Sulla Statale Regina arrivano i nuovi autovelox

Sei colonnine di metallo grigio, segnate sui bordi da strisce biancorosse. Sono le casematte incubo degli automobilisti, le postazioni dentro cui troveranno posto i “velomatix”,...

16 aprile 2009 - 16:25

Sei colonnine di metallo grigio, segnate sui bordi da strisce biancorosse. Sono le casematte incubo degli automobilisti, le postazioni dentro cui troveranno posto i “velomatix”, sofisticate apparecchiature di rilevamento della velocità che l’Unione dei Comuni della Tremezzina ha deciso di utilizzare per frenare l’irruenza degli automobilisti

Il velomatix entrerà in funzione nei prossimi giorni, secondo un calendario che sarà fissato dalla polizia locale dell’Unione. Insieme con i velomatix saranno installati anche i “car velox”, tabelloni luminosi che indicano ai conducenti il superamento dei limiti consentiti dal Codice della Strada. I car velox saranno piazzati proprio a partire da questa mattina in prossimità delle colonnine dei velomatix e nella sola direzione Como-Menaggio. «Obiettivo di queste misure, inserite in un più generale piano di tutela delle regole – spiega Massimo Castelli, sindaco di Ossuccio e comandante della polizia locale della Tremezzina – è aumentare la sicurezza sulla strada ed evitare che la gente corra. Purtroppo, in questo weekend di Pasqua abbiamo registrato subito alcuni incidenti legati all’eccessiva velocità, soprattutto delle moto di grossa cilindrata».

I velomatix non hanno mancato nelle settimane scorse di aprire un fronte polemico. Qualcuno, tornando a precedenti esperienze in Bassolago, ha ipotizzato che i Comuni volessero far cassa agendo sulla leva delle contravvenzioni. Tesi negata da Castelli. «Non è così, il nostro è chiaramente un lavoro legato alla deterrenza, come dimostrano i sei segnalatori di velocità che indicheranno agli automobilisti l’eventuale superamento dei limiti». Castelli insiste: «Piazzeremo anche cartelli specifici a un centinaio di metri dalle colonnine del velomatix, pure se potremmo non farlo.

 La legge giudica infatti sufficienti quelli esistenti all’ingresso di ciascun paese e in cui è segnalato il controllo elettronico della velocità». Insomma, il passaggio nodale della vicenda è riassunto nella frase che il sindaco di Ossuccio ripete più volte: «Non vogliamo fare cassa sulle spalle dei cittadini e degli automobilisti, ma soltanto punire le velocità pericolose di auto e moto nei centri abitati della Tremezzina».

fonte

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)