5 commenti

Paoblog
13:03, 8 gennaio 2015

Mi scrive Chiara, una lettrice del mio Blog alla quale avevo girato il link, ben conoscendo le sue vicissitudini on un ricorso:

“Nel caso si vinca il ricorso, si ha diritto al rimborso del contributo anche se il giudice non lo ha espressamente previsto nella sentenza.

Ciò in base alla legge 148 del 14.9.11 all'art. 2 comma 35 bis lettera e) , la quale prevede che "L'onere relativo al pagamento dei suddetti contributi è dovuto in ogni caso dalla parte soccombente, anche nel caso di compensazione giudiziale delle spese?

In pratica, non solo non è indispensabile indicare nel ricorso che si chiede il rimborso del Contributo in caso di vittoria, ma anche nel caso lo si sia indicato nel ricorso e il giudice non accolga tale richiesta, il ricorrente ha comunque diritto al rimborso in caso di vittoria (io l'ho avuto anche se non lo avevo richiesto nel ricorso).

Vittorio
12:47, 22 ottobre 2015

Se mi presento in udienza per un ricorso davanti al Giudice di Pace senza aver pagato il contributo unificato di 43,00 euro, cosa accade? Se vinco non pago nulla e se perdo mi tocca pagare il verbale più il contributo?

claudio
13:19, 21 luglio 2017

Gent.le avv. il mio caso è: multa(sostava senza esporre il titolo di pagamento.ART 7 1 E 15 decreto legislativo 30/4/1992,n.285)al ricorso in opposizione al Prefetto di Napoli mi veniva respinto pur possedendo regolare permesso annuo nelle strisce blu di dove sostavo e risiedo.Mi conviene fare opposizione al Giudice di Pace con richiesta di rimborso del contributo?Grazie ossequi

Massimo
16:12, 6 agosto 2018

Nessuno ha considerato il caso in cui al momento del ricorso al giudice di pace non viene pagato il contributo unificato come è successo a me in quanto ho chiesto al giudice se era costituzionale che lo pagassi e lasciavo a lui la decisione finale. Ho vinto il ricorso e poi Equitalia spese giustizia mi ha chiesto il pagamento. Che succede in questo caso?

Redazione
9:37, 12 agosto 2018

Il pagamento del contributo unificato spetta a chi iscrive a ruolo il procedimento giudiziario. È il Giudice di Pace che decide sulle spese e se condanna l'ente che ha emesso la sanzione poi annullata, dovrebbe condannarlo a pagare il contributo unificato e le eventuali altre spese. Se non lo ha fatto, compensando le spese, il pagamento resta a carico del ricorrente. Ma anche se lo ha fatto, il ricorrente dovrebbe pagare il contributo unificato e poi rivolgersi all'ente convenuto sconfitto per il rimborso. In ogni caso, la regola generale sulle tasse di giustizia è che il Fisco può pretendere da entrambe le parti il pagamento, a prescindere dall'esito della controversia.
Avv. Antonio Benevento