Toscana: approvata legge regionale per la sicurezza stradale

Il voto favorevole è stato unanime ed è stata prevista anche l'istituzione di un Osservatorio che farà da consulente al Consiglio regionale per ogni iniziativa riguardante il tema specifico

29 aprile 2011 - 6:00

Il Consiglio Regionale della Toscana, una regione deve gli incidenti stradali sono la prima causa di morte nei giovani tra i 15 e i 29 anni di età ma non risparmiano anche gli over 30, ha votato all'unanimità una legge per la promozione della sicurezza stradale.

ARRIVA L'OSSERVATORIO – Questo tema diventa così un capitolo fondamentale che d'ora in poi farà parte della programmazione a partire dal Prs, il Programma regionale di sviluppo, nel quale verranno individuate le modalità per creare sinergie tra le varie inziative, da quelle riguardanti le infrastrutture alla mobilità pubblica, dalla sanità all'assistenza, dall'informazione all'educazione. Oltre a ciò, la nuova legge prevede la costituzione di un Osservatorio regionale sulla sicurezza stradale, un organismo che fungerà da consulente permamente del Consiglio e della Giunta, coadiuvando la Regione nella definizione delle politiche in materia di sicurezza stradale formulando proposte riguardanti gli atti di programmazione, l'acquisizioni di dati e informazioni, la promozione di studi e analisi, l'organizzazione di convegni, seminari e incontri con la collettività per promuovere la cultura della sicurezza stradale. L'Osservatorio, la cui durata coinciderà con quella della legislatura regionale, sarà composto da assessori e consiglieri regionali, rappresentanti degli enti locali e delle organizzazioni di volontariato, docenti ed esperti in materie attinenti alla sicurezza stradale, rappresentanti del Centro di riferimento regionale sulle criticità relazionali (Crcr), dell'ufficio scolastico regionale per la Toscana (Miur) e della direzione toscana dell'Aci.

«RIDURRE LE VITTIME» – «Sono veramente soddisfatto per l'approvazione di questa legge – ha dichiarato il consigliere regionale Vittorio Bugli – una dimostrazione concreta che l'Assemblea toscana può trovare una propria sintesi unitaria su questioni che interessano da vicino i cittadini. È una legge semplice, che contiene pochi ma importanti principi che hanno l'obiettivo di aumentare la sicurezza stradale, anche mediante l'incentivo a lavorare per migliorare le infrastrutture viarie. Ogni anno in Toscana centinaia di persone rimangono vittime di incidenti stradali: un costo sociale ed economico che dobbiamo provare a ridurre in tutti i modi».

SPERIAMO BENE – Noi di SicurAUTO.it ci auguriamo che questo organismo funzioni davvero e non resti, come spesso avviene, pura propaganda. La presenza di politici non lascia ben sperare, alle associazioni locali che si occupano di sicurezza stradale chiediamo di tenerci informati sullo sviluppo della situazione. Siamo sempre pronti a bacchettare chi dovesse usare la sicurezza come mero strumento pubblicitario.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

App parcheggio auto per trovare posto e pagare: la guida completa

Auto usate: +9% degli scambi tra privati da inizio 2022

Gomme invernali 215/55 R17: la classifica di Auto Bild