Trasporto bambini in auto: stranezze e multe previste dal CdS

Il Codice della strada prescrive come far viaggiare i piccini in macchina: occhio alle sanzioni e alle stranezze della legge

3 giugno 2014 - 11:45

Italia, strano Paese: addirittura il 60% dei connazionali non trasporta correttamente i bimbi in auto. Un po' perché non si conoscono a fondo le regole (e magari si pensa di proteggere meglio il figlio tenendolo in braccio), e un po' perché ci si ritiene immuni dalla sfortuna (un incidente, una frenata brusca, qualsiasi altro comportamento a rischio per il piccino nella vettura). Sia come sia, può essere preziosa una guida che schematizzi le norme principali, al fine di evitare brutte conseguenze per il piccolo in caso si sinistro. E al contempo per stare alla larga dalle multe, che sono pesanti. Ecco le regole, in collaborazione con Valerio Platia, esperto di Confarca (Confederazione autoscuole riunite e consulenti automobilistici).

SISTEMA INADEGUATO – Se il conducente trasporta un bambino di statura inferiore a al metro e mezzo non assicurato al sedile da idoneo sistema di ritenuta (oppure con sistema di ritenuta non omologato o con sistema di ritenuta non adeguato al suo peso), l'articolo 172 del Codice della strada (commi 1 e 10), prevede una multa di 80 euro, più il taglio di 5 punti-patente. Quando il guidatore sia incorso in quella violazione, in un periodo di 2 anni, per almeno due volte, allora all'ultima infrazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi. Ma il conducente è sempre responsabile dell'infrazione? No. Quando il mancato uso riguarda il minore, della violazione risponde il conducente oppure, se presente sul veicolo al momento del fatto, chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso. Ovviamente, in questo secondo caso, scatta solo la multa di 80 euro, e nessun taglio dei punti-patente.

SOTTO I 3 ANNI – Ci occupiamo ora di un altro comportamento scorretto. Quale conducente di veicolo, sprovvisto di sistemi di ritenuta, trasportava un bambino di età inferiore a 3 anni sebbene vietato. L'articolo 172 del Codice della strada, commi 3, lettera a), e 10, parla di una multa di 80 euro, più il taglio di 5 punti-patente. Quando il conducente sia recidivo, in un periodo di 2 anni, per almeno due volte, all'ultima infrazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi. Quando il mancato uso riguarda il minore, della violazione risponde il conducente ovvero se presente sul veicolo al momento del fatto, chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso: scatta solo la multa di 80 euro, e nessun taglio dei punti-patente. Stesse sanzioni se il conducente di veicolo, privo di sistema di ritenuta, trasportava sul sedile anteriore un bambino di età superiore a 3 anni ma di statura inferiore a 1,5 metri. Articolo 172, commi 3, lettera b) e 10: 80 euro e taglio di 5 punti. Identico discorso per chi è tenuto alla sroverglianza del piccino.

QUESTIONE TAXI – L'infrazione: quale conducente di veicolo adibito a servizio di taxi (o noleggio con conducente), trasportava un bambino di statura inferiore a 1,5 metri sul sedile anteriore senza fare uso di un idoneo sistema di ritenuta; oppure sul sedile posteriore senza essere accompagnato da altro passeggero di età non inferiore a 16 anni. La multa, per l'articolo 172, commi 4 e 10: 80 euro e taglio di 5 punti. Quando il conducente sia incorso, in un periodo di 2 anni, per almeno due volte, all'ultima infrazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi. Quando il mancato uso riguarda il minore, della violazione risponde il conducente ovvero se presente sul veicolo al momento del fatto, chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso: 80 euro.

NON DISATTIVI L'AIRBAG? NIENTE MULTA – I bambini non possono essere trasportati utilizzando un seggiolino di sicurezza rivolto all'indietro su un sedile passeggeri protetto da airbag frontale, a meno che l'airbag medesimo non sia stato disattivato anche in maniera automatica adeguata. Pur tuttavia, per un vuoto legislativo, non esiste nessuna multa per il guidatore che non rispetta questa regola: un motivo in più per riformare quanto prima il Codice della strada, ricordando di aggiungere questa regola.

INFO PRATICHE – Il posto migliore per trasportare il proprio bambino è quello posteriore centrale, ma solo nel caso in cui l'auto sia dotata anche in questo qui della cintura a tre punti(piuttosto rara nelle auto di alcuni anni fa). Diversamente il punto più sicuro e comodo per il posizionamento del bambino è quello posteriore lato marciapiede. Molti genitori tuttavia preferiscono trasportare il bimbo accanto a sé sul sedile anteriore. Questa è una scelta permessa dall'articolo 172 del Codice della strada, e quindi lasciamo fare a voi. L'aggancio delle cinture (generalmente a 4 o a 5 vie) è posizionato sul pancino del bambino. La chiusura ideale deve essere facile per un adulto (in modo da poter evacuare il bambino rapidamente in caso di urgenza) ma troppo dura per il bambino (che, statene certi, proverà in tutti i modi a slegarsi). Controllate le cinture: su alcuni modelli si arricciano in continuazione rendendo davvero snervante ogni salita in macchina. Meglio se sono larghe e non troppo sottili. È importante che il seggiolino (gruppi 0 e 1, fino a 18 kg) abbia un sistema che permette di portarlo in posizione quasi orizzontale per i sonnellini a bordo. Per lo stesso motivo, è bene poter bloccare la testa del bambino che tende a rotolare a destra e a manca nelle curve durante il sonno.

Per approfondimenti: Seggiolini auto e trasporto bambini: guida completa

2 commenti

Eugenio
16:43, 9 giugno 2014

Non ho mai visto un vigile fermare e multare un auto con bambini liberi di scorrazzare nell'auto o vetture con il bimbo in braccio alla mamma.
E' frequentissimo fermarsi al semaforo ed assistere a scene come sopra descritte ed alla presenza di vigili.

maria
15:28, 10 gennaio 2017

Faccio notare che a mia precisa domanda un vigile urbano di Milano ha risposto che, in mancanza del seggiolino in auto, si può trasportare il bimbo anche piccolo, in braccio, purchè chi lo tiene sia regolarmente legato con cintura di sicurezza. A qualcuno risulta o quel vigile era un disgraziato ignorante??

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali