Subaru richiama negli Usa: gli airbag a tendina non si gonfiano

La casa nipponica si prepara a richiamare Legacy e Outback: gli airbag a tendina contengono una capsula esplosiva non idonea

24 febbraio 2012 - 13:19

Subaru of America sta predisponendo le procedure per richiamare alcuni esemplari di Legacy e Outback dei rispettivi model year 2012 prodotti tra il 1° e il 23 dicembre 2011. In dettaglio, si tratta complessivamente di 381 vetture.

UN “BANG” CHE NON GONFIA – Il difetto riscontrato, in verità non molto comune, riguarda gli airbag a tendina la cui cartuccia esplosiva, negli esemplari interessati al richiamo tecnico, è stata riempita con una miscela di propellenti non correttamente dosata. Di conseguenza, il volume di gas che deve essere prodotto per riempire correttamente il pallone dell'airbag può non risultare sufficiente. L'esplosione in caso d'incidente, quindi, potrebbe essere ridotta e l'airbag non si gonfierebbe a sufficienza. In questo caso, è chiaro che il sistema potrebbe non offrire la necessaria protezione e se ciò avviene gli occupanti della vettura potrebbero riportare ferite al capo gravi o anche mortali.

RICHIAMO POSTICIPATO – Le operazioni per dare corso al richiamo, al quale Subaru ha attribuito il codice interno “WVZ-36”, inizieranno come di consueto con la spedizione di una lettera informativa a tutti i 381 clienti e con l'avviso diramato alla rete di vendita. Secondo il bollettino dell'Nhtsa, però, tali operazioni inizieranno solo nel mese di aprile, il che soprende un po', visto che un inconveniente che può compromettere la funzionalità degli airbag è sempre una faccenda seria e che da qui ad aprile si potrebbero anche verificare incidenti con feriti o vittime causate dal difetto. In ogni caso, il rimedio è già previsto, anche se non è chiaro se sia già pronto o no: le officine Subaru verifichernno entrambi gli airbag a tendina sulle vetture interessate e sostituiranno tutti i moduli che al controllo risulteranno difettosi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?