Tutti in campo per la sicurezza stradale

Tutti in campo per la sicurezza stradale. Come ogni anno in occasione delle grandi partenze per le vacanze estive che vedranno milioni di automobilisti mettersi in viaggio sulle nostre strade, si ...

10 agosto 2010 - 8:10

Tutti in campo per la sicurezza stradale. Come ogni anno in occasione delle grandi partenze per le vacanze estive che vedranno milioni di automobilisti mettersi in viaggio sulle nostre strade, si moltiplicano le iniziative per invitare tutti alla massima prudenza.
Al coro si unisce anche Piero Angela, il volto noto dalla Tv lancia un appello alla saggezza per prevenire il più possibile le tragedie stradali.

“Non accendete solo il motore, mettete in moto anche la testa” dice uno dei personaggi più amati del piccolo schermo che, nel suo appello diffuso su anche sul canale video internet Yuotube e su tante televisioni locali, ricorda che sulle strade si continua a morire perché “in tanti non rispettano le regole”.
Analizzando le cause degli incidenti si scopre infatti che troppe tragedie non dipendono dal caso e dalla fatalità ma sono il frutto amaro dell'irresponsabilità di chi guida.

Di tutti quelli che si mettono alla guida nonostante la stanchezza oppure, peggio ancora, dopo aver bevuto alcolici, e poi di chi guida senza allacciare le cinture di sicurezza e lascia liberi i bambini in auto, di chi non rispetta i limiti di velocità e le distanze di sicurezza, assume medicinali che inducono sonnolenza, effettua sorpassi azzardati o usa del cellulare mentre guida.

Insomma tutti comportamenti irresponsabili che mettono a repentaglio non solo la propria vita ma anche quella degli altri incolpevoli malcapitati. L'appello di Piero Angela rientra nella campagna estiva per la sicurezza stradale “Vacanze coi fiocchi” promossa a livello nazionale dal Centro Antartide con la collaborazione dell'Osservatorio per l'Educazione Stradale e la Sicurezza della Regione Emilia-Romagna sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica.

Ancora una volta quindi l'invito è rivolto a tutti, al rispetto delle regole, alla massima prudenza affinché sulle strade venga lasciata scia una scia di civiltà al posto di quella di sangue.

fonte – gazzettadimantova.gelocal.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Batteria Telepass scarica o difettosa: come risolvere

Limiti di velocità: perché l’obbligo del sistema ISA sarebbe inefficace

Trasporto passeggino in auto: come fare e i modelli più comodi 2020