Suzuki Economy Run, la S-Cross fa 33 km con un litro

La Suzuki S-Cross 2WD 1.6 DdiS è stata protagonista della prima Economy Run organizzata da Suzuki, con risultati sorprendenti

19 febbraio 2014 - 10:41

Suzuki, organizzando la prima Economy Run ha voluto dimostrare l'efficienza della sua S-Cross. Come si evince dal titolo si tratta di una gara di “marcia economica”, ovvero lo scopo è consumare il meno possibile. La competizione è stata organizzata e gestita da Dekra, che ha stilato un regolamento molto rigoroso e ha verificato lo stato d'uso delle auto per mettere tutti i partecipanti sullo stesso piano. Protagonista di questa particolare corsa è stata la Suzuki S-Cross, nella versione a due ruote motrici spinta dal 1.6 turbodiesel DDiS. È un motore che conosciamo bene, lo abbiamo appena provato sotto il cofano della Fiat 500L. La S-Cross, invece, l'avevamo già guidata in estate, apprezzando le doti della versione a trazione integrale.

IL PERCORSO DI GARA – Eccoci quindi al volante della Suzuki S-Cross 2WD 1.6 DDiS pronti ad affrontare la competizione. Siamo in gara contro altri diciannove equipaggi, tutti composti da giornalisti del settore. Su ogni auto ci sono due “driver” che devono percorrere per due volte un anello di 40 km, fatto di percorsi alternati tra piccoli paesi, strade ad alto scorrimento, salite e discese; è vietato sbagliare strada, pena l'esclusione immediata. Ci troviamo nella provincia torinese e la parola d'ordine è consumare il meno possibile. Iniziamo la parte mattutina della gara in qualità di navigatori, mentre dopo pranzo ci metteremo alla guida per fare i due giri che ci spettano. Secondo Suzuki, la S-Cross, in questa versione consuma 5,4 L/100 km nel ciclo urbano, 4,4 L/100 km nel ciclo combinato e 3,8 L/100 km nel ciclo extra-urbano.

PRONTI A PARTIRE – Ci troviamo a gareggiare nel secondo dei due turni previsti e, sebbene i risultati del giorno precedente siano secretati, qualche piccola indiscrezione filtra lo stesso, quindi sappiamo che più di un equipaggio ha sbagliato strada (con conseguente squalifica) e che la pioggia ha penalizzato i risultati globali. Dunque dovremo fare molta attenzione nella navigazione, sperando nelle buone qualità del nostro compagno di equipaggio che il caso ha scelto per noi. Infatti, per avere la massima trasparenza, Dekra ha deciso di sorteggiare gli accoppiamenti. Le partenze delle dieci S-Cross in gara sono cadenzate ogni tre minuti, noi siamo i penultimi.

PREVEDERE IL TRAFFICO – Quando arriva il segnale di via mettiamo in moto la nostra S-Cross e cerchiamo di muoverci facendo slittare la frizione il meno possibile. I due giri filano via lisci, stiamo molto attenti al road-book ed evitiamo di sbagliare strada. Purtroppo ci capitano davanti almeno due automobilisti “indecisi” che ci costringono a frenare e ci fanno sprecare energia preziosa. Infatti, per consumare il meno possibile, si deve cercare di mantenere una velocità costante, guardando lontano per capire le variazioni del traffico così da evitare accelerate inutili e frenate superflue. Ovviamente abbiamo spento il climatizzatore, la radio e abbiamo i finestrini chiusi. Il regime di coppia massima del 1.6 turbodiesel è a 1.750 giri, quindi cerchiamo di cambiare marcia prima.

OLTRE 30 KM/LITRO – Purtroppo la classifica generale ci vede solo al nono posto. Abbiamo avuto un po' di sfortuna nei tratti cittadini, addirittura ci siamo trovati dietro a un furgoncino che trainava una vecchia auto con un cavo! Inoltre il nostro compagno di equipaggio si è fatto prendere un po' la mano, tanto che nel suo turno di guida ha totalizzato il tempo più basso (1:31 ore). Noi abbiamo impiegato 1:45 ore e il consumo totale a fine prova è stato di 5,29 litri per percorrere 159,4 km. Vuol dire che la nostra Suzuki S-Cross ha avuto un consumo medio di 30,13 km/litro, mentre quella dei vincitori è arrivata addirittura a 33,70 km/litro. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Risarcimento con procedura ordinaria sinistro

Sinistro con auto non identificata: per la Cassazione bisogna provarne la presenza

UK: la prima rotonda che dà la precedenza a ciclisti e pedoni

Previsioni traffico Natale 2019

Previsioni traffico 7, 8 e 9 agosto 2020, il weekend più caldo