Studenti a lezione di sicurezza stradale

PAVIA — Quattordicenni a scuola... di guida. L'associazione Vitasicura, nel suo impegno per l'educazione stradale nelle scuole pavesi, anticipa i tempi della riforma che prenderà il via nel 2004...

2 ottobre 2003 - 13:51

PAVIA — Quattordicenni a scuola… di guida. L'associazione Vitasicura, nel suo impegno per l'educazione stradale nelle scuole pavesi, anticipa i tempi della riforma che prenderà il via nel 2004 e propone già da quest'anno dei corsi per ottenere il “patentino” per i ciclomotori. «Con questa iniziativa – spiega Vincenzo Novella, amministratore delegato di Vitasicura – intendiamo seguire le linee poste dal ministro Lunardi per la sicurezza sulle strade.
Anche con questa iniziativa vogliamo supportare gli studenti pavesi e seguirli nel loro percorso tecnico necessario affinché siano responsabili quando sono alla guida di motorini o automobili». L'associazione Onlus Vitasicura, in questi suoi primi anni di attività, ha coinvolto 15 comuni in provincia di Pavia e oltre 10mila studenti.

Dalle scuole materne alle elementari, dalle medie alle superiori, l'impegno dei corsi e delle “giornate della sicurezza” è stato verso una maggiore consapevolezza dei rischi legati alla circolazione stradale. I troppi morti sulle strade del Pavese, spesso giovani, sono una vera e propria emergenza da risolvere.

E serve una vera e propria “rivoluzione culturale”, verso una maggiore cultura delle legalità e del massimo rispetto delle regole. L'attenzione nell'educazione stradale portata nelle scuole, viene diversificata a seconda delle fasce d'età: per i più piccoli il tutto è incentrato sull'attenzione da pedoni ai pericoli della strada, poi si passa a un uso consapevole della bicicletta e quindi delle regole da rispettare prima sulle due e poi sulle quattro ruote.

Questo progetto finalizzato al conseguimento del “patentino” è rivolto agli studenti pavesi che hanno appena compiuto o devono compiere a breve i 14 anni. Si va così a completare l'offerta formativa di un'associazione che con la sua attività è riuscita a conquistare la certificazione di qualità dell'Imq (Istituto italiano del marchio di qualità).

Fonte: Il Giorno.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete