mobilità condivisa.

UBER A GAS

Uber scegli di stringere una alleanza con il leader mondiale nel settore dei componenti e dei sistemi di alimentazione a Metano e GPL per autotrazione. Il contratto di collaborazione in esclusiva lega la filiale brasiliana di Uber, alla società Landi Renzo e prevede la conversione delle auto di proprietà dei driver partner Uber in tutto il Brasile da gas a metano grazie alle soluzioni offerte dall'azienda. La partnership tra i due gruppi prevede una offerta dedicata agli autisti di tutto il paese sudamericano con le officine autorizzate che metteranno anche a disposizione un servizio di assistenza post vendita. Nell'ambito dell'accordo si è convenuta anche l'offerta da parte di Uber ai propri collaboratori brasiliani di una speciale linea di finanziamento per l'acquisto e l'installazione dei kit CNG con il pagamento di rate settimanali (Leggi metano al self service con l'ok dell'Ue).

MERCATO IN CRESCITA

Presente dal 2004 in Brasile, Landi Renzo decide di fare squadra con Uber saranno nella lotta alla riduzione dell'inquinamento. Ne deriva, infatti, un percorso formativo che mira a fornire agli autisti partner di Uber sessioni educative sui vantaggi del gas naturale e dalla conversione a metano dei veicoli. Il ciclo di incontri avrà luogo attraverso il personale della rete di officine autorizzate presso gli hub di Uber in Brasile. Il colosso della mobilità ha anche messo a disposizione i propri canali online, sito web ed app, per aumentare la capillarità dell'informazione. Fabio Plein, Direttore di Uber a San Paolo ha dichiarato: "Uber sta cambiando profondamente le città brasiliane dal 2014, al punto che San Paolo e Rio De Janeiro sono oggi tra le prime 5 città al mondo per numero di viaggi. Il ride sharing ha rivoluzionato il rapporto di milioni di persone con le loro auto private ed è emozionante immaginare le potenzialità di cambiamento e l'effetto moltiplicatore delle conversioni a gas naturale dei veicoli, un'alternativa decisamente migliore per l'ambiente".

CAMBIARE LE COSE

San Paolo e Rio De Janeiro rappresentano, rispettivamente, la prima e la terza flotta di Uber e si sta già lavorando per riuscire a replicare lo stesso accordo in Messico. Quest'offerta risponde anche a un desiderio di migliorare la salubrità dell'aria della metropoli brasiliana. Rio de Janeiro è infatti una metropoli di 12 milioni di abitanti nella cui aria circola molto particolato dovuto alla combustione dei motori. Nei fatti, dal 2008, l'aria della metropoli ha oltrepassato in media due-tre volte l'anno i limiti di PM10; si tratta di una seria minaccia per la salute umana dato lo spessore di 10 o meno micron. Dal 2010 al 2014 la media annuale di PM10 si è attestata a 52 microgrammi per metro cubo d'aria, mentre il limite raccomandato dall'Oms si ferma a soli 20 (Leggi benzina e gasolio dall'immondizia arriva la macchina speciale).

Pubblicato in Attualità il 07 Febbraio 2019 | Autore: Redazione


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri