Truffe Rc auto, proliferano le compagnie assicurative fantasma. State attenti

Rc auto, proliferano le compagnie assicurative fantasma. E per l'automobilista sono sorprese amare: le polizze stipulate con compagnie non autorizzate dall'Isvap non sono valide.

16 novembre 2010 - 9:35

Rc auto, proliferano le compagnie assicurative fantasma. E per l'automobilista sono sorprese amare: le polizze stipulate con compagnie non autorizzate dall'Isvap non sono valide

L'aumento vertiginoso dei costi dei premi delle polizze R.C. Auto (leggi l'approfondimento sui tuoi diritti di assicurato qui) tenta più di un automobilista a guardarsi intorno alla ricerca delle soluzioni più vantaggiose per risparmiare qualche soldino e non di rado sta capitando che, il consumatore, stimolato da alcune offerte allettanti, si rivolga inconsapevolmente a sigle non autorizzate dall'ISVAP, l'Istituto di Vigilanza delle assicurazioni private.

Infatti, nel solo 2010, sono state segnalate dall'ente ben nove compagnie “fantasma” che stipulavano sul territorio nazionale polizze evidentemente fasulle. Lo denuncia Giovanni D'Agata, da anni impegnato nella difesa dei consumatori.

Il metodo che induce i clienti meno attenti alla stipula del contratto è semplice quanto pericoloso. Accade che sigle di compagnie operanti regolarmente in Italia e correttamente autorizzate, vengano distorte. Così facendo la famosa compagnia Generali diventa Generali Belgium S.A., stessa sorte per Allianz che viene associata al nome della compagnia fantasma Allianz Hungária Biztosító Részvénytársaság.

In casi come questi il cittadino paga due volte. La prima volta alla stipula del contratto (totalmente fasullo) e poi in caso di sinistro, visto che dovrà provvedere al risarcimento dei danni di tasca propria in quanto le polizze stipulate non hanno alcuna validità. 

Come difendersi quindi dal caro R.C. Auto e dal proliferare di queste compagnie fantasma?

I consigli direttamente dal Blog AssicuriamociBene.it

 

  • controllare sul sito ISVAP la presenza della compagnia con la quale si vuole stipulare il contratto di assicurazione
  • verificare che l'agente che vi propone la polizza sia iscritto regolarmente nel registro unico degli intermediari – RUI
  • fare una comparativa dei prezzi attraverso il comodo preventivatore ISVAP, spesso si riescono a risparmiare anche centinaia di euro
  • per chi ama le polizze internet qui trovate utili consigli su come orientarvi nell'acquisto evitando fregature.

 

Di seguito le compagnie non autorizzate a emettere polizze Rc auto segnalate dall'Isvap nel 2010

– Ala Assicurazioni, con sede legale e direzione in Austria (in Italia sede a Roma, via Settecamini, 106) diversa dall'Ala Assicurazioni S.p..A. società del gruppo SARA che è invece regolarmente registrata ed autorizzata con sede legale in Milano alla via Porro Lambertenghi 7;

– Aioi Motor and General Insurance Company of Europe Limited;

– Allianz Hungária Biztosító Részvénytársaság;

– Arisa Assurances S.A.;

– Fomo Assicurazioni;

– Generali Versicherung AG;

– Generali Belgium S.A.;

– HDI Direkt Versicherung AG che ha come intermediario Fin Planet s.p.a.;

– Insurance Company Euroins AD;

Altre compagnie le trovate in questa pagina di AssicuriamociBene.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?