Svizzera: è in vigore la nuova etichetta energetica per le auto

Dal 1° gennaio tutti i venditori della Confederazione devono esporre sulle vetture esposte una nuova versione dell'etichetta

7 gennaio 2012 - 9:00

Dal 1° gennaio tutti i venditori d'auto della Confederazione devono esporre sulle vetture esposte una nuova versione dell'etichetta In base a un provvedimento approvato lo scorso giugno, la Confederazione Elvetica ha introdotto, a partire dal 1° gennaio di quest'anno, una nuova versione dell'etichetta energetica che sostituisce quella precedente.

OBBLIGATORIA ANCHE SULLE AUTO DIMOSTRATIVE – L'etichetta dev'essere apposta da concessionari e salonisti sulle auto nuove oppure dimostrative (ma non sugli autocarri) che non hanno percorso più di 2 mila km esposte in vendita e contiene informazioni sul consumo della vettura espresso in unità correnti in base al vettore energetico (litri, metri cubi o chilowattora) per 100 km. Per ottenere e stampare l'etichetta è necessario munirsi del cosiddetto “numero di approvazione” del tipo di vettura e recarsi sull'apposito sito. Il numero di approvazione può anche essere fornito dal venditore al cliente interessato all'acquisto di un determinato veicolo, che può stampare l'etichetta direttamente a casa.

LE NOVITÀ 2012 – Dal gennaio 2012, la pubblicità di qualsiasi modello di veicolo su stampa, televisione, internet e cinema deve contenere sempre indicazioni relative al consumo energetico e alle emissioni di CO2. Il nuovo contrassegno in vigore da questo mese presenta alcune significative novità. Eccole:

  • per ciascun modello, l'etichetta sarà adeguata ogni anno e non più ogni due com'è avvenuto finora. Evidentemente le autorità elvetiche ritengono che il progresso tecnologico che ci si aspetta per le auto si intensificherà a tal punto da consigliare aggiornamenti più frequenti. Quindi, in base a questo principio, una vettura che in un determinato anno ha meritato la qualifica “A”, l'anno successivo potrà scendere nella “B” se nel frattempo saranno arrivati sul mercato nuovi modelli energeticamente più efficienti;
  • nella nuova etichetta il consumo assoluto di carburante ha un peso maggiore nella determinazione della qualificazione energetica di un'auto: conterà per il 70%, contro il precedente 60%;
  • l'etichetta può essere applicata anche alle automobili con sistemi di propulsione alternativi, come le automobili elettriche e con sistemi di propulsione ibridi plug-in;
  • l'etichetta contiene informazioni aggiuntive, per esempio, il livello di emissioni del veicolo in base alle omologazioni “euro” (euro 4 o euro 5) o il numero di approvazione del tipo del modello dell'auto, che il venditore comunica al cliente al momento della consegna del'auto nuova.

UNA MINIERA D'INFORMAZIONI – Sullo stesso sito si può anche scaricare il Catalogo dei Consumi 2012, un interessante e recentissima pubblicazione realizzata del Touring Club Svizzero con la consulenza dell'UFE (Ufficio Federale dell'Energia) che contiene l'elenco di tutti i modelli di automobili nuove commercializzate in Svizzera e che costituisce una miniera d'informazioni sulla loro efficienza energetica. Oltre che su internet, il Catalogo può essere ritirato in versione cartacea recandosi presso qualsiasi rivenditore di auto nuove.

1 commento

Busato
11:19, 7 gennaio 2012

E bravi gli svizzeri! Chissà che anche in Italia si possa imparare e soprattutto poi adeguare la tassa di circolazione in base all'inquinamento prodotto.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ztl a Milano mappa regole orari

Ztl a Milano: mappa, regole e orari

Fumare in macchina in Italia

Fumare in macchina in Italia: legge, divieti, sanzioni

Misure anti smog 2020 Barcellona

Misure anti smog 2020: Barcellona bandisce 50 mila veicoli